Home ATTUALITÀ Via Panattoni, ripartono i lavori per i cassonetti anti-cinghiali

Via Panattoni, ripartono i lavori per i cassonetti anti-cinghiali

panattoni
Ottica Artigiana Carli

Dopo mesi di stop, ripartono i lavori in via Panattoni per la realizzazione di quattro postazioni per la raccolta rifiuti in versione anti-cinghiali.

Nella tranquilla stradina a senso unico che congiunge la zona di via Cassia ‘Antica’ con il piccolo quartiere del Villaggio dei Cronisti, sulla Cassia, le prime opere erano state avviate nell’estate del 2021, con due mesi di divieti di sosta che avevano messo in non poca difficoltà i residenti.

In cambio dei disagi, gli abitanti di via Panattoni sarebbero stati ben ripagati: stop ai cassonetti rovesciati dai cinghiali (lì ne abbondano, la strada confina con la Riserva Naturale dell’Insugherata), stop ai banchetti notturni con sacchetti lacerati e rifiuti sparsi sulla strada.

I lavori dovevano finire a ferragosto. In realtà, dopo aver rotto l’asfalto, posizionato in terra dei blocchetti di travertino e messe le transenne, gli addetti ai lavori sono spariti e tutto si è fermato. Progetto sbagliato, mancanza di fondi, non s’è mai saputo il perché.

E’ di oggi invece la novità. “La ditta incaricata dall’amministrazione del XV Municipio oggi ha iniziato i lavori per le postazioni anti-cinghiale per la raccolta dei rifiuti in via Panattoni” annuncia in una nota l’assessore all’Ambiente del Municipio, Marcello Ribera, il quale a VignaClaraBlog.it fa sapere che “al momento sono tre le postazioni interessate dai lavori, di cui la prima dovrebbe essere pronta entro la prossima settimana”.

La quarta postazione coincide col muro pericolante che è stato transennato da mesi. Il proprietario, trattandosi di proprietà privata, è stato diffidato ma ancora non è intervenuto. “Nel frattempo – spiega Ribera – ogni giorno gli addebitiamo la tassa di occupazione suolo pubblico delle transenne”.

Ma se non si decide? Quel muro non potrà restare pericolante all’infinito, sarà dunque il caso, a parer nostro, di ricorrere alla procedura dell’esecuzione in danno: il Comune lo ripara e poi addebita le spese a chi avrebbe dovuto farlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

10 COMMENTI

  1. A Via Panattoni al momento non c’è niente solo la rete arancione gettata in terra, gettati a terra i cartelli stradali, tanti rifiuti: è sparito anche il gabinetto della SEBACH (è rimasta però la solita, immancabile, fettuccia rossa. I “lavori” sono tre colatine di cemento per chiudere i buchi fatti un anno fa. Ora siccome le opere nel XV Municipio necessitano di un tempo medio di 25 anni (Centro Anziani, Parco Volusia, Stazione di Vigna Clara, varie rotonde…..), abbiamo ancora almeno 23 anni di tempo….non c’è fretta quindi!

  2. Vorrei che qualcuno di voi lettori mi informasse su come sono/saranno (?) queste “postazioni ante cinghiale” e come dovranno/dovrebbero (? funzionare. Io non l’ho capito.

  3. La prima settimana è terminata e NON C’E’ TRACCIA DI NESSUNA POSTAZIONE; non ci sono operai al lavoro, non ci sono lavori, non c’è niente di niente! Questi ci prendono per i fondelli! E la cosa grave è che lo fanno ben consapevoli che i cittadini, che non sono mica dei cretini, se ne renderanno conto e si incavoleranno…..ma a LORO cosa importa? L’importante è SPARARE ANNUNCI per far vedere che sono più bravi di chi li ha preceduti……..CHE PENA!!!!!

  4. Vorrei porre l’attenzione che oltre al tempo inutilmente trascorso , c’è anche un altro “problema”.
    Gli iniziali “scassi” nell’asfalto , la dotazione dei blocchi di marmo , il seguente riempimento degli stessi scassi , la rimozione dei blocchi , l’installazione del bagno chimico e la relativa rimozione , tutte cose – inutili – che avranno pur avuto un costo !
    O se li è addebitati il poco solerte Marcello detto anche Ribera ma non ci credo
    O lavori sono stati eseguiti dalla ditta Penelope sas che lavora per diletto facendo e disfacendo ma non ci credo
    oppure li hanno pagati con i soldi dei cittadini fregandosene altamente dello spreco di tempo e degli stessi soldi , credo ipotesi più veritiera.
    Moira Orfei avrebbe trovato maestranze di prim’ordine in questa consiliatura ( come in quella appena trascorsa ) !
    VERGOGNATEVI

  5. I lavori si sono interrotti negli ultimi 5 giorni per un problema tecnico che è stato risolto. Inizio settimana prossima riprenderanno per la conclusione e successivamente verranno realizzate le altre postazioni. Comprendo l’esasperazione dei residenti, i lavori interrotti nell’anno precedente non avevano la copertura economica, quindi ci siamo ritrovati un cantiere parzialmente avviato e abbandonato per mancanza di finanziamento. Nella programmazione 2022 abbiamo dovuto rifinanziare l’opera.
    Cordiali saluti
    Marcello Ribera

  6. Pur apprezzando l’intervento dell’Ass. Ribera, che ci mette la faccia, dubito alquanto che possa comprendere l’esasperazione di cittadini e residenti; c’è sempre un problema tecnico o economico a giustificare quello che annunciato non viene fatto. Qua non si parla del nuovo Ponte di Genova, di una tratta autostradale, di uno stadio di calcio, di un grattacielo. In un anno neppure sono stati in grado di togliere i rifiuti e riposizionare i cartelli che indicavano i lavori in corso. Manco le scuse ci hanno fatto….

  7. Glielo spiego subito: siccome ogni intervento al XV Municipio richiede un tempo medio di 25 anni per essere portato a termine, l’Assessore, essendo in carica da 6 mesi, ha ancora 24 anni e 6 mesi per chiudere la faccenda! Chiaro?

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome