Home ATTUALITÀ ‘Il mondo di carta’ di Giuseppe Marchetti Tricamo e Giancarlo Tartaglia

    ‘Il mondo di carta’ di Giuseppe Marchetti Tricamo e Giancarlo Tartaglia

    La straordinaria avventura del libro e del giornale da Gutenberg a Bernes-Lee. Dai caratteri mobili all’era digitale

    libri
    ArsBiomedica

    É in libreria Il mondo di carta (pp. 368, euro 18) di Giuseppe Marchetti Tricamo (già dirigente Rai, già direttore di Rai Eri e docente di Scienze della comunicazione) e Giancarlo Tartaglia (segretario generale della Fondazione Murialdi per il giornalismo italiano).

    Tutto ha avuto origine con la straordinaria invenzione che cambiò il mondo. Succedeva intorno al 1450, a Magonza, in riva al Reno. Toccò a Johannes Gensfleisch, detto Gutenberg, un geniale cinquantenne, che aveva un’abilità manuale connessa alla sua precedente professione di orefice, il merito dell’invenzione dei caratteri tipografici mobili.

    Continua a leggere sotto l‘annuncio

    Il debutto avvenne con un libro che resterà per sempre nella storia dell’editoria. Si tratta di una Bibbia stampata (tra il 1452 e il 1456) in due volumi. Ma Gutenberg non sapeva che ben 78 anni prima fu stampata un’antologia Zen, la Chikchi, che contende alla sua Bibbia il primato di libro più antico.

    La stampa si diffuse rapidamente. Da allora all’era digitale il libro e il giornale hanno vissuto una straordinaria avventura. Figure di spicco editori, scrittori, lettori, librai. Tutti a misurarsi con il mercato.

    L’Italia fu, da subito, protagonista: c’è sempre stata una sensibilità consistente nei confronti dell’editoria, che si tende ad articolare in tre generazioni. Una prima fu quella dell’Italia postunitaria con la sua produzione di libri, giornali, riviste con un sistema industriale moderno.

    L’editoria di seconda generazione arrivò con il boom italiano e dei mass media, quando ai libri, ai giornale e alle riviste si affiancarono radio, televisione, cinema e pubblicità. Quella di terza generazione è diventata, a fine Novecento, industria della comunicazione.

    Un flusso multimediale continuo, complesso, globale controllato dai grandi gruppi o per segmenti specialistici da medio – piccoli editori. Una quarta generazione si è da poco affacciata nel mondo editoriale con gli e-book e nuovi soggetti che si affiancano ai tradizionali.

    Il mondo di carta presenta il profilo di editori di libri, riviste e quotidiani, che hanno resistito alle mutazioni dei mercati e, passati attraverso ristrutturazioni societarie, sono arrivati fino ai nostri giorni.

    Inoltre, questa pubblicazione, racconta le storie ufficiali e personali e i vezzi di grandi editori e di grandi giornalisti, quali Arnoldo Mondadori, Angelo Rizzoli, Valentino Bompiani, Edilio Rusconi, Livio Garzanti, Leo Longanesi, Mario Pannunzio, Indro Montanelli, Eugenio Scalfari e altri.

    Stai cercando qualche buon libro da mettere in valigia? Dai un’occhiata alle nostre altre recensioni, clicca qui sotto

    Libri per lei e libri per lui recensiti da noi

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    LASCIA UN COMMENTO

    inserisci il tuo commento
    inserisci il tuo nome