Home ATTUALITÀ Francesca Giglio di nuovo alla guida dei CdQ Municipio XV

Francesca Giglio di nuovo alla guida dei CdQ Municipio XV

municipio xv

Alle elezioni per il rinnovo degli organi della Consulta dei comitati di quartiere del XV Municipio, che si sono svolte in ritardo di qualche mese a causa della pandemia, Francesca Giglio, è stata riconfermata per la seconda volta Coordinatrice.

Avvocato civilista, di origine campane ma residente da anni a La Giustiniana, dopo l’incarico ricevuto già alle elezioni del 2018, ora a Francesca Giglio spetta nuovamente la guida dei tanti comitati di quartiere attivi su tutto il territorio del Municipio XV.

Le ultime elezioni

Un’investitura che porta avanti con passione e impegno, affiancata da Alfonso Ciniglia (Comitato di Zona Via Vincenzo Tieri), Carmine Perrone Capano (Comitato Ambiente e Legalità Ponte Milvio) e Paolo Salonia (Comitato Abitare Ponte Milvio), eletti con lei nel collegio di Coordinamento.

Non posso che essere entusiasta del rinnovo del mio mandato, un incarico che accolgo, come anche alle scorse elezioni, con grande propositività; il ruolo dei comitati e l’impegno che ogni cittadino può offrire per la comunità in cui vive possono fare davvero la differenza” – così Francesca Giglio dichiara alla redazione di VignaClaraBlog.it che, a pochi giorni dalle nuove elezioni, l’ha incontrata per fare il punto della situazione e per capire in che modo la partecipazione attiva dei tanti residenti iscritti ai comitati possa davvero contribuire a migliorare le condizioni dei quartieri di Roma Nord.

Istituita nel luglio del 2015 con la Deliberazione del Consiglio Municipale n.29, ma attiva solo dal 2018, oggi la Consulta dei Comitati di Quartiere del XV Municipio conta 11 gruppi.

I Comitati di quartiere, proposte e risoluzioni

A chiarirne funzioni e obiettivi è stata proprio l’avv. Giglio, che da anni fa anche parte del Comitato Cittadino per il XV Municipio.

“La Consulta dei Comitati di Quartiere è un organismo di partecipazione che raccoglie e coordina le diverse problematiche presenti sul territorio e propone al municipio soluzioni e iniziative volte al miglioramento dei quartieri. Secondo l’articolo 3 del Regolamento possono presentare domanda di partecipazione alla Consulta soltanto i Comitati iscritti all’Albo del XV Municipio. Purtroppo a seguito dell’emergenza Coronavirus abbiamo dovuto sospendere tutte le sedute, anche quelle in videoconferenza; nonostante questo rallentamento-  e nel rispetto di tutte le norme anti contagio – i comitati però hanno sempre proseguito il loro lavoro sul territorio.”

Un ruolo di raccordo insomma che negli ultimi anni, grazie proprio al lavoro della sua coordinatrice e di tutti i partecipanti, ha portato all’attenzione dell’amministrazione municipale le principali problematiche che accomunano le differenti zone del quadrante nord di Roma.

Parliamo di un territorio davvero grande, con problemi diversi a seconda dei quartieri. Il lavoro che abbiamo portato avanti nell’ultimo periodo però consiste proprio nel partire dalle tematiche che interessano tutti, procedendo per macroaree e arrivando fino al particolare, senza lasciare indietro nessuno e concentrandoci soprattutto sulle periferie” – ha proseguito la Giglio.

Tutte le criticità di quartiere in quartiere

Al primo posto tra le criticità segnalate dai Comitati c’è la questione viabilità, problema che accomuna tutti i quartieri e che interessa tanto le periferie quanto le zone più centrali del municipio. Seguono subito dopo l’emergenza rifiuti e la cura dell’ambiente.

“Quello della viabilità resta uno dei problemi più grandi che il nostro municipio possiede; non parliamo soltanto del traffico ma anche e soprattutto della sicurezza stradale: mancata manutenzione, dissesto del manto stradale, assenza di illuminazione. C’è poi la questione dei rifiuti, emergenza che ugualmente interessa gran parte dei quartieri e che ciclicamente si ripete, con cassonetti stracolmi e discariche a cielo aperto.” – ha aggiunto la coordinatrice della Consulta riproponendo la questione della raccolta differenziata, tema da sempre a cuore dei comitati di quartiere ma purtroppo mai decollata.

A queste si aggiungono la questione ambientale e del decoro urbano che quotidianamente impegna i comitati di quartiere in attività di pulizia e manutenzione delle aree verdi, e il recupero di beni immobili comunali da destinare ad attività e servizi dedicati al cittadino. Ultimo, ma non per importanza, il problema delle antenne dei gestori telefonici.

Il proliferare sul nostro territorio delle grandi antenne della telefonia mobile è davvero da non sottovalutare; negli ultimi anni c’è stato un aumento esponenziale ed è sempre importante verificarne la sicurezza, ne vale la salute di tutti i residenti. – ha proseguito la Giglio, sottolineando anche il grande impegno delle ultime due consiliature sul tema.

Tempo e amore per Roma Nord

Ponte Milvio, Prima Porta, Labaro, Fleming, Tomba di Nerone, La Giustiniana, La Storta… la rete dei comitati opera su tutto il XV supportata spesso dai tanti gruppi e associazioni, che seppur non iscritti all’albo, contribuiscono ogni giorno al miglioramento e alla salvaguardia dei quartieri del municipio.

Il lavoro instancabile dei comitati si basa fondamentalmente sul principio del voler fare, è tutto qui, c’è solo tanta buona volontà e tanto amore per il proprio territorio. Chi partecipa, me compresa, ci crede veramente e nonostante tutti gli impegni, il tempo da dedicare ai nostri quartieri si trova sempre. La partecipazione attiva dei cittadini – ha concluso Francesca Giglio – è fondamentale per la tutela del bene comune e noi facciamo del nostro meglio perché in ogni quartiere le cose migliorino e funzionino.”

Ludovica Panzerotto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome