Home ATTUALITÀ Sciopero 2 dicembre, a Roma stop trasporti pubblici e raccolta rifiuti

Sciopero 2 dicembre, a Roma stop trasporti pubblici e raccolta rifiuti

sciopero-bus
Claudio Galli

Venerdì 2 dicembre sciopero nazionale di 24 ore indetto da numerose sigle sindacali fra le quali la più rappresentativa è quella Usb. Interesserà  i trasporti pubblici ma anche molti servizi essenziali.

A Roma saranno a rischio bus, tram, metropolitane e ferrovie urbane di Atac assieme alle oltre cento linee bus periferiche gestire da Roma Tpl. Disagi potranno verificarsi dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

Anche i lavoratori Ama saranno coinvolti dallo sciopero. Lo fa sapere un comunicato della società sottolineando che però che “trattandosi di organizzazioni sindacali non rappresentative si prevede un’incidenza limitata sull’erogazione complessiva dei servizi aziendali di igiene urbana“.

In ogni caso, spiega Ama, sono saranno attivate tutte le procedure per assicurare i servizi minimi essenziali come il pronto intervento a ciclo continuo, la pulizia mercati, la raccolta rifiuti prodotti da case di cura, ospedali, caserme.

Perché lo sciopero? La risposta, in  sintesi, arriva dal sito web dei Cobas dove si legge che l’agitazione è stata proclamata per chiedere il rinnovo dei contratti e l’adeguamento automatico dei salari al costo della vita con recupero dell’inflazione reale, l’introduzione per legge del salario minimo di 12 euro l’ora, interventi per congelare e calmierare gli aumenti del costo di energia e dei beni primari e la riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome