Home CRONACA In fiamme un mezzo AMA sulla Cassia Antica

In fiamme un mezzo AMA sulla Cassia Antica

mezzo-ama-cassia-antica

Due esplosioni e tante fiamme questa mattina in via Cassia, sul tratto comunemente noto come Cassia Antica, all’altezza di via di Villa Lauchli poco prima dell’incrocio con via Pareto. Intorno alle 11 ad andare in improvvisamente a fuoco è stato una spazzatrice dell’AMA che era in servizio sulla strada.

Il conducete è riuscito a salvarsi ma l’incendio ha totalmente avvolto il mezzo provocando due esplosioni del serbatoio e facendo volare in mezzo a via Cassia un portellone e una ruota in fiamme. Una ragazza che proprio in quel momento passava in motorino è fortunatamente riuscita ad evitarli.

Non risultano al momento feriti. Sul posto Vigili del Fuoco, agenti della Polizia di Stato e agenti della Polizia Locale di Roma che hanno chiuso via Cassia al traffico da via Pereto all’incrocio con via Cortina d’Ampezzo fino alle 12 circa, per poi riaprirla a senso unico alternato.

1 commento

  1. Ennesimo episodio della sfortunata Azienda Municipale Ambiente Società per Azioni di proprietà degli “azionisti soci” il cui socio di maggioranza è il Comune di Roma o Roma Capitale, AMA S.p.A. ha l’incarico principale di occuparsi per la città di Roma della gestione dei rifiuti urbani solidi e liquidi, come sua prerogativa di Società Privata si serve di parteners a cui affida compiti e funzioni nell’ottica generale Italiana della partecipazione del maggior numero di soggetti possibile alle questioni di interesse generale ragione per la quale ha come enel o sip ha i bilanci in rosso e molti dipendenti.
    La condivisione con la cittadinanza dell’onere della gestione dei rifiuti urbani consente ad AMA S.p.A. di superare come è stato situazioni difficili dovute all’indebitamento, allo scarso gettito erariale per la crisi economica in atto, a scelte discutibili ecc., ecc. Verrebbe da dire della necessità di manutenzioni o di ammodernamenti o anche di professionalizzazione ed anche di efficentamento se non ci trovassimo ancora in uno stato di crisi economica per cui si parla di sfortuna di AMA S.p.A. e non altro.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome