Home CRONACA Prima Porta, ripartono i lavori per ‘Piazza Giardino’

Prima Porta, ripartono i lavori per ‘Piazza Giardino’

piazza giadino-via-inverigo
foto di repertorio

Una nuova area verde con giochi per i bambini, percorsi pedonali, marciapiedi accessibili, panchine, un impianto di illuminazione che porterà nuova luce consentendo di vivere questa piazza anche durante le ore notturne, nuove essenze e alberature che saranno piantate oltre a quelle che saranno conservate.

La tanto attesa Piazza Giardino di Prima Porta, tra via Inverigo e via della Giustiniana, un progetto nato addirittura nel 2008, dopo 13 anni sembra essere in dirittura d’arrivo. I lavori erano iniziati a fine luglio 2020 e dovevano concludersi in 180 giorni, scadenza non rispettata tant’è che sono continuati a singhiozzo per poi riprendere in questi ultimi giorni.

Ad annunciarlo è Linda Meleo, assessore capitolino alle Infrastrutture,  spiegando “nei giorni scorsi, il cantiere è stato riavviato dopo gli adeguamenti al progetto (impianto irrigazione e un nuovo impianto di illuminazione) e il completamento delle fasi preliminari dei sondaggi archeologici. Sono ora in corso le operazioni di rimozione dei rifiuti con il campionamento necessario per smaltirli, sfalcio della vegetazione, predisposizione dei tracciati nel sottosuolo per gli impianti fognari, dell’illuminazione, elettrici, e per la raccolta delle acque e l’irrigazione”.

‘Piazza Giardino’ in pillole

Il caso della cosiddetta “Piazza Giardino” di Prima Porta da realizzarsi in vicinanza degli alloggi popolari Isveur tra Via Inverigo e Via della Giustiniana dopo tredici anni sembra dunque essere giunto all’ultimo atto.

Il progetto, finanziato addirittura nel 2008 dall’allora Giunta Veltroni e poi riapprovato nel 2013, nonostante la gara fosse stata anche espletata, era rimasto fermo, un po’ per il congelamento dei fondi e un po’ per inerzia amministrativa, quell’inerzia grazie alla quale nel frattempo la piazza virtuale era diventata anche una discarica di rifiuti.

Poi, a fine 2016, si apre un nuovo spiraglio: il Governo finanzia tutti i progetti per le periferie presentati dagli enti locali, 121 interventi per 2,1 miliardi. Fra questi c’è anche il cosiddetto “recupero degli spazi pubblici compresi tra Via della Giustiniana e Via Inverigo”.

Non resta che dare il via al cantiere ma alterne vicende ne rinviano l’apertura ancora per altri quattro anni fino ad arrivare a luglio 2020, con le ruspe che fanno il loro ingresso sullo slargo. 224mila gli euro impegnati e 180 i giorni entro i quali i lavori dovevano essere conclusi.

Ne serviranno di più, visto lo stato dell’arte, ma la “piazza giardino” pare proprio essere in dirittura d’arrivo e quindi è ora anche che si pensi a darle un nome vero, sulla base di quanto deciso dal Consiglio del Municipio XV che nel 2014 ha votato all’unanimità una proposta per intitolarla a due figure di spicco per la comunità di Prima Porta, Don Eulogeo Carballito Diaz e Calogero Quattrocchi, detto Lillo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome