Home AMBIENTE Al via il piano straordinario di Gualtieri per ripulire Roma

Al via il piano straordinario di Gualtieri per ripulire Roma

via-orti-farnesina
Galvanica Bruni

Spazzamento delle strade, rimozione delle discariche abusive, cura del verde e pulizia delle caditoie. Oltre 1.000 gli operatori Ama sul campo col supporto di diverse ditte esterne attivate con accordi di programma e un appalto rimasto fermo con fondi del Giubileo straordinario del 2015.

Quaranta milioni di euro i fondi stanziati: 33,3 sono risorse ordinarie, 7,7 aggiuntive. Di queste 3 milioni finanzieranno un patto di produttività per gli straordinari dei dipendenti Ama.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

Parte il piano per la pulizia straordinaria della Capitale annunciato anche in campagna elettorale, si concentrerà nei primi 60 giorni e durerà fino alla fine dell’anno. Il piano è già partito ieri ma l’annuncio arriva oggi dal sindaco Roberto Gualtieri in conferenza stampa nella quale annuncia anche l’istituzione a partire dal 5 novembre di un “tavolo sul decoro permanente” in Campidoglio: “Saranno presenti il gabinetto del sindaco, Ama, Polizia locale, gli uffici di Roma Capitale, la Protezione civile e i municipi. Le funzioni saranno di coordinamento, definizione del crono programma settimanale, recepimento delle segnalazione dei cittadini e un coinvolgimento dei cittadini che vorranno dare una mano”.

Il sindaco ammette: “Siamo consapevoli che naturalmente occorre un intervento ben più strutturale che riguardi gli impianti necessari. Nei prossimi mesi la giunta e il nuovo management di Ama si occuperanno di tutto questo. Gli sbocchi per i rifiuti raccolti con questa operazione sono quelli attuali: Albano e gli altri impianti esistenti”.

Il piano fissa priorità di interventi per liberare dalle foglie e i rifiuti le caditoie a partire dal 4 novembre nelle zone ad alto rischio allagamenti: circonvallazione Ostiense, porta Maggiore, via Flaminia, piazza Cinecittà, viale Europa, via della Magliana, via Portuense ad incrocio con piazzale Dunant, via Pineta Sacchetti, la zona di Ponte Milvio. Mentre la pulizia delle strade vedrà oggi interventi sulla Nomentana da Porta Pia a Piazza Sempione, domani a Prati su Viale Angelico e Viale Giulio Cesare, giovedì alla Circonvallazione Ostiense e San Paolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 COMMENTI

  1. Meglio tardi che mai!, ma è tardi, abbastanza tardi, comunque il Sindaco Gualtieri finalmente incontra i problemi reali, lascia poco spazio alla retorica, si confronta con il passato, agisce di conseguenza con quello che non può non essere fatto, almeno la pulizia per ragioni di salute pubblica e non certo per “decoro”.
    Gualtieri è un uomo di rango, politico ed istituzionale, adatto al ruolo, giovane e preparato, candidato ed eletto, segue Veltroni, Marino, speriamo però porti a termine il mandato dei cinque anni, diversamente in assenza di un uomo nuovo in fieri sia a destra sia a sinistra alcun termine anticipato di mandato costituirà ennesimo allontanamento dei cittadini dalla politica soprattutto sciagura su un lavoro proprio di riavvicinamento politica/cittadini elettori iniziato in sordina già nel 2007 persona per persona sul valore universale della rappresentanza politica e della democrazia, per datare meglio in coincidenza del secondo mandato di Matteo Renzi a Sindaco di Firenze.
    Firenze Santa Maria Novella la canzone di Pupo, fotografia e punto di partenza dell’era M. Renzi, oggi tutta un’altra cosa, molto meglio.

    • Per la pulizia delle strade ci vogliono l’esercito e un bel commissariamento, ma avete visto in che condizione sono piazza Jacini, via Jacini e via Colajanni? Altro che Covid, siamo prossimi al colera. Mi viene il vomito!

  2. Ma perdonami perché “ spettro di termine anticipato di mandato” …. Lo abbiamo eletto …. Molto volentieri e li resterà per TUTTO IL TEMPO.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome