Home ATTUALITÀ Galleria Giovanni XXIII, dopo un anno i tutor sono ancora spenti

Galleria Giovanni XXIII, dopo un anno i tutor sono ancora spenti

Tempi duri all'orizzonte per gli indisciplinati a quattro e due ruote di Roma Nord

galleriagiovannixxiii tutor
Promuovi la tua attività commerciale a Roma Nord

Sembra che recentemente lo stesso primo cittadino di Roma, Roberto Gualtieri abbia chiesto notizie dei tutor nella Galleria Giovanni XXIII. Uno dei ” gialli” che punteggiano la vita amministrativa della capitale.

Installati esattamente un anno fa, attendono solo che qualcuno li accenda. Quattro per ogni senso di marcia, la gestazione è stata lunga e faticosa: l’ok definitivo è datato 2017. L’installazione, quattro anni dopo. E sono ancora inspiegabilmente spenti. Al punto da suscitare la curiosità del sindaco.

L’apparato installato è di nuova generazione, costoso e molto preciso, applica tecnologie anti roditori e antifumo. Il nome per esteso è SICVE, ossia sistema informativo per il controllo della velocità. È in grado di rilevare targa e velocità del mezzo in più frazioni di viaggio in modo da calcolare la velocità media di percorrenza che non deve superare i 70 km orari e in questo caso far partire la sanzione.

Una tecnologia sofisticata utile per dissuadere dal premere sul pedale dell’acceleratore su un nastro di asfalto di tre chilometri scarsi ma molto molto veloci. Il tasso di incidentalità in galleria è infatti molto elevato; i curvoni e le discese sollecitano la velocità e l’andatura senza controllo. Da qui la decisione di scoraggiare l’uso dell’acceleratore con i tutor, fatto salvo il periodo di sperimentazione e di informazione per gli automobilisti e i motociclisti.

Messa a punto la galleria con il rifacimento del manto stradale, dell’illuminazione e dei pannelli laterali non restava che accendere i tutor. Che invece restano spenti. Ricostruire quel che è accaduto nella lunga pausa non è stato facile.

All’inizio una contesa tra uffici capitolini per la gestione del server. Risolto il braccio di ferro è subentrato il lavoro tecnico del Simu (il Dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana) con relativa apposizione della segnaletica.
Adesso è tutto nelle mani della Polizia Locale alla quale competono i test sul sistema, la verifica sulla attendibilità della piattaforma sulla quale si stanno concentrando le attenzioni per evitare brutte sorprese, e infine la conformità dell’apparato con tutte le norme anche quelle a tutela della privacy.

Un lavoro che pare prendere molto tempo. Anche se la curiosità del sindaco, alle prese con l’emergenza sicurezza sulle strade di Roma, è servita ad accelerare i tempi. Per cui, assicurano, l’entrata in funzione è prossima. Impossibile però avere una data. (red/RL)

Un anno fa…

Installati i primi 4 tutor nella Galleria Giovanni XXIII

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 commento

  1. Vado spesso nella galleria rispettando i 70 km/h e regolarmente, a parte poche eccezioni, vengo superato anche a gran velocità, soprattutto nelle ore di punta. Poi succede l’incidente (è normale che accada) e la galleria e tutto il traffico del quadrante nord-ovest di Roma si blocca.
    Quando attiveranno i Tutor, saranno diventati vecchi.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome