Home ATTUALITÀ Un libro per “bacchettare”. E anche per banchettare dopo la lettura

    Un libro per “bacchettare”. E anche per banchettare dopo la lettura

    libri

    Nessuno si senta offeso nel leggere “Con preghioera di pubblicazione” (errore più che voluto nel titolo), scritto da Massimiliano Morelli per EtroMirroR, casa editrice con cui l’autore romano ha già pubblicato “Tacco e punta Giuliana, tacco e punta!” e con cui si appresta a sfornare altri due titoli entro Natale.

    Nessuno si senta offeso, perchè l’autore bacchetta molti comunicatori improvvisati, quelli che abusano della d eufonica, quelli che dimenticano che qual è si scrive senza apostrofo, quelli per i quali la svista è all’ordine del giorno.

    Neanche si contano quelli che nello scrivere la parola fuga sbagliano una vocale, e si perde il conto degli svarioni accumulati su carta stampata, web e compagnia cantante.

    Dimenticate pure le regole del giornalismo, ma non quelle della scrittura semplice, questo il filo conduttore di un volume sarcastico, dissacrante, ironico e quanto mai puntuale per girare il coltello nella piaga e nelle pieghe di un’era nl corso della quale il “web impazzisce” e la “Rete piange”.

    Il volume, facile da leggere, tenta di aiutare chi è in difficoltà davanti al foglio bianco ma che nel contempo si immedesima nel ruolo di comunicatore. I consigli sono utili, fidarsi e assecondarli non è reato.

    Claudio Cafasso

    LASCIA UN COMMENTO

    inserisci il tuo commento
    inserisci il tuo nome