Home CRONACA Vigna Clara, niente movida per due anni ai tre minorenni rapinatori

Vigna Clara, niente movida per due anni ai tre minorenni rapinatori

questura-roma
Galvanica Bruni

Per due anni non potranno frequentare pubblici esercizi e locali di intrattenimento di Ponte Milvio, Corso Francia e Vigna Clara.

Il questore di Roma ha infatti adottato tre provvedimenti del cosiddetto daspo urbano, il  divieto cioè di accesso alle aree urbane (articolo13 bis della legge n. 48/2017) nei confronti dei tre quattordicenni che lo scorso 26 settembre aggredirono e rapinarono un ventiseienne a piazza Giochi Delfici, nel cuore di Vigna Clara.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

Erano circa le 5 del mattino quando il giovane si presentava al XV Distretto di Polizia Ponte Milvio; emotivamente scosso, visibilmente ferito sulla parte destra del volto, denunciava di essere stato vittima di una rapina da parte di tre ragazzi minorenni che  si trovavano sul suo stesso autobus ed erano scesi con lui alla fermata di Piazza dei Giuochi Delfici.

Una volta scesi i tre avevano iniziato ad aggredirlo con calci e pugni sul volto fino a quando, sbattutolo a terra, gli avevano rubato il cellulare, l’orologio e il portafoglio.

Grazie alla descrizione fornita dalla vittima e all’app per localizzare il cellulare, i tre minorenni venivano poco dopo rintracciati e arrestati in via Flaminia e poi condotti al Centro Giustizia minorile per il Lazio, a Monteverde, con l’accusa di rapina e aggressione.

Nei loro confronti il Tribunale per i minorenni aveva già disposto l’obbligo di stare in casa nelle ore notturne. Ora a tale obbligo si affianca il provvedimento del Questore di Roma che proibisce loro per due anni l’accesso ai pubblici esercizi e locali di intrattenimento nelle zone di Corso Francia Vigna Clara e Ponte Milvio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome