Home ATTUALITÀ XX Municipio – non passa la proposta PD per l’istituzione della Commissione...

XX Municipio – non passa la proposta PD per l’istituzione della Commissione sicurezza, abusivismo edilizio e qualità urbana

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa di Alessandro Sterpa, capogruppo PD al XX Municipio, emesso a valle del Consiglio Municipale di oggi

comunicato-stampa.jpgRoma, 12 giugno 2008 – Il Gruppo consigliare del PD ha oggi proposto in Aula l’istituzione di una Commissione Sicurezza dedicata ai temi della qualità urbana, del controllo del territorio e dei servizi alla persona per il Municipio Roma XX. La Commissione è stata proposta al fine di costruire una sede per istruire il lavoro del Municipio sul tema, di concerto con la Polizia municipale, l’Ufficio tecnico e quello Sociale del Municipio e l’ASL Roma E, e prima di tutto la Commissione sarebbe stata chiamata a svolgere un ruolo importante per l’emergenza dei numerosi “residence” presenti nel nostro territorio dove vivono stipati decine di immigrati in abitazioni di pochi metri quadrati (via Mastrigli e Via Pieve di Cadore, ad esempio).

Poi per costruire con l’AMA un piano di interventi per migliorare la qualità urbana dei nostri quartieri e coordinare l’attività municipale relativa all’arredo urbano, marciapiedi e segnaletica stradale; per seguire il piano di riqualificazione delle stazioni delle linee ferroviarie statali e regionali, compresi i rapporti con RFI (gruppo FS) e Regione Lazio; in particolare l’assegnazione degli spazi nelle stazioni. La Commissione, infine, avrebbe dovuto segnalare quali servizi sociali e alla persona fossero indispensabili all’incremento della sicurezza in questa parte della Città e quali modifche la piano dell’illuminazione pubblica fossero necessarie per incrementare i livelli di sicurezza in certe aree dei quartieri di Roma nord.

Il PDL e La Destra hanno votato contro la proposta del PD, che qui ha avuto i voti favorevoli dei Consiglieri del Partito Democratico. Così facendo, il centrodestra ha relegato il tema della Sicurezza nell’ambito della più generale Commissione Bilancio, decentramento, regolamento e personale. “Si tratta – dichiara Sterpa, Capogruppo del PD – di una scelta davvero infelice da parte del PDL e de La Destra. A parole, arrivando fino al limite della strumentalizzazione elettorale, il centrodestra sbandiera il tema della sicurezza ai quattro venti; quando si tratta di mettersi al lavoro, creare sedi istituzionali adeguate per affrontare la questione e trovare soluzioni concrete, le variegate truppe della Giunta Giacomini sono passate con semplicità dall’assalto scomposto alla ritirata ordinata”.

“La nostra proposta era – anzi è, perché continueremo a proporre di istituire una commissione dedicata – razionale e sensata perché associa al tema della sicurezza delle specifiche competenze da assegnare alla Commissione: prima di tutte la mappatura e la chiusura dei tanti residence e appartamenti-loculi che caratterizzano il nostro territorio; si tratta di veri e propri focolai di miseria emarginazione, negazione dei diritti per chi ci vive; fonte di lucro e guadagno per i proprietari; origine di degrado ed insicurezza per i residenti nei quartieri”. Inoltre, si tratterebbe di una Commissione a tempo, che dopo 9 mesi dovrebbe produrre una relazione di maggioranza ed una di opposizione al Consiglio, utile al dibattito politico e alle scelte amministrative. Chiediamo ai cittadini di sostenere la nostra proposta inviando all’email del Gruppo del PD il loro sostegno e le loro proposte.

Alessandro Sterpa, Capogruppo PD Municipio Roma XX

Visita la nostra pagina di Facebook

20 COMMENTI

  1. Era evidente che sarebbe andata a finire a questo modo, tante promesse elettorali che ci propinano da anni per poi assistere al nulla più totale. La proposta è stata respinta probabilmente perchè presentata dall’opposizione e non importa che sia stata studiata nell’interesse della collettività, in questo municipio la collettività non viene contemplata. Lo dimostra il fatto che stiamo discutendo da mesi sugli stessi temi perchè nessuno ha fatto nulla per risolvere i problemi. E’ veramente demoralizzante come scriveva Martina a proposito del “caso Molinari” e io stessa l’ho incoraggiata a continuare a partecipare, ma forse ha ragione lei: tanto bla bla e nessuna sostanza e questo a nostre spese!

  2. 1) mi risultano già esistere commissioni che trattano di questi temi.

    2) si parla di costi della politica (segreteria etc) e il Partito Democratico propone di istituire un’altra commissione che è pure doppione, ma siete impazziti ?

    3) per quale motivo se il PD è tanto sensibile a qusti temi ha votato contro, solo 2 settimane fa, le linee programmatiche del XX Municipio nelle quali in primis vi era appunto la sicurezza ?

    Basta con la politica delle chiacchiere, non ci crediamo più, siamo molto più informati

  3. Cara Carla hai ragione, alle chiacchiere non ci crediamo più da tempo però bisogna anche essere oneste, perchè la proposta di Sterpa non era aggiuntiva ma alternativa a quella della maggioranza cioè non era un doppione come dici tu. Anzi avevano proposto solo 6 commissioni invece della decina che hanno fatto quindi in termini di costi un risparmio ci sarebbe stato veramente. Cari saluti.
    Anna Maria

  4. Veramente oggi durante il consiglio municipale la proposta dell’opposizione è stata di istituire una commissione speciale sulla sicurezza.
    Quando gli è stato fatto notare che la commissione speciale ha poteri limitati, allora hanno chiesto di farla permanente.
    Dopodichè la maggioranza ha detto di no in quanto la sicurezza era già presente in una commissione ed inoltre a livello comunale il sindaco si è già mosso creando un tavolo di confronto con governo e forze dell’ordine.
    Questi sono i fatti. Il resto sono parole.

  5. I fatti veri sono quelli constatati da Eretico nel suo commento: la sicurezza non è stata assegnata a nessun assessore, non è stata delegata a nessun consigliere ed è stata messa in una commissione minestrone, allo stesso livello degli affari generali del regolamento, del personale e del patrimonio. E’ questa tutta l’attenzione data alla sicurezza dal nostro municipio ? meno male che doveva essere l’obiettivo n.1 del programma di governo del presidente.

  6. Ben detto, caro maurizio! Il tema della Sicurezza è tanto importante che la delega è nelle mani del Presidente del Municipio che partecipa ad un tavolo permanente già istituito dal Sindaco Alemanno con gli altri Presidenti di Municipio e le Istituzioni preposte alla Sicurezza! …lasciateci lavorare serenamente e poi ci giudicherete con equilibrio ed imparzialità, se ne siete capaci!
    Cordiali saluti, Simone Ariola.

  7. Mi chiedo perchè Pierluigi parli di cose che non ha visto direttamente e che gli hanno raccontato male.
    1. L’emendamento del PD era per l’istituzione di una commissione speciale. Non c’è stato nessuno, e sottolineo nessuno, ulteriore emendamento volto a cambiare la parola speciale con permanente. Basta vedere i Verbali della seduta e le relative votazioni.

    2. Nessuno ci ha fatto notare che la commissione speciale ha poteri limitati difatti secondo l’art. 38 comma 2 del Regolamento del Municipio “per il funzionamento delle Commissioni speciali si applicano in quanto compatibili le norme regolamentari relative alle commissioni permanenti”. L’unica differenza è il fine (trattazione particolari argomenti), la modalità di richiesta (almeno 1/4 dei consiglieri) e l’eventuale termine.
    I poteri e le dotazioni sono le medesime.

    Detto questo al solo scopo di fare chiarezza e portare verità di fronte ad informazioni errate aggiungo che:

    a) la nostra proposta originaria era di ridurre le commissioni per garantire maggiore speditezza dei lavori, razionalizzazione delle competenze e maggiore presenza. Così non è stato fatto perché la maggioranza ha legittimamente optato per altre scelte.
    b) Io non contesto la proposta del sindaco Alemanno di istituzione del tavolo, anzi probabilmente è una buona idea. Il punto è che però noi siamo in Municipio e questo dobbiamo governare. Una commissione ad hoc sul tema non avrebbe levato nulla all’idea di Alemanno, ma avrebbe aggiunto una sede specifica di discussione su un tema avvertito prioritario.

    Un abbraccio

    FRANCESCO SCOPPOLA
    -Pd XX Municipio-

  8. Ben detto consigliere Ariola, è ovvio che se io, comune cittadino, avessi saputo che il Presidente Giacomini partecipa ad un tavolo permanente istituito dal Sindaco con gli altri Presidenti di Municipio e le forze dell’ordine forse non avrei fatto la critica che ho fatto.
    Ma a noi chi ce le dice queste cose ? a che serve avere fatto “il presidente informa” sul sito del municipio se poi non ci informate di niente ?
    Prometto che la lascerò lavorare tranquillamente ma a condizione che facciate presto perchè la sicurezza non ha tempo da perdere, però lei non sia così stizzito con chi fa critiche mettendo in dubbio la sua capacità di giudicare, non è stato educato da parte sua, lei è un uomo politico e deve saper accettare con calma sia le lodi che e le critiche.

  9. Cara Annamaria , la proposta del cons Sterpa era strumentale, in quanto mi è stato detto che il giorno prima in conferenza di capigruppo lo stesso Sterpa era daccordo con quelle che poi sono state votate solo dalla maggioranza .
    sa come si dice dalle mie parti ? PERSONAGGI IN CERCA D’AUTORE

  10. mi corre l’obbligo di specificare quanto sopra.

    Il comunicato del cons. Sterpa è una falsità gigantgesca.

    Venga qui, il cons. Sterpa, a raccontare quanto da lui detto in conferenza del capogruppi nel momento in cui un consigliere – il sottoscritto – ha proposto l’istituzione della commissione PERMANETNE sulla sicurezza. Dato che non ha il coraggio di farlo, lo faccio io: 1.000 dubbi sulla scelta politica, sulle competenze, sul significato.

    Ci dica il cons. Sterpa cosa ha rivendicato in cambio dell’appoggio politico all’istituzione della commissione di cui sopra, della quale, è opportuno specificare, non è stata avanzata, da parte mia, alcuna richiesta in merito alla composizione. Ci dica qui quanti interventi ha dedicato alla composizioni di commissioni per lui decisamente più “strategiche” e quanti – eccezion fatta per l’emendamento scritto in fretta e furia in consiglio – alla commissione sicurezza.

    Questo per quanto attiene all’opposizione che, per queste vie, perde, a mio modo di vedere, la propria credibilità. Ultima precisazione: La Destra ha votato contro tutti gli emendamenti proposti – quelli della maggioranza come quelli dell’opposizione – in ossequio ad un principio che, in una certa politica, non sembra valere: quello che un uomo vale quanto la sua capacità di rispettare la parola data.

    Ai membri della maggioranza dico che una opportunità polica è stata persa; calcoli personalistici hanno impedito l’istituzione di una commissione la cui presenza, di certo, male non avrebbe fatto. Come ho avuto modo di specificare, si trattava di creare una utile interfaccia con i cittadini cui rivolgersi per segnalare causa di “potenziale pericolo” e per istruire relazioni da presentare al consiglio.

    E’ chiaro, la commissione esiste comunque, ma il suo significato – accorpata com’è a materie che non hanno alcuna attinenza – ne risulta sminuito. Ciò non toglie che il lavoro della commissione in questione sarà periodicamente soggetto al vaglio del consiglio.
    Sarà mio primario interesse quello di presentare alla commissione sicurezza tutte le questioni di potenziale o concreto pericolo per i cittadini del XX, delle quali sono a conoscenza.

    Personalmente esprimo il mio sdegno per quanto accaduto nell’ultima seduta di consiglio, una vera pantomima politica all’insegna della ripicca, della falsità e del mancato rispetto di quanto concordato nel corso di tavoli precedenti.

    Se questa è la politca istituzionale, capisco perchè la maggior parte dei cittadini provi ribrezzo nei confronti della categoria che, molto indegnamente, rappresentiamo.

  11. Cara Carla, non so quanti anni hai ma io, arrivata ai 60, ho imparato una cosa dalla vita: che bisogna credere solo a ciò che ascoltano le tue orecchie e a ciò che vedono i tuoi occhi. Può dasi pure che le cose siano andate come ti sono state riferite ma, credi a me, il passa-parola inevitabilmente le ingigantisce sempre.
    Lascia riposare in pace Pirandello. Quando vuoi scandalizzarti, ed inostri cari politici municipali di ogni partito non mancano di darcene motivo, fallo basandoti però sulle tue certezze perchè quelle degli altri inevitabilmente sono sempre di parte.
    Un caro saluto.
    Clara

  12. Cari amici del blog,

    apprezzo che in molti abbiate partecipato al dibattito sulla nostra proposta.
    Mi dispiace per i commenti che non sono fondati su dati reali.

    Nella Conferenza dei Capigruppo la proposta del PD non ha avuto consenso, a parte un cenno de La Destra. Il PDL è venuto con la lista delle Commissioni e dei nomi: prender eo lasciare. Cosa avrebbe dovuto fare il PD? Siamo minoranza e quindi proponiamo emendamenti in Consiglio.

    Non voglio convincervi alla fiducia sulla parola. Leggete il verbale della Capigruppo Carta canta.

    Non intendiamo strumentalizzare nulla, ma quello che è evidente è il nervosismo e la difficoltà del centrodestra tanto da far intervenire, a scrivere commenti su questo blog, il fratello di un consigliere municipale, il Presidente del Consiglio ed il capogruppo della Destra, partito che sostiene Giacomini.

    Comunque, per chi vuole costruire un confronto serio, visto che noi non strumentalizziamo un bel niente, ecco il mio cellulare: 334.3827983.

    Non rimane che telefonare.

    Buon lavoro.

    Alessandro Sterpa
    Capogruppo PD
    Municipio XX

  13. Sterpa , Ariola , Scoppola , Antonini , Pierluigi &C , ci state prendendo per il culo ?

    Ma veramente pensate che possa appassionare questa questione delle commissioni ?
    Ma veramente pensate che uno possa avere tempo da perdere nel controllare personalmente nei vari vostri consigli chi ha detto questo o proposto quest’altro ?

    Invece delle soluzioni state ancora a pensare agli strumenti , effimeri come possono esserlo altre inutili e stucchevoli commissioni.

    Nessuno di voi intende “strumentalizzare” , intanto però ce le fate quadrate con queste insensate discussioni.

    Uno propone sei commissioni al posto di dieci, quell’altro ancora sta studiando quale siano gli esiti ed i documenti, l’altro ancora avoca a sè competenze sulla sicurezza in modo talmente geloso che nulla trapela e nulla viene fatto.

    Io non sono un politico , quindi può darsi che non capisca , anzi è certo che non capisco.

    So solo che se io lavorassi con questa “concretezza” e con questi risultati o morirei di fame o sarei cacciato.

    Per vostra fortuna invece siete politici.

  14. tò! per una volta tanto, ma è una eccezione, sono daccordo con aragorn.

    ‘sti consiglieri si sbracciano tanto su formule e formulette, si ideologizzano su emerite castronerie, fanno trincee come se stessero sul Piave.

    Ahòòòòòò ! a consiglieri, svejateveeee (detto con il dorso della mano destra appoggiata sulla guancia sinistra) la guerra è finita!

    rimboccatevi le maniche e riconoscete che vi abbiamo messi li (noi cittadini e contribuenti) , secondo il metodo democratico, per fare le cose e risolvere le emergenze; e vi chiediamo una cortesia: lavorate il più possibile di comune accordo (secondo il metodo democratico) come se faceste parte tutti della stessa squadra, quella italiana. E soprattutto una cosa, imparate a valorizzare l’esperienza, la passione e le capacità dei colleghi che siedono nella maggioranza/opposizione, questo per il bene di tutti.

    forza azzurri, forza lazio, respect

  15. per aragorn (con il quale sono spesso d’accordo) e tutti gli altri

    lasciate perdere le frasi di Shakespeare e venite a verificare di persona cosa voglia dire prendere un posto degradato, sicura fucina di rischio e degrado, sicuro asilo e nascondiglio per chi non ha titoli per abitare questo municipio, questa città, questa nazione, e renderlo accessibile a tutti.

    Venite a vedere cosa significhino le parole sacrificio – sia fisico che economico – abnegazione e, persino, fede in una certa politica.

    Non passate tutto il vostro tempo libero davanti ad un computer pensando di poter distribuire patenti di “azione” che non vi potete permettere di elargire.

    Quando qualcuno di voi sarà presente alle azioni che sono state fatte e che saranno fatte per dare “una sveglia” seria al governo del municipio e della città, allora proverò maggiore interesse nel discutere con voi di ogni cosa.

    Pur scrivendo occasionalmente su questo forum, ricordate che parlate con persone che vivono in mezzo alla strada, senza mezzi, senza soldi, senza coperture istituzionali – quelle che non mancano a Sterpa -e che, convinti delle proprie ragioni, sono disposti a mettere volti e storie in prima fila. Prima fate altrettanto e poi veniteci a criticare.

  16. Antonini , se fossimo a scuola direi che sei andato decisamente fuori tema.

    Sembra quasi una “excusatio non petita, accusatio manifesta” , che c’entra quello che viene richiesto da cittadini stanchi di e da determinate situazioni nei confronti di una classe politica che oltre a proclami fin’ora ha fatto poco o nulla ?
    Che c’entrano le occupazioni tipo farneto ed altre con quello che viene richiesto ?
    E chi le contesta ?
    Anzi mi sembra che gli interventi che ho letto sono stati sicuramente di appoggio e partecipazione e sicuramente bi-partizan come è di moda dire.

    Non ti piace shakespeare ?
    Bene, un Altro disse che “le mie parole vengono dopo i fatti” o che “le parole in determinati momenti possono essere dei fatti”

    E’ questo che si chiede alla fine , fatti e non parole.
    Se voi di fatti ne fate , bene anzi benissimo.
    Per quello che chiediamo non servono soldi e coperture istituzionali.

    Ma soprattutto – consentimi – cosa ne sai con chi stai parlando ?
    Quello che uno è stato ( ed è ) , c’è tempo per ogni cosa.
    Sempre Quello disse che la giovinezza è un dono divino, che però la maturità consapevole degli anziani deve salvaguardare dalle insensate dissipazioni e dalle malcerte precocità.
    Anche se poi non sono così anziano.

    E francamente non è di molto simpatico approccio il fatto che “se presenti alle azioni ,proverò maggiore interesse nel discutere con voi di ogni cosa” od il fatto che secondo te “…non vi potete permettere di elargire”.
    L’interesse ci dovrebbe essere sempre da parte tua ( scusa il tu .. ) , sei stato eletto.
    Non vorrei arrivare al punto di dire che se vabbè , proprio non vuoi parlare , me ne farò una ragione.
    Sarebbe una sconfitta per tutti.
    Un saluto.

  17. Specifico il senso del mio intervento, affinchè nessuno si offenda….non ce n’è ragione.

    Se nel blog si affronta l’argomento “commissioni” all’interno del municipio, è chiaro che tutti gli esponenti politici spiegheranno le poprie posizioni.
    E’ spiacevole sentirsi poi accusati di essere, nella sostanza, “inconcludenti chiacchieroni”. Credo sia spiacevole per tutti i mie “colleghi”, ma lo è tanto più per chi, come il sottoscritto, oltre a rappresentare i propri elettori, rappresenta anche una comunità umana e politica che giornalmente compie sacrifici, inspiegabili a parole, per la fede che prova nei confronti di un progetto politico e di una idea.

    Forse sarebbe più giusto che il blog non fosse usato come strumento di propaganda politica, ma come luogo di scambio di notizie ed opinioni, nonchè di “visioni politiche” da parte dei consiglieri che partecipano alle discussioni.

    Forse sarebbe più opportuno che non ogni seduta di consiglio fosse sottoposta alla “pubblica discussione da lavatoio”, non certo per nascondere qualcosa, ma per evitare – a scanso di incomprensioni su Shakespeare – “too much ado about nothing”.

    “L’unica cultura che riconosciamo è quella che diventa azione”; vorrei, per questo, poter parlare solo delle nostre iniziative, ma, se chiamato direttamente in causa, non posso esimermi…..

    un saluto

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome