Home ARTE E CULTURA Isola Farnese, nel 2022 ingresso gratuito al Santuario etrusco dell’Apollo

Isola Farnese, nel 2022 ingresso gratuito al Santuario etrusco dell’Apollo

santuario-etrusco-apollo
Beauty journal

A sei mesi dalla riapertura del santuario dell’Apollo di Veio a luglio 2021, grazie alla sinergia istituzionale tra la Direzione Musei statali della città di Roma e l’Ente regionale Parco di Veio, i numeri dei visitatori si rivelano molto incoraggianti: in 30 giornate complessive di aperture domenicali e infrasettimanali, si sono contati oltre duemila visitatori, per una media di circa 70 presenze a ogni giornata.

Grazie al legame che unisce l’area archeologica al parco naturale e in virtù della convenzione sottoscritta tra la Direzione e l’Ente Parco, La Direzione Musei statali della città di Roma ha decretato per tutto il 2022 la gratuità del santuario dell’Apollo (o di Portonaccio), che sarà accessibile liberamente tutte le domeniche dalle 10 alle 16. L’accesso è consentito esclusivamente a chi in possesso di super green pass e munito di mascherina.

Il Santuario etrusco dell’Apollo

I resti dell’antica città etrusca di Veio si trovano in prossimità di Isola Farnese, sulla Cassia, un borgo in cui il tempo pare essersi fermato. Un piccolo borgo nato sulle rovine di una vecchia città etrusca, un tempo circondato da mura, torri e porte di accesso. Lo chiamavano “Isola” perché sorgeva su una rocca di tufo ed era circondato da un fosso, il fosso Piordo.

Di questa vasta area archeologica dell’antica città etrusca di Veio solo una parte è emersa con gli scavi archeologici. Il monumento più prestigioso è il santuario extraurbano di Portonaccio, noto per il rinvenimento della celebre statua di Apollo.

Il santuario racchiude il più antico e il più notevole esempio di tempio tuscanico finora conosciuto. Era ornato originariamente da una splendida decorazione in terracotta policroma culminante sulla sommità del tetto in una serie di statue a grandezza maggiore del vero, tra le quali il celebre gruppo tardo-arcaico di Apollo ed Ercole, affrontati nella lotta per il possesso della cerva dalle corna d’oro. Accanto al tempio sorgeva una piscina destinata ad abluzioni rituali e, più a est, un grande altare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome