Home SPORT Nuoto, a Foro Italico è baby-boom azzurro

Nuoto, a Foro Italico è baby-boom azzurro

nuoto-piscina
Ottica Artigiana Carli

Si comincia col sole e si chiude con la pioggia, quella all’inglese, che non bagna. Fitta fitta, leggera, sottile. Ma qui subito va detto, nonostante Giove Pluvio, che neanche Hans Christian Andersen avrebbe saputo scrivere una favola più bella.

Al Foro Italico i nuotatori azzurri esaltano la folla presente sugli spalti e conquistano medaglie (d’oro) a ripetizione. E quando suona a più riprese l’inno di Mameli il pubblico canta a squarciagola e applaude in maniera ritmata. Sì, pare una favola.

Comincia Giorgio Minisini, che agguanta il primo gradino del podio nel “solo tecnico” (85.7033), precedendo lo spagnolo Fernando Diaz Del Rio (secondo con 79.4951) e il serbo Ivan Martinovic (terzo, con 58.8834).

Il sincronizzato femminile non è certo da meno. Nell’“highlights” le azzurre conquistano l’argento. Per Domiziana Cavanna, Linda Cerruti, Costanza Di Camillo, Costanza Ferro, Gemma Galli, Marta Iacoacci, Marta Murru, Enrica Piccoli, Federica Sala e Francesca Zunino il punteggio finale è di 91.7000, e sono seconde solo dietro all’Ucraina, oro con 94.0667 e arrivano davanti alla Francia, bronzo, con 89.2000. E nel “solo tecnico femminile” è d’argento anche Linda Cerruti.

Sulla piscina del sincronizzato si smorzano i riflettori, gli spettatori si spostano sull’altra vasca, quella del nuoto. E subito si spellano le mani per l’oro di Margherita Panziera, nata a Montebelluna ma romana d’adozione. Vince il suo terzo oro europeo di fila in 2:07.13, tempo da urlo ma comunque sotto i suoi standard.

Neanche il tempo d’esultare che subito Thomas Ceccon, l’antipersonaggio, conquista il gradino più alto del podio nei 50 metri farfalla. Finisce qui? Macché, l’Italia conquista subito altre due medaglie, un oro e un argento nei 100 metri rana. Nicolò Martinenghi e Federico Poggio arrivano primo e secondo in una gara combattuta ma comunque gestita in maniera sontuosa dai due nuotatori italiani.

E poi arriva un altro oro, quello della romana Simona Quadarella, che vince pure lei (come la Panziera) il suo terzo titolo europeo di fila conquistando l’oro negli 800 stile libero. Quinta classificata l’altra italiana in gara, Martina Caramignoli. E arriva un altro argento, quello della 4×100 “mista mista” (due uomini e due donne: Thomas Ceccon, Nicolò Martinenghi, Elena Di Liddo e Silvia Di Pietro), seconda alle spalle dell’Olanda.

E infine quelli che vanno in finale, domani nei 100 stile libero ci saranno Alessandro Miressi e Lorenzo Zazzeri, nei 100 rana ci sarà la campionessa mondiale Benedetta Pilato, nei 200 metri Matteo Restivo e Lorenzo Mora.

Guardate le date di nascita dei nuotatori azzurri, quasi tutti nati dopo il Duemila. E’ baby-boom.

Leonardo Morelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome