Home CRONACA Domenica stop alle auto ma non per chi vota

Domenica stop alle auto ma non per chi vota

bicicletta

E’ fissata anticipatamente al 1° marzo, rispetto alla data prevista del 29 marzo, la quarta e ultima domenica ecologica decisa dal Comune di Roma per “limitare l’inquinamento atmosferico e sensibilizzare la cittadinanza sul tema della qualità dell’aria e su un uso responsabile delle fonti energetiche“.

La domenica ecologica è stata anticipata rispetto al calendario prefissato, in quanto – spiega una nota del Campidoglio – nella data originariamente prevista del 29 marzo si svolgerà il Referendum Costituzionale, il cui decreto di indizione è stato pubblicato il 28 gennaio, successivamente all’approvazione del calendario sopra indicato. Nella stessa data è inoltre previsto lo svolgimento della Maratona di Roma.

Di conseguenza, la giunta Raggi ha deciso di ricalendarizzare la domenica ecologica per domenica 1° marzo. Per l’occasione, previsto il divieto totale di circolazione per tutti i veicoli a motore, con le consuete deroghe, all’interno della “Fascia Verde”.

Orari e deroghe

Il blocco del traffico sarà in vigore dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 20.30 anche per i veicoli forniti di permesso di accesso e circolazione nelle zone a traffico limitato.

Dal divieto di circolazione in Fascia Verde saranno esentati, come di consueto, i veicoli muniti di contrassegno per le persone invalide; i veicoli a trazione elettrica e ibrida, a metano, Gpl e bi-fuel; le auto a benzina Euro 6; i ciclomotori a 2 ruote con motore a 4 tempi da Euro 2 in poi; i motocicli a 4 tempi da Euro 3 in poi; le auto del car sharing. L’elenco completo delle deroghe si può consultare sul portale del Comune cliccando qui.

Ma “considerando la concomitanza con le elezioni suppletive nel primo collegio uninominale della Camera dei Deputati, che coinvolgono i cittadini del Municipio Roma I e una parte dei residenti dei Municipi Roma II, XIII, XIV e XV, sono previste ulteriori deroghe al blocco della circolazione“. In particolare, potranno circolare gli automezzi dell’Amministrazione Capitolina, i veicoli privati condotti da personale dipendente e da soggetti incaricati dei servizi elettorali, i veicoli condotti da cittadini diretti ai seggi elettorali del primo collegio uninominale, muniti della scheda elettorale.

Elezioni suppletive

A Roma, circa 160mila elettori distribuiti nei Municipi I, II, XIII, XIV e XV torneranno a votare domenica 1 marzo.

Dovranno eleggere alla Camera il rappresentante del Collegio uninominale 1 della XV circoscrizione “Lazio 1”, il cui posto è stato lasciato vacante da Paolo Gentiloni quando è stato nominato Commissario per l’Economia dalla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.

Trattandosi di collegio uninominale, ad essere eletto sarà il candidato che prenderà più voti. In lizza, per il centro-sinistra c’è  Roberto Gualtieri, attuale ministro dell’Economia, per il centro-destra Maurizio Leo, avvocato e professore di diritto tributario. E poi ancora Marco Rizzo, segretario del PC, Rossella Rendina per il Movimento 5 Stelle, Elisabetta Canitano di Potere al popolo, Mario Adinolfi per il Popolo della famiglia e Luca Maria Lo Muzio Lezza per Volt Italia.

A votare non saranno tutti i residenti dei Municipi sopra indicati ma solo quelli iscritti nei seggi elencati nella seguente lista: —> clicca qui 

Il Municipio XV è coinvolto in minima parte. A recarsi alle urne  saranno infatti solo gli elettori che fanno riferimento ai seggi di via Malvano, a Ponte Milvio, di via della Maratona, a Vigna Clara e di un seggio presso la scuola Nazario Sauro sulla Trionfale.

La Fascia Verde

fascia-verde

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome