Home ATTUALITÀ XX Municipio: I have a dream

XX Municipio: I have a dream

I have a dream” così iniziò, esattamente 40 anni fa (il 28.8.1963), lo storico discorso di Martin Luther King… Senza voler assolutamente dissacrare quell’evento, anche noi, nel nostro piccolo, diciamo “I have a dream” ed è quello di vedere attuate le risoluzioni del XX Municipio in tempi accettabili, senza che ogni volta si debbano attendere quelli di un parto (si veda il caso di via Belloni, trattato nel nostro ultimo articolo del 2 agosto).

semaforopedonale.jpgBene, esattamente si mesi fa (il 28.2.2007) il Consiglio del XX Municipio, sulla scia di numerose richieste avanzate dai cittadini, vota all’unanimità la Risoluzione n.30 con la quale, a tutela della sicurezza dei pedoni, dispone l’installazione di un semaforo per l’attraversamento pedonale in Piazza Moizo (via della Farnesina) all’altezza delle strisce pedonali che congiungono Parco Atleti Azzurri d’Italia e Parco Tassoni.

Perché un semaforo pedonale in una zona decentrata ed apparentemente sicura ?

I due Parchi sono molto frequentati, il primo perché è un giardino per bambini ed il secondo perché è un’area verde per cani. I due parchi sono uno di fronte l’altro, a congiungerli ci sono delle strisce pedonali (peraltro anche sbiadite) e l’attraversamento è continuo, spesso da parte di bambini che portano il loro amico a quattro zampe nell’area a lui riservata.

Fin qui nulla di strano se non fosse per il fatto che la segnaletica di attraversamento pedonale è semi nascosta per un terzo della sua lunghezza (dal lato di Parco Tassoni) dal muro di cinta di un villino privato confinante su Piazza Moizo e pertanto le auto in discesa da Via della Farnesina e quelle provenienti da via Nemea non hanno la possibilità materiale di accorgersi in tempo debito dei pedoni, provenienti dal Parco Tassoni, in quanto nascosti da tale muro.

Esiste pertanto un reale pericolo per l’incolumità dei pedoni, segnalato da numerosi cittadini e comprovato da diversi episodi nei quali alcuni degli stessi hanno corso il rischio di essere investiti. Ma nonostante che tale pericolo sia stato riconosciuto reale nella Risoluzione di cui sopra sono passati sei mesi ed il semaforo ancora non c’è.

Forse perché dopo sei mesi sarebbe un parto prematuro, forse dobbiamo aspettare, come nel caso di via Belloni, che si compia il ciclo della natura ed arrivi il nono mese.

I have a dream.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome