Home ATTUALITÀ Giochi e sport al Fleming per la Festa di Primavera

Giochi e sport al Fleming per la Festa di Primavera

festa-primavera-fleming
Esposizione al sole

Nella mattina d domenica 15 maggio, il quartiere Fleming ha ospitato la “Festa di Primavera”, un’iniziativa che ha visto coinvolti il Municipio XV, con i suoi rappresentanti, e l’Istituto Nitti, luogo ospitante.

Giochi, animazioni, sport, cultura e laboratori educativi a cui hanno partecipato bambini, ragazzi e le loro famiglie, che si sono così appropriati per una mattina di via Francesco Nitti, chiusa al traffico e ripulita per l’occasione.

“Ogni anno inseriamo nelle nostre attività progettuali delle iniziative che possano dare ai ragazzi dei messaggi educativi, andando oltre la didattica”, spiega Marzia Vitaliano, Preside della Nitti. L’annuale torneo di calcetto della scuola, realizzato per raccogliere fondi a supporto della Fondazione Mia Neri, grazie all’input del Municipio, si è trasformato così in un’occasione di festa e condivisione per la comunità.

“Chiudere una strada e regalarla alla comunità è un tentativo di farla riappropriare del suo territorio”, dichiara il Presidente del XV Municipio, Daniele Torquati. “Giornate come queste sono importanti anche per i bambini affinché vedano la differenza, in termini di umanità, rispetto a quello che succede, nella stessa strada, durante la quotidianità”.

I giovanissimi del quartiere hanno avuto così un’occasione per riunirsi in attività ludiche, sportive e di formazione. Calcetto, tiri a basket, dimostrazioni di Ju Jitsu e boxe, partite a scacchi e laboratori creativi sono solo alcune delle attività che sono state organizzate per loro mentre i bambini sono stati coinvolti in giochi di animazione.

Come sottofondo la musica suonata da una band live, anche se non sono mancati momenti interculturali in cui sono state proposte tradizionali danze africane. Grande attenzione ha destato la dimostrazione degli educatori cinofili di Alto Aterno, che hanno coinvolto i bambini in prove di ricerca e salvataggio ad opera dei loro amici a quattro zampe.

“Trasformiamo le strade in piazza. Dopo due anni di chiusure ci riappropriano del quartiere. Incontrarsi e fermarsi per stare insieme è quanto di più i ragazzi hanno bisogno in questo momento, la condivisione è importante e vorremmo provare a trasformarlo in un appuntamento ricorrente”, dichiara l’Assessora municipale alla Scuola e alla Cultura, Tatiana Marchisio.

Alcune realtà sociali sono state coinvolte nella realizzazione della giornata. Si tratta, in particolare, della Fondazione Mia Neri, che da anni sostiene la ricerca nel campo dell’oncologia pediatrica, e della Fondazione Gaya von Freymann, nata per dare supporto alle vittime degli incidenti stradali a seguito della morte di Gaia e della sua amica Camilla Romagnoli, avvenuta a dicembre 2019 su Corso Francia.

Hanno, infine, contribuito alla realizzazione della festa anche diverse realtà commerciali del quartiere, coinvolte dall’Assessore municipale alle Politiche del Commercio, delle Attività Produttive e dello Sport, Tommaso Martelli. “Quando abbiamo iniziato a coinvolgere le attività commerciali del territorio, abbiamo visto entusiasmo e partecipazione da parte loro, come se non aspettassero altro che essere nuovamente coinvolte in attività come queste, dopo due anni così difficili”, dichiara l’Assessore.

Un lavoro di squadra che ha visto scendere in campo la scuola Nitti, le realtà sociali e commerciali del quartiere, il governo di prossimità per stimolare bambini e ragazzi a sentirsi parte del loro territorio e recepirlo come un luogo sicuro, dove trascorrere momenti divertenti e di convivialità con amici e genitori senza il disturbo del traffico e lo stress della quotidianità.

Caterina Somma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome