Home ATTUALITÀ Al via raccolta firme per la messa in sicurezza di Corso Francia

Al via raccolta firme per la messa in sicurezza di Corso Francia

murales-gaia-camilla

Al via una raccolta firme cartacea, indirizzata alle istituzioni, per far mettere in sicurezza il tratto di Corso Francia dove hanno tragicamente perso la vita Gaia e Camilla.

Ad organizzarla il Comitato “Quartieri della Stazione di Vigna Clara e dintorni” che ha sentito la necessità di fare qualcosa di concreto non solo per le due giovani decedute ma per tutti, sia conducenti che pedoni.

Il murale comparso a Corso Francia per ricordare Gaia e Camilla riapre la ferita e riaccende il dibattito su quanto è accaduto. Noi del Comitato non vogliamo parlare ma fare qualcosa di concreto in memoria di queste adolescenti che sono volate in cielo troppo presto” dicono gli esponenti comunicando di aver dato il via ad una raccolta firme per chiedere alle istituzioni di intervenire seriamente per aumentare la sicurezza degli attraversamenti pedonali.

Lo chiediamo oggi per quel tratto di Corso Francia che è stato luogo della tragedia,  per poi sviluppare ed incrementare queste misure in tutta la città di Roma perchè i cittadini sono tutti uguali ed hanno tutti gli stessi diritti” concludono dal comitato spiegando che i moduli per la raccolta firme si trovano nella Tabaccheria Colajacomo in via Flaminia Nuova 232; nel Bar Tom Via Flaminia Nuova 260; nel Bar Bar della stazione di Vigna Clara; presso la portineria di Via Maffeo Pantaleoni 25; presso la portineria di via di Villa Severini 58 e, infine, presso l’edicola Cesare Fioretti a Corso Francia angolo via Flaminia (lato Ovs).

VignaClaraBlog.it

4 COMMENTI

  1. si ma quale il progetto? sottopassaggi? rotonde? allargamento marciapiedi? ponti pedonali? alberature come promesso dagli agli 80 ? pista ciclabile? boh.. tutto tace..sempre.. vorrei prima di morire vedere qualche cambiamento concreto su Corso Francia e non solite bugie o promesse.

    • Le promesse forse ci sono state ma di certo non è il Comitato che deve rispondere per le mancate promesse. Anzi, apprezziamo che sta prendendo iniziativa attraverso la raccolta di firme da parte dei Cittadini affinchè le Istituzioni preposte abbiano a riconoscere l’urgenza nel mettere in stato di sicurezza Corso Francia.

  2. Grazie Lucia. Oltre alla raccolta firme, il Presidente del Comitato parteciperà al servizio di Buongiorno Regione di martedì 14 Gennaio 2020 alle ore 7,30 che andrà in onda in diretta su Rai3, per rafforzare il messaggio e rivolgere un appello alle istituzioni preposte a fare i fatti (non più promesse).

  3. Bisogna cominciare a rivedere il funzionamento dei semafori pedonali. In particolare, quello davanti alla CONAD fa scattare il rosso dopo che il verde ha lampeggiato solo per tre secondi; secondo me è fuori norma in quanto il rosso dovrebbe scattare dopo il giallo; il giallo (divieto di iniziare l’attraversamento) in particolare dovrebbe durare il tempo necessario a chi ha già iniziato l’attraversamento pedonale (con il verde) di poter raggiungere il marciapiede opposto incolume.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome