Home CRONACA Il Parco di Tor di Quinto riapre sabato 9 maggio

Il Parco di Tor di Quinto riapre sabato 9 maggio

parco-tor-di-quinto

Sul sito del Comune di Roma lo danno per aperto da lunedì 4 maggio. Sui social capitolini pure, sulle pagine e sui profili dei fan idem, ma in realtà chi ci si è recato, anche oggi, nella speranza di godersi un paio d’ore di sana attività sportiva ha trovato il cancello chiuso.

Va ricordato che il Parco di Tor di Quinto è uno dei Punti Verde Qualità della capitale, e in termini di risultati e di fruibilità forse il migliore. Con i suoi 9 ettari di estensione lungo l’argine del fiume è un luogo ideale per praticare jogging o lunghe passeggiate nell’area che circonda il lago fra pioppi, frassini, carpini e querce comuni. Un polmone di verde non indifferente a disposizione di un vasto e popolato territorio come quello di Tor di Quinto, Ponte Milvio, Collina Fleming.

Ma il Parco è anche un PVQ, formula con la quale attraverso bandi pubblici aree verdi abbandonate vennero concesse in gestione a soggetti privati per trasformarle in parchi curati e attrezzati ricevendo in cambio la possibilità di svolgervi attività commerciali. Per questo motivo all’interno del Parco di Tor Quinto è presente un ristorante, in questo periodo ovviamente chiuso dall’11 marzo per effetto del covid-19 e che, a biglie ferme, prima di giugno non potrà riprendere l’attività.

Motivo valido, questo, per non riaprire al pubblico il parco da lunedì 4 maggio? VignaClaraBlog.it ne ha chiesto ragione a Stefano Simonelli, presidente del Municipio XV.

“La richiesta da parte del Comune di riaprire il parco e di farsi carico di tutte le incombenze e responsabilità in termini di controllo sugli assembramenti, sul distanziamento sociale, sull’utilizzo delle mascherine in un’area di 9 ettari è risultata eccessivamente onerosa a carico del concessionario che avrebbe dovuto garantire una presenza vigile e costante pur avendo l’attività di ristorazione ferma” spiega il presidente del XV.

Fra lunedì e ieri c’è stata quindi un’interlocuzione con il Dipartimento capitolino al Patrimonio,competente per i PVQ, Municipio e gestore che ha consentito di trovare un punto di equilibrio.

“Abbiamo raggiunto un accordo – continua Stefano Simonelli – in base al quale al concessionario spetta riaprire il parco e garantirne apertura e chiusura quotidiana secondo gli orari standard. Oltre a ciò – cose che stanno avvenendo in queste ore – prima della riapertura deve essere effettuato lo sfalcio, transennate le aree non accessibili, apposta eventuale cartellonistica. Le attività e responsabilità di controllo sui frequentatori, sull’evitare gli assembramenti, sul mantenimento del distanziamento saranno invece a cura delle forze dell’ordine come in un qualunque altro parco pubblico”.

E quindi? “Ho il piacere di annunciare – conclude Stefano Simonelli – che il Parco riaprirà entro pochi giorni, esattamente la mattina di sabato 9 maggio”.

1 commento

  1. Si può richiedere l’apertura anche di un altro PVQ che è in via della mendola. Questo è chiuso perché chiuso il centro sportivo Area. Ma il percorso vita per fare movimento dovrebbe rimanere aperto indipendentemente. A chi si può fare richiesta?

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome