Home CRONACA Dall’IC La Giustiniana regali di Natale ai più bisognosi

Dall’IC La Giustiniana regali di Natale ai più bisognosi

ic-la-giustiniana
Esposizione al sole

Natale è tempo di regali e di opere buone: sotto l’albero della scuola La Giustiniana di via Silla quest’anno ci saranno doni per i più bisognosi, raccolti e confezionati dagli studenti delle classi primarie.

“Il Natale Solidale nasce per far comprendere ai bambini il vero concetto di solidarietà, di rendere reale quello che a volte rimane solo un concetto astratto”, ci racconta la prof.ssa Isabella Galuppo, docente di alternativa e coordinatrice del progetto.

“Spesso chi è solo a Natale ha bisogno ancor più di sentire un abbraccio ed è questo il nostro abbraccio: un dono che vogliamo portare a chi ha più bisogno. La scuola ha il dovere di insegnare la solidarietà, la collaborazione, quella che viene chiamata cittadinanza attiva. Tutto questo non passa per le parole, ma per le azioni concrete. È facendo che i nostri bambini imparano, è facendo che comprendono il valore di ciò che davvero conta. Da parte mia auguro che il Natale accenda una stella in tutti i nostri cuori”, spiega a VignaClaraBlog.it Marilena Abbatepaolo, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo La Giustiniana.

La solidarietà sotto l’albero

L’iniziativa della scuola primaria La Giustiniana di via Silla sposa i temi e gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, documento sottoscritto dall’ONU nel 2015 che fornisce linee guida per far fronte alle grandi sfide che accomunano tutti i Paesi del Mondo: l’estrema povertà, i cambiamenti climatici, la parità di genere, il degrado dell’ambiente e le crisi sanitarie.

“Abbiamo scelto di affrontare il tema della povertà – continua la prof.ssa Galuppo – e di realizzare un’opera di beneficienza attraverso le blessing bags, ossia delle piccole borse con generi di prima necessità sia alimentari sia igienico sanitari”.

Partita come attività natalizia delle sole classi di alternativa, il progetto ha poi preso piede in tutto l’Istituto. L’intenzione è di far del bene ma anche di insegnare a ragazzi il valore della solidarietà.
“Sono tutti orgogliosi di aver partecipato. – aggiunge – Molti il concetto di volontariato non l’hanno mai toccato con mano, sia per la giovane età sia per la chiusura verso il mondo esterno di questi ultimi due anni. Ci siamo fatti guidare dalla voglia di fare del bene e di uscire dalla paura dell’altro data dalla pandemia”.

Ogni bambino, con l’aiuto dei docenti e dei genitori, ha realizzato un pacchetto regalo contente i doni che ha portato da casa e confezionato con carta da riciclo dipinta con le loro mani e creatività. Un pensiero speciale che sa di speranza e aiuterà a rendere più confortevole il Natale di chi è meno fortunato.

La consegna dei doni

Venerdì 17 dicembre, alle ore 10:30, gli studenti affideranno i loro regali al parroco della Parrocchia Beata Vergine Maria della Giustiniana di via Cassia 1286 e alla Caritas La Storta, che a loro volta li recapiteranno a chi ne ha bisogno.

In perfetto clima natalizio, la consegna dei doni avverrà davanti al presepe della scuola a grandezza naturale realizzato dagli studenti con materiale di recupero, sotto la guida della prof.ssa Anna Miranda.

“È stato un lavoro che ha richiesto l’impegno di tutti noi e per questo ci tengo a ringraziare i docenti, il personale della segreteria e i collaboratori scolastici che ci hanno supportato nelle varie fasi organizzative, oltre alla preside Marilena Abbatepaolo e alla coordinatrice di plesso Tiziana Ronzoni”, conclude la prof.ssa Galuppo che ci saluta con una citazione di Maria Teresa di Calcutta: “Non è tanto quello che diamo, ma quanto amore mettiamo nel dare”.

Giulia Vincenzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome