Home ATTUALITÀ Nasce la nuova Consulta permanente della disabilità del XV

Nasce la nuova Consulta permanente della disabilità del XV

disabilità

È in corso la raccolta di adesioni alla nuova Consulta Permanente della Disabilità del Municipio XV, che supporta i disabili e le loro famiglie residenti in questa ampia area della Capitale. Sul sito del Comune di Roma sono stati pubblicati i moduli per iscriversi e che potranno essere inviati fino al 30 aprile.

“È importante partecipare per conoscere i propri diritti e i propri doveri”, ci spiega Alessandra Valenzi, presidente dell’attuale Consulta permanente della Disabilità Municipio XV. “Poter ricevere un supporto da un organismo riconosciuto istituzionalmente permette di essere consapevoli, informati e aggiornati sulle varie direttive. Purtroppo spesso le famiglie si affidano a persone che non è detto siano in grado di fornirgli il sostegno migliore per loro”.

La Consulta 

La Consulta ha il compito di proporre, organizzare, promuovere e supportare tutte le iniziative che possano garantire il rispetto dei diritti e il miglioramento della qualità delle politiche istituzionali a favore di tutti i cittadini affetti da ogni tipo di disabilità.

È un organismo istituzionale che pone al centro di ogni sua attività le necessità dei disabili e delle loro famiglie, anche attraverso la promozione di indagini e studi, l’analisi delle maggiori criticità del territorio e l’organizzazione di convegni e dibattiti.

Possono farne parte i singoli disabili residenti o domiciliati nel XV Municipio, i loro rappresentati familiari o legali (ogni persona con disabilità può essere rappresentata da un solo soggetto e ogni rappresentare non può rappresentare più persone con disabilità) e le Associazioni rappresentative delle persone con disabilità e/o delle loro famiglie e che operano su questa area municipale da almeno un anno.

La riorganizzazione della Consulta

“Abbiamo aderito al nuovo regolamento e alle linee guida per uniformare le Consulte dei Municipi di Roma che hanno scelto di partecipare. Ciò permette di far capo alla Consulta cittadina e avere, di conseguenza, maggiore forza per farsi ascoltare. La nuova determina ha reso necessario rifare le iscrizioni”, chiarisce Alessandra Valenzi.

Lo scorso giugno, infatti, l’Assemblea Capitolina aveva approvato il nuovo Regolamento della Consulta Cittadina Permanente per i diritti delle Persone con Disabilità e le Linee Guida per la predisposizione delle Consulte Municipali Permanenti. In seguito, a marzo 2021, il XV Municipio ha ratificato il Regolamento della sua Consulta Permanente per i diritti delle Persone con Disabilità.

“Si è voluto dare particolare spazio ai cittadini, anche se la nostra è sempre stata una Consulta ricca di cittadini e familiari. In seguito alle elezioni, verrà istituito il comitato esecutivo composto da 3/5 persone, compreso il presidente, che permetterà di organizzare il lavoro della consulta in maniera più strutturata, affrontato man mano le problematiche più critiche. Inoltre, una volta l’anno sarà organizzato un incontro pubblico di interesse divulgativo”.

Sarà possibile inviare la propria richiesta di adesione fino al 30 aprile, utilizzando i moduli disponibili sul sito del Comune di Roma. Ogni scheda sarà valutata dagli Uffici del Sociale e chi sarà risultato idoneo all’ammissione potrà partecipare alle elezioni che si svolgeranno nella seconda metà di maggio.

Risultati e nuovi obiettivi

“Un grande risultato – ci racconta entusiasta la presidente Velenzi – realizzato grazie a un lavoro congiunto tra le Consulte, è stato aver ampliato il servizio trasporti ai cittadini con disabilità intellettuale e relazionale, mentre prima il servizio era dedicato solo ai soggetti con disabilità motoria e sensoriale. Il servizio permette di avere diritto al trasporto individuale o collettivo, viene garantito in contributo che varia a seconda della singola persona che ne usufruisce ed è diviso in tre categoria: lavoro, studio e attività sociali”.

Tra le importanti soddisfazioni che emergono dal bilancio sul lavoro fatto da questa Consulta, vi sono anche il contributo dato alla revisione della Legge regionale sul servizio di assistenza domiciliare, alla Direttiva che norma i percorsi Covid-19 per le persone con disabilità e all’elaborazione delle Linee Guida del “Dopo di Noi” (Legge 112/2016) che prevede un supporto a chi non può contare su un sostegno familiare o economico personale affinché possa vivere in autonomia.

Fondamentali gli obiettivi futuri per un Municipio che conta più di 500 persone affette da disabilità. “Tra le nostre priorità c’è la divulgazione più ampia possibile della conoscenza dei diritti e dei doveri, l’inserimento nel mondo del lavoro perché solo una minima percentuale delle persone disabili ha un impiego e lo sblocco delle liste d’attesa per i servizi di assistenza. Quest’ultimo in particolare rappresenta un problema grave nel nostro territorio, in quanto le liste sono ferme da ben 5 anni e le nuove diagnosi sono tante, oltretutto la presa in carico precoce è fondamentale”, conclude la presidente.

Giulia Vincenzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome