Home ATTUALITÀ Boutique del falso a Corso Francia, non solo ricettazione anche evasione fiscale

Boutique del falso a Corso Francia, non solo ricettazione anche evasione fiscale

guardia di finanza

Prodotti Gucci, Fendi, Hermes, Chanel, Bottega Veneta e Balenciaga contraffatti, diversi campionari e un brogliaccio in cui erano annotati oltre ai nomi dei clienti anche gli importi degli incassi, che oscillavano tra i 500 ed i 2000 euro per ciascun articolo.

E’ quanto stato trovato a novembre 2020 dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma in un appartamento di Corso Francia nel quale la proprietaria, una cinquantenne romana, aveva allestito una vera boutique del falso con oltre, al momento della perquisizione, 600 pezzi imitanti i modelli di famose griffe.

Messi i sigilli all’ingresso, le Fiamme Gialle avevano denunciato la donna con l’accusa di detenzione di merce contraffatta e ricettazione.

La novità delle ultime ore è che il suo “volume d’affari” è stato quantificato in circa 850.000 euro e che gli ulteriori accertamenti, coordinati dalla Procura della Repubblica di Roma, hanno permesso di appurare l’omessa dichiarazione al Fisco dei proventi dell’attività illecita con la conseguenza che la donna dovrà rispondere anche di evasione fiscale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome