Home ATTUALITÀ Di notte sulla Cassia Bis. Dove vige il caos

Di notte sulla Cassia Bis. Dove vige il caos

lavori-notte
Roma Nord: I Quartieri Emergenti e Le Opportunità da Non Perdere

Non è la prima volta che sulla Cassia bis ci si ritrovi di notte a subire cambi di rotta. All’improvviso, senza avvisi preventivi, ci si ritrova a dover cambiare strada, perché l’interruzione di circostanza obbliga a farlo.

Stanotte è accaduto all’altezza dell’ingresso di Formello, all’improvviso una luminosissima freccia intermittente e un’accozzaglia di coni stradali hanno costretto gli automobilisti all’uscita forzata. A Formello, appunto.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

Nessuna indicazione aveva preventivamente avvisato chi era al volante. In stile fantozziano, nel buio della notte, appena uscito dalla rampa d’accesso formelliana l’automobilista si è ritrovato a ricercare sul navigatore del telefonino una nuova strada per tornare a casa.

La qual cosa ha significato percorrere – beninteso al buio, che di illuminazione neanche a parlarne – una decina di chilometri e ritrovarsi a La Storta con passaggio obbligato sulla via Cassia. La tiritera ha portato a un ritardo di venticinque minuti, roba che un automobilista stanco, a quell’ora della notte, non vede che il letto e l’opportunità di riposare.

Per la cronaca, neanche un mese fa identica situazione s’era verificata per chi dal raccordo anulare doveva imboccare la Cassia bis lasciandosi la direzione Aurelia alle spalle.
Quella volta la consueta freccia luminosa tipo stella cometa e i coni allocati in piena curva obbligarono l’automobilista a deviare per l’ospedale Sant’Andrea, a tornare sul raccordo anulare e a riprendere la strada di casa dalla parte opposta, con la Flaminia alle spalle. Forse – chiusura amara – era meglio al tempo delle bighe…

Leonardo Morelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome