Home ATTUALITÀ Emergenza cinghiali, CdQ Vigna Clara raccoglie firme per rispetto Protocollo

Emergenza cinghiali, CdQ Vigna Clara raccoglie firme per rispetto Protocollo

“A seguito della mattanza della famiglia di cinghiali nel quartiere Aurelio ho deciso di fare un comunicato stampa per lanciare una raccolta firme”.

Così scrive in una nota Cristina Tabarrini, presidente del comitato “I Quartieri della Stazione di Vigna Clara e dintorni” spiegando che “la morte di mamma cinghiale e dei suoi 6 cuccioli lo scorso venerdì 16 ottobre presso il giardino di Roma Nord “Mario Moderni” ha scosso fortemente l’opinione pubblica e mentre le istituzioni preposte si accusano a vicenda, io come cittadina e come Presidente del Comitato non posso e non voglio rimanere indifferente di fronte a tanta barbarie”.

“Già qualche settimana fa avevo fatto un esposto al Prefetto di Roma denunciando la mancata attuazione del protocollo di intesa firmato da Regione Lazio, Roma Capitale e Città Metropolitana di Roma in materia di gestione del cinghiale nel territorio di Roma dichiarando i continui avvistamenti di grossi ungulati nei nostri quartieri allo scopo di sollecitare la messa in atto delle misure necessarie a tutelare l’incolumità dei cittadini e degli animali stessi”.

“Infatti nel protocollo – continua Tabarrini – all’art. 1 che tratta i principi generali, si legge che la finalità è quella di prevenire o limitare il rischio di penetrazione dei cinghiali nel tessuto urbano e periurbano della città di Roma con obiettivi ed azioni primarie (riportate nell’art. 2) di massimizzare l’efficacia e la tempestività degli interventi di rimozione e contenimento ma soprattutto operare nel rispetto degli animali quali esseri senzienti, riducendo al minimo lo stress e la sofferenza nelle operazioni di cattura e/o abbattimento”.

“Ecco, nella mattanza di venerdì scorso è mancato il rispetto per gli animali ed il rispetto delle associazioni animaliste che avevano prospettano soluzioni alternative. Quelle soluzioni che sono contemplate nel protocollo stesso come l’individuazione di aree regionali in grado di ricevere animali vivi, interventi di cattura tramite recinti o gabbie-trappola oppure in tele-anestesia o eventuali abbattimenti selettivi. Ma la cosa che mi preme di più sottolineare che tra i tanti impegni che Roma Capitale dichiara di volersi assumere, oltre a quello di provvedere alla pulizia delle aree pubbliche di propria competenza, con particolare attenzione alle aree verdi incluse nello spazio urbano ed impedire l’abbandono di scarti alimentari negli spazi pubblici, c’è quello di promuovere e sostenere iniziative volte all’individuazione di metodi alternativi agli abbattimenti selettivi per il contenimento della popolazione animale.”

“Alla luce di questa disamina – conclude Cristina Tabarrini – come Presidente del Comitato ‘I Quartieri della Stazione di Vigna Clara e Dintorni’ chiedo alle Istituzioni coinvolte di assumersi le proprie responsabilità in merito all’espletamento del proprio ruolo nell’attuare il protocollo di intesa da loro firmato promuovendo una raccolta firme da parte dei cittadini. I moduli si trovano al ‘Tom Bar’ della stazione Vigna Clara e alla Parrocchia San Gaetano”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 COMMENTI

  1. Salve, grazie per l’iniziativa della raccolta firme! Ma per favore, vi preghiamo, fatela ANCHE on line per chi non si può muovere!!!!!! Restiamo in attesa di notizie. Grazie e buon lavoro!

  2. bella iniziativa sprechiamo risorse per i cinghiali, vanno abbattuti prima che causino qualche morto che poi piangeremo non vi rendete conto dei danni che fanno all agricoltura e degli incidenti stradali che causano

  3. La presenza dei cinghiali per le strade del villaggio dei cronisti è diventata esagerata e non più tollerabile .
    I cassonetti dei condomini e delle case private vengono puntualmente rovesciati e conseguentemente risulta infranta la privacy dei condomini che trovano in bella vista, sparsa per la via , ogni cosa che pensavano di eliminare con riservatezza.
    Forse per difendere la privacy ,tema oggi molto attuale , spero che i cinghiali vengano eliminati dalle strade di Roma . O in alternativa si avvii una azione di violazione della privacy a difesa di tutti i cittadini. un cordiale saluto giuseppe

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome