Home ATTUALITÀ Ecco i negozi che portano la spesa a casa a Roma Nord 

Ecco i negozi che portano la spesa a casa a Roma Nord 

consegna-a-domicilio
Esposizione al sole

L’imperativo è restare a casa, con le buone o con le cattive. O se ne è convinti o, se si tenta di eludere, fioccano le denunce. Restare a casa a tutela di se stessi, dei familiari e della collettività, uscire solo per acquisti di generi alimentari e medicine oltre che, ovviamente, per svolgere il proprio lavoro se improrogabile.

Tanti, tantissimi – soprattutto gli over 70 considerati i più a rischio contagio – non vorrebbero uscire di casa nemmeno per fare la spesa. In loro aiuto sarebbe dovuto intervenire l’e-commerce, la possibilità d fare la spesa on-line su uno dei siti della GDO, ovvero la grande distribuzione.

Spesa on-line? Mission impossible

Fare la spesa on-line per riceverla a domicilio è invece diventato quasi impossibile. Sul sito della Carrefour si viene accolti così: “a causa del numero eccezionale di richieste, una volta entrato nel sito potresti non trovare fasce orarie disponibili per la consegna” e già per entrare il tempo di attesa è oltre un’ora.

Sul sito della Coop la prima cosa da fare è verificare la disponibilità di consegna; bene, anzi male: il primo giorno utile è lunedì 6 aprile. Ci trasferiamo su Supermercato24, piattaforma specializzata nella spesa online in tutta Italia, e scopriamo che per tutti i grandi brand associati non c’è disponibilità, niente consegna della spesa a domicilio in tempi brevi.

Speranzosi apriamo il sito di Glovo: la sezione dedicata a un supermercato è stata disattivata. Ma anche se funzionasse  Glovo serve solo i quartieri centrali di Roma, in periferia non arriva.

E allora che fare? Come industriarci per avere la spesa a casa?

Riscopriamo il commercio di vicinato

In un periodo emergenza sanitaria, con i cittadini invitati anzi costretti a restare chiusi in casa, il commercio di vicinato sta accusando i colpi del fortissimo calo delle vendite e si sta organizzando per ricevere telefonicamente gli ordini e consegnarli al domicilio del cliente in brevissimo tempo.

Grazie alle informazioni ottenute da Giovanna Marchese Bellaroto, presidente CNA-Commercio Roma, che ha svolto per noi una rapida ricognizione sia fra gli associati CNA sia fra chi non lo è – “perchè l’importante è fare sistema“, ci diceabbiamo individuato numerosi negozi ubicati in zona Ponte Milvio, Vigna Clara, Fleming che già svolgono questo servizio.

“Sono felice di questa opportunità offerta da VignaClaraBlog.it, mettere in luce il commercio di vicinato, soprattutto in questo periodo, è molto importante. Il nostro è un mondo che macina economia ma che troppo in secondo piano è stato messo dal consumatore impigritosi nel fare acquisti on-line mentre noi lentamente chiudiamo, lasciando vuoti nel tessuto commerciale locale che non vengono colmati”.

“Sta sparendo la piattaforma dei servizi alimentari essenziali in tutta la città, non solo a Roma Nord” è l’amara constatazione di Giovanna Bellaroto.

“Quel che resta – sottolinea – è uno sparuto popolo di fruttivendoli, macellai, salumifici, alimentari, norcinerie che stanno faticosamente sostenendo un ruolo primario ma spesso dimenticato. Ecco perchè, grazie a VignaClaraBlog.it, voglio fare in modo che si sappia che sul territorio abbiamo commercianti  che hanno sfoderato la loro capacità di far fronte alle necessità dei cittadini in questo grave momento”.

“Mi scuso in anticipo se sto dimenticando qualcuno. Comunque questo è un elenco dinamico e con l’accordo del direttore di questo giornale se altri negozianti che effettuano consegne a casa vorranno essere aggiunti all’elenco sarà sufficiente inviare una mail all’indirizzo vignaclarablog@gmail.com indicando tipologia dell’offerta, indirizzo, nome e telefono.”

Ecco chi fa le consegne a casa

Partiamo dallo storico mercato di Ponte Milvio dove al momento 4 operatori commerciali si sono organizzati per consegnare la spesa a casa. Non solo dei loro prodotti  ma anche di frutta e verdura, pesce e salsamenteria da altri banchi,  purché non in grosse quantità. Parliamo di:

  • Macelleria Artibani, 0687653192
  • Macelleria Gianni, 3386664252
  • Macelleria Ivan, 3343215380
  • Pasta fresca e preparati: Paolo, 3388931883

Salendo lungo via Orti della Farnesina, a consegnare i loro prodotti ai clienti sono anche:

  • al civico 36: salumeria, latticini, pane napoletano. Vincenzo, 3407434437
  • al civico 114: pane e prodotti da forno. Panificio Ponti, 0636307886
  • al civico 205: Buono, la bottega del gusto: 0692939659, 3401581080,3281685572 (disponibili a consegnare anche i prodotti del minimarket e della parafarmacia attigui)

Nella parallela via della Farnesina, al civico 241, una piccola ma valida frutteria si propone ai clienti con un buon servizio di consegna

  • Frutta verdura e preparati: Alessia e Ilaria, 0636307789

Arriviamo nel cuore di Vigna Clara, a Largo di Vigna Stelluti e dintorni

  • Gastronomia (ex Ricci): Cristian, 063293257
  • Macelleria via Maffeo Pantaleoni: Fulvio, 0689534805
  • Macelleria via Pompeo Neri: 0689714954
  • Menu e pizze forno a legna piazza Jacini: Osteria Luna, Luca 0689715039 335406461

Ci spostiamo in zona via Flaminia Nuova, alle spalle della stazione Vigna Clara. Siamo in piazza Diodati dove contro tutto e contro tutti resiste un piccolo mercato rionale. Qui c’è Andrea, fioraio, che ha dovuto chiudere il suo box e che quindi collabora con gli altri commercianti nella consegna a domicilio.

  • Frutta e verdure: Marco, 3393397969
  • Macelleria: Fabio, 0651846392
  • Alimentari: Alessandro, 06309035
  • Pescheria: Giuliano, 3490973177.

Ci spostiamo su su, lungo la Trionfale, per arrivare in zona Ottavia

  • cialde e capsule di caffè, via Casal del Marmo 272/A: 3518326660

ATTENZIONE

questa è solo una prima ricognizione. Cliccando su questo link www.vignaclarablog.it/?p=91928 troverete l’elenco “dinamico” aggiornato quotidianamente. Andate spesso a consultarlo.

Ricordiamo inoltre agli altri negozianti di Roma Nord che effettuano consegne a casa: se volete essere aggiunti inviate una mail a vignaclarablog@gmail.com indicando tipologia dell’offerta, indirizzo, nome e  telefono.

Fare sistema è la sfida

“Questo vuol dire fare Rete d’impresa, fare sistema” commenta Giovanna Marchese Bellaroto spiegando: “Nessuna  concorrenza, solo sinergia fra noi e con tutte le altre attività che hanno sfidato i tempi e sono rimaste aperte per le vie del quartiere . Lavoratori e piccoli imprenditori che si rimboccano le maniche consegnando fino a sera tardi, ricordiamocelo  quando tutto questo sarà alle spalle.”

“Dimostrare che il commercio di prossimità è stato capace in queste giornate buie di essere veramente essenziale per la collettività è la nostra sfida, siamo convinti di riuscirci”.

Claudio Cafasso

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 COMMENTI

  1. È possibile avere informazioni da Giovanna Marchese Bellaroto, presidente CNA-Commercio Roma, informazioni su analoghe possibilità per Cassia/Grottarossa, Cassia/Giustiniana, Cassia/La Storta
    Ringrazio per quanto potrai fare e ti saluto cordialmente
    Vittorio Lorenzo 338 1452724
    Comitato di quartiere “Via della Giustiniana dalla Cassia alla Cassia bis”
    Comitato.viadellagiustiniana@gmail.com

  2. Il valore dei negozi di vicinato fatto conoscre grszie all’arrivissima Giovanna Bellaroto e al prezioso Vigna Clara Blog.

  3. Salve. Ho 74 anni e vivo da sola. L’iniziativa è buona tuttavia mi risulta che i banchetti del mercato coperto di Viale Guido Reni, a due passi da casa mia, che si sono organizzati per offrire il servizio a domicilio gratuito agli anziani, chiedano però che la spesa, per ogni banchetto, ammonti ad un costo che va dai 20 ai 25 Euro. Ci sto pensando ma, mentre 25 Euro di carne potrei anche stiparli in freezer, che cosa potrei fare con 20 Euro di frutta e verdura o di affettati e formaggi? Non so. Vedremo.

  4. Lodevole iniziativa ma!!!!!!!!!
    Per certe fasce di cittadini, che sono poi quelle più interessate, è impraticabile.
    Mi spiego meglio….. fasce di persone anziane che vivono sole possono acquistare un quantitativo di fresco limitato ma essendoci un minimo sui vari generi che si aggira sui 20/25 euro di spesa finisce ogni possibilità di poter usufruire di questa servizio.
    Quindi come al solito piove sul bagnato infatti ne godono quelli che non ne hanno bisogno ed i commercianti…..che altruismo!!!!

    • Ci spiace smentirla gentile Alfonso. Nessuno dei negozianti qui citati ha posto limiti di spesa nei requisiti indicatici per poter essere inseriti nel nostro elenco. La invitiamo ad essere più esplicito. Grazie.
      La Redazione

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome