Home AMBIENTE Luigi Plos, l’esploratore dei luoghi segreti nei pressi di Roma

Luigi Plos, l’esploratore dei luoghi segreti nei pressi di Roma

luigi-plos
foto di Paolo Petrignani

“Voglio provare a trasmettere le sensazioni impagabili che si provano nel conoscere in modo approfondito il nostro territorio. Un territorio che non ha pari al mondo per le sue peculiarità..il paesaggio ci permette di capire che la qualità delle nostre vite non è legata ai redditi e ai consumi, ma alla qualità dell’ambiente dove viviamo noi e dove vivranno i nostri figli…”

Luigi Plos lo si potrebbe definire un moderno esploratore e come tale, a differenza degli esploratori del passato, non va alla ricerca di luoghi esotici al di là del globo; le sue esplorazioni le conduce vicino Roma, a volte a pochi minuti da luoghi super affollati.

Nella sua continua ricerca ha scovato centinaia di luoghi interessanti e affascinanti che mai ti aspetteresti di trovare nella capitale o nelle sue vicinanze: grotte, gallerie, cave, fossi, cascate, forre e doline, ponti e torri.

La curiosità e la passione per la natura (Luigi è una guida ambientale-escursionistica) hanno sviluppato in lui un fiuto infallibile che gli consente di scovare, a volte tra la vegetazione impenetrabile, luoghi dal fascino misterioso che se non fosse per la sua tenacia non si svelerebbero mai.

Luigi è soprattutto un vero leader nell’organizzazione di escursioni spontanee ed è sempre alla continua ricerca di una “Natura sapiente”, che affascini e stupisca. Non per tenerla per se ma per condividerne i misteri con chiunque abbia voglia di camminare, curiosare, respirare.

Il frutto delle sue appassionate ricerche sono tre splendidi volumetti delle edizioni “Il lupo” dal titolo: “Luoghi segreti a due passi da Roma” e i due più recenti “60 nuovi luoghi segreti a due passi da Roma”; in queste splendide guide c’è la descrizione di innumerevoli siti fantastici alla portata anche di chi non è uno sfegatato trekker e che riguardano posti vicinissimi alla capitale o comunque poco distanti. Con Luigi Plos abbiamo fatto una piacevole chiacchierata.

Come è nata questa tua passione?

Ho sempre amato l’avventura. E, non avendo negli ultimi anni, né tempo né il giusto atteggiamento mentale per cercarla in alta montagna, ho cominciato a scorgerla vicino Roma. Infatti, girovagando, mi sono accorto che nei dintorni della capitale c’è un numero immenso di luoghi straordinari e sconosciuti, frutto della commistione della Natura e dell’opera di tante civiltà che vi si sono susseguite ininterrottamente per migliaia di anni;

Come scovi questi posti incredibili?

Luigi: Ho sempre effettuato delle ricerche sistematiche dei luoghi segreti. Poi, dodici anni fa, scoprii la cascata dell’Inferno, nei pressi di Formello. A quel tempo non c’erano foto della cascata, né sentieri, così, quando arrivai al suo cospetto rimasi ipnotizzato. L’acqua scrosciante cadeva dall’alto dentro una forra, fu un’emozione talmente potente che avrei voluto si ripetesse all’infinito. Così ho iniziato a cercare altri luoghi altrettanto fascinosi;

Svelaci qual è il luogo che ti ha dato più soddisfazione

 La volta che salii sulla collina prospiciente il lago rosso della Solforata di Pomezia , simile al ben più famoso lago di Tovel in Trentino. Vedere dall’alto il lago, con il sole allo zenith, è stato forse il momento più intenso delle mie esplorazioni

E quello più misterioso?

La Caldara di Palidoro, un fenomeno vulcanico a pochi chilometri da Roma nel territorio di Fiumicino, per la quale mi furono necessari tre sopralluoghi per individuarla;

Dicci qual è la filosofia del Plos esploratore

 La mia filosofia è mostrare la bellezza di un territorio che affascinò per secoli comuni viaggiatori, artisti e scrittori, ovvero la celebre “campagna romana”, ora oscurata e vampirizzata dalla capitale. Il mio desiderio è diffondere il sentimento di tutela e valorizzazione a chi magari non conosce tanta bellezza;

Progetti il futuro?

 Sto terminando l’esplorazione di altri suggestivi venti luoghi segreti sempre vicino Roma. Spero entro sei mesi di riuscire ad assemblarli in una terza guida;

Luigi ha una pagina facebook che conta quasi 10mila iscritti, non solo italiani, con la quale mette in contatto gli amanti del trekking, dell’avventura e dei last minute. Ma non solo,  ha anche un sito web con decine di affascinanti fotografie e con il calendario annuale delle sue uscite guidate; si tratta di escursioni in luoghi diversi (anche nei grandi parchi di Roma come Il Pineto o l’Insugherata) e alla portata di tutti, bambini e amici a quattro zampe (quasi sempre) compresi.

Francesco Gargaglia

2 COMMENTI

  1. Minuzioso ricercatore dei luoghi e della mente, oltreché appassionato
    divulgatore; mio compagno di escursioni in ambiento montano.
    Accomuno il mio plauso per Luigi e il sempre ottimo Francesco.

    Lucio

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome