Home CRONACA Piano freddo, Rollo (Municipio XV): “Al via l’assistenza ai senza tetto”

Piano freddo, Rollo (Municipio XV): “Al via l’assistenza ai senza tetto”

homeless senza tetto
foto di repertorio
Beauty journal

“Al via, nel XV Municipio, il piano freddo per i senza fissa dimora, che già dal pomeriggio di oggi saranno ospitati nel nostro territorio in spazi dedicati. Un traguardo raggiunto grazie all’intenso lavoro portato avanti dai nostri uffici che, non appena insediati – e supportati da una rete attiva di associazioni del terzo settore capace di seguire, accudire e monitorare i più deboli – si sono adoperati per avviare il piano freddo attraverso i fondi del Dipartimento Politiche sociali, sussidiarietà e salute”.

Così in una nota l’Assessora alle Politiche Sociali del Municipio XV, Agnese Rollo, spiegando che  a partire dal pomeriggio di oggi, domenica 2 dicembre, nelle strutture poste all’interno del Camping Seven Hills, a La Giustiniana, “verranno ospitate venti persone, tra donne e uomini di diverse nazionalità, che da sempre hanno trovato rifugio su di un marciapiede, sotto qualche portico o ponte dei nostri quartieri. Domani alle 10, con l’arrivo di altri ospiti, insieme al Presidente del Municipio XV, Daniele Torquati, daremo il via ufficiale al centro”.

“Aperto tutto il giorno con l’erogazione di colazione e cena in uno spazio appositamente allestito e dedicato, il servizio di assistenza ai senza fissa dimora offrirà, a chi lo vorrà, attraverso piccole attività previste dal camping, anche la possibilità di reinserimento sociale. Gli ospiti, che accederanno al centro solo dopo l’esecuzione di un tampone rapido, sarà gestito dai Volontari della Croce Rossa Italiana – Comitato Municipio 15 di Roma che, sin dai primi passi di questo nuovo percorso, si sono coordinati con tutte le altre associazioni di volontariato, come la Comunità di Sant’Egidio, la Fondazione Arca, l’ Arci No problem con il progetto Akkittate Pianeta Sonoro e le varie Caritas del XV Municipio, e che ringraziamo per il prezioso contributo”.

“Grazie anche alla disponibilità del Camping Seven Hills e all’importante collaborazione delle associazioni territoriali che hanno partecipato all’acquisto di alcuni beni per l’allestimento quali – ricorda l’assessora Rollo – Amici del Parco Volusia e Hermes 2000, del generoso contributo di Magazzini Maury’s per la donazione di prodotti di igiene personale e dell’aiuto di derrate alimentari da parte del negozio NaturaSì e della Cooperativa Agricola Coraggio”.

“Solo il grande sforzo e il serio lavoro di Istituzioni, associazioni di volontariato e singoli cittadini che si sono dati da fare per offrire il loro contributo, ha permesso di raggiungere un grande risultato, degno di una comunità unita – conclude Agnese Rollo – con lo sguardo sempre rivolto alle persone più svantaggiate, perché nessuno resti indietro.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 COMMENTI

  1. A questa “ottima iniziativa” che interessa 20 senzatetto concorrono: volontari della CRI, Caritas, Camping Seven Hills, Amici del Parco Volusia, Hermes2000, Magazzini Maurys, Natura SI, Cooperativa CORAGGIO più singoli cittadini….
    Scusate ma allora il XV MUNICIPIO COSA FA??

  2. 20 è il numero di ieri egregio Kurtz, oggi già sono di più. Cosa fa il municipio? Fa il suo ruolo, coordina gli interventi del terzo settore e paga l’affitto dei locali. Commentare con pregiudizio, egregio, non porta mai lontano.

  3. Nessun pregiudizio egregio Urbano: sono decenni che una moltitudine di disperati vive sotto ponti e cavalcavia nell’indifferenza generale (quella politica non quella del Volontariato!). Sono più di 20? Mi fa davvero piacere….tra qualche giorno andrò a vedere se sotto i cavalcavia della Flaminia, di Via Flaminia Vecchia e di Via 2 Ponti (a pochi metri dal XV Municipio….) ci sono ancora dei poveracci. Se dovessero esserci non potrò che concludere con “pregiudizio”: che fa il Municipio?
    PS: Le faccio notare che l’affitto che viene pagato arriva dalle nostre tasche……..

  4. Rivolgo il mio plauso al Municipio e all’Assessore Agnese Rollo per questa iniziativa,. Spero che questa iniziativa venga condivisa da tutti i Municipi e che le Istituzioni forniscano un adeguato finanziamento per fornire assistenza a persone che vivono in un degrado inaccettabile, e che rischiano anche la vita per il freddo e per possibili aggressioni. Tra l’altro i senza tetto non possono neanche accedere al cosiddetto sussidio di cittadinanza, dato che spesso non hanno una residenza, e sarebbe necessario modificare questo provvedimento, che presenta tra l’altro anche altre incongruenze, ed estenderlo a una categoria che forse più di tutte ha bisogno di sostegno.

  5. Ognuno è libero di esprimere la propria insoddisfazione/soddisfazione per quanto non viene/viene fatto: più che una questione di punti di vista è una questione di numeri. Personalmente ho sempre pensato che il principio fondante di una Democrazia fosse la “giustizia sociale”; evidentemente sbagliavo. Recentemente c’è stata, in pompa magna, l’inaugurazione della stagione teatrale alla Scala con grande sfoggio di abiti costosi e un palco presidenziale ricoperto da migliaia di rose colorate…
    In Italia nel frattempo centinaia di famiglie si sono ritrovate in mezzo ad una strada a causa delle delocalizzazioni: qualcuno avrà rivolto il proprio plauso per l’evento….qualcun altro no.

  6. Avevo scritto che sarei andato a controllare la situazione sotto i ponti e i cavacavia della Via Flaminia e oggi l’ho fatto: risultato? Da quello che si vede TUTTO COME PRIMA!
    Sono felice per i 20 senza tetto che grazie ai Volontari hanno trovato vitto e alloggio ma per carità nessun trionfalismo….l’assistenza a 20 individui mi sembra davvero per la politica MODESTISSIMA COSA…

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome