Home TEMPO LIBERO Cassia: Teatro Ciak, il 3 ottobre al via la nuova stagione

Cassia: Teatro Ciak, il 3 ottobre al via la nuova stagione

teatro-ciak-roma

Con alle spalle i ventimila spettatori dell’esordio e alle porte i corsi di recitazione indirizzati ad adulti, ragazzi e bambini, il Teatro Ciak di via Cassia 692 si appresta a partire con la sua seconda stagione.

Gli spettacoli in programma – con biglietti già acquistabili singolarmente o tramite abbonamento – al momento sono undici, ma è assai probabile che ne verranno aggiunti altri nelle prossime settimane.

Diamo allora un’occhiata al nuovo cartellone, che con gradazioni differenti spazia fra i generi della commedia, del giallo e del thriller, non disdegnando incursioni significative in altri territori.

ROMEO E GIULIETTA – L’ULTRA’ E L’IRRIDUCIBILE (dal 3 al 13 ottobre)

Due appellativi per indicare due fazioni contrapposte, annebbiate da un odio reciproco tanto insensato quanto radicato, un odio che relega in un angolo persino l’amore e la purezza di due ragazzi.

Un testo in versi che segue le coordinate shakespeariane usando un linguaggio popolare, una storia assai “coatta” che si svolge in periferia, dove si guarda alla domenica calcistica e alla fede sportiva come fini ultimi dell’esistenza. Lo spettacolo è scritto e diretto da Gianni Clementi.

NODO ALLA GOLA (dal 17 ottobre al 3 novembre)

Prima delle tre rappresentazioni dello Stabile del Giallo finora ufficializzate (con ogni probabilità saranno quattro), ispirata ad un caso di cronaca nera del 1924 e tratta dal lavoro teatrale che ne ricavò Patrick Hamilton cinque anni dopo, la piéce porterà sul palco del Ciak uno dei film più coraggiosi ed innovativi di Alfred Hitchcock.

Il regista Raffaele Castria promette di evocare un’atmosfera fatua e decadente, abitata da personaggi critici e sofferenti che non sono in grado di vedere ciò che, invece, il pubblico scorgerà man mano in loro: l’orlo del baratro della coscienza umana.

LA CENA DELLE BELVE (dal 7 al 10 novembre)

Nell’Italia del 1943, sotto l’occupazione nazista, alcuni amici, staccati momentaneamente dalle privazioni e dalle tragedie della guerra, stanno festeggiando in allegria il compleanno di uno di loro.

Messe alle strette da un evento che si verificherà nelle vicinanze, queste persone – che Vahè Katcha pennella con crudo realismo e ironia nerissima – mostreranno tutta la piccolezza e la meschinità che connota i rispettivi caratteri. La versione italiana è di Vincenzo Cerami, la regia di Julian Sibre e Virginia Acqua, fra i protagonisti ci sono Maurizio Donadoni, Gianluca Ramazzotti e Silvia Siravo.

QUARTET (dal 14 al 17 novembre)

Giuseppe Pambieri (già bravissimo protagonista de “La Donna in Nero”), Paola Quattrini, Cochi Ponzoni ed Erica Blanc sono quattro interpreti d’opera che vivono in una casa di riposo.

Famose, energiche, irascibili ed esilaranti, queste vecchie glorie vengono sollecitate a rappresentare in un galà il loro cavallo di battaglia, il noto quartetto del Rigoletto “Bella Figlia dell’Amor” di Verdi. Fra rivelazioni e confessioni, invenzioni e colpi di scena, i quattro si muoveranno in un gioco teatrale che toccherà le corde dell’ironia, della riflessione e della commozione. La regia è di Patrick Rossi Gastaldi.

POTTED POTTER (dal 21 al 24 novembre)

Scritto da Daniel Clarkson e Jefferson Turner, dopo anni di sold-out e una candidatura agli Olivier Awards nella categoria “Best Entertainment and Family”, lo spettacolo che condensa in settanta minuti l’intera saga letteraria di Harry Potter approderà anche a Roma.

Grazie ai giovani e talentuosi attori Davide Nebbia e Mario Finulli, in scena si giocherà e ci si divertirà sia con i personaggi sia con il clima surreale di mostri, babbani e cappelli parlanti, in una parodia non autorizzata (ma nemmeno osteggiata) da J.K. Rowling che promette un clima più giocoso che magico e puro divertimento per tutta la famiglia.

DELITTO PERFETTO (dal 14 dicembre al 6 gennaio)

Anna Masullo (già regista dell’eccellente “Uno Studio in Rosso”) dirigerà il secondo spettacolo della stagione targato Stabile del Giallo. Esiste il delitto perfetto? O anche il piano più sofisticato può crollare perché un’eventualità non è stata presa in considerazione?

Passato attraverso la mano sapiente di Alfred Hitchcock, “Dial M for Murder” è un classico del thriller, un puzzle geniale e in continua costruzione in cui tutte le tessere sembrano andare inesorabilmente al loro posto fino a quando…

UN UOMO SOLO IN FILA (dal 9 al 19 gennaio)

Un uomo di nome Pasquale è in coda in un posto che non si sa bene cosa sia e dove si trovi. Del resto, la coda è invisibile e non si sa per quale motivo sia iniziata, né se finirà mai. Mentre aspetta il suo turno, l’uomo ripercorre tutta la sua esistenza, pensa agli errori commessi, alle scelte fatte, ai sogni svaniti, alle occasioni perdute, alle gioie e ai dolori.

Fra ironia e malinconia, Maurizio Micheli, che è anche regista dello spettacolo e sarà accompagnato al piano da Gianluca Sambataro, darà vita ad un personaggio che farà sorridere e riflettere.

LA CENA DEI CRETINI (dal 23 gennaio al 2 febbraio)

Ogni mercoledì alcuni amici stanchi ed annoiati della Parigi bene organizzano la “cena dei cretini”, alla quale invitano ignari personaggi ritenuti stupidi da sbeffeggiare per tutta la sera. Ma non sempre le cose vanno come vogliono loro e la potenziale vittima può rivelarsi, invece, un carnefice…

Scritta da Francis Veber e diventata una pellicola di successo, la commedia – che vedrà protagonisti Nino Formicola e Max Pisu – promette di regalare un crescendo di gags, malintesi e situazioni comiche e paradossali.

LA SCALA A CHIOCCIOLA (dall’8 febbraio all’1 marzo)

Cosa succede quando il luogo in cui ci si dovrebbe sentire più al sicuro si trasforma, invece, in un incubo? Tratto dal romanzo “Some Must Watch” di Ethel Lina White (1933) e dal film firmato da Robert Siodmark nel 1946, lo spettacolo sarà diretto da Anna Masullo e messo in scena dalla compagnia dello Stabile del Giallo.

Una grande casa isolata e serrata come una fortezza impenetrabile, il male che si annida nell’oscurità e scruta non visto ogni passo e movimento: gli spettatori condivideranno l’incubo che la giovane protagonista vivrà nell’arco di tutta la notte, mentre la catarsi finale arriverà da una direzione totalmente inaspettata…

IL MAJORANA SHOW (dal 5 all’8 marzo)

Nel marzo del 1938 Ettore Majorana si imbarca sul postale Napoli-Palermo dopo aver espresso il proposito di suicidarsi. Da quel momento in poi di lui non si sa più niente. Appena prima, o forse immediatamente dopo, aver scoperto come innescare la bomba atomica, il fisico più geniale della sua generazione, uno dei ragazzi di via Panisperna, svanisce nel nulla. Scomparsa o suicidio? Ancora oggi l’interrogativo resta aperto e ne solleva altri che riguardano il ruolo della scienza e i suoi limiti.

Questo spettacolo – scritto da Claudio Pallottini, diretto da Marco Simeoli e supervisionato da Gigi Proietti – si propone lo scopo di far ridere il pubblico facendolo riflettere. Sul palco, trasformato in uno studio televisivo, il presentatore di un popolare talk-show ricostruisce la vicenda e la personalità di Majorana, in una drammaturgia che mescola commedia, cabaret, teatro di narrazione e documento.

NOTTE DI FOLLIA (dal 12 al 15 marzo)

Un incontro inatteso al bar della stazione. Jacques, noto conduttore televisivo, beve per non dimenticare e, sotto gli occhi di un barista irriverente, importuna una cliente. Lei, appena uscita di prigione, non si lascia intimidire.

Tratto da “Nuit d’Ivresse” di Josiane Balasko e diretto da Antonio Zavatteri, lo spettacolo – che vedrà come protagonisti Corrado Tedeschi e Debora Caprioglio – promette di mostrare con intelligenza e divertimento due persone sole, agli antipodi ma accomunate dallo stesso segreto…

I biglietti per i singoli spettacoli sono in vendita su https://www.ticketone.it/, mentre per informazioni sull’acquisto degli abbonamenti si può cliccare qui o telefonare al numero 0633249268.

Giovanni Berti

VignaClaraBlog.it

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome