Home CRONACA Ponte Milvio, gestori bar contro Dpcm: birra nei tombini

Ponte Milvio, gestori bar contro Dpcm: birra nei tombini

birra-tombini
Galvanica Bruni

Il rito protesta dei gestori dei bar e dei ristoranti romani si è compiuto di nuovo nella sera di venerdì 30 ottobre.

Alle 18.45, sul piazzale antistante Ponte Milvio, diverse decine di litri di birra invenduta, simbolo delle restrizioni introdotte dal Dpcm di domenica scorsa, sono state versate in un tombino dai manifestanti. Un’azione dimostrativa per ricordare i problemi della categoria a seguito delle chiusure serali.

Questa sera i manifestanti erano di meno dei giorni scorsi, quando si erano ritrovati anche alla Garbatella, davanti al palazzo della Regione Lazio, a Montesacro o a Trastevere. In piazza è scesa circa una cinquantina di persone. Prima di gettare via la birra, i manifestanti hanno alzato dei cartelli con la scritta “aiuto” ed esposto lo striscione “Ora basta”.

“Vogliamo risposte concrete – ha aggiunto Daniele, uno dei portavoce dei ristoratori – noi ci chiediamo se davvero possiamo essere una categoria sacrificabile senza nemmeno un aiuto concreto da parte del Governo. Pretendiamo rispetto: siamo nelle piazze con le parole e senza distruggere. E vogliamo risposte serie. Non possiamo essere lasciati da soli”.

“Stasera – ha spiegato la portavoce della protesta – ci sono moltissimi locali e ristoranti che fanno lavorare decine di persone ognuno: dagli agricoltori, ai camerieri e ai riders. Non vogliamo che si spezzi una filiera di eccellenza italiana”

L’ultimo flash mob già annunciato si terrà lunedì 2 novembre alle 11 a Piazza del Popolo. (Dire)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome