Home ATTUALITÀ Dario D’Ambrosi e i ragazzi del Teatro Patologico in Campidoglio

Dario D’Ambrosi e i ragazzi del Teatro Patologico in Campidoglio

Dario D'Ambrosi virginia raggi

Questa mattina emozionante ma non inattesa performance in Campidoglio di Dario D’Ambrosi quel (con tutto il rispetto) “matto” di un attore, fondatore e direttore del Teatro Patologico ubicato in via Cassia 472.

Per celebrare il quarantennale della legge 180, cosiddetta Legge Basaglia, quella che ha abolito i manicomi, Dario D’Ambrosi, supportato dai ragazzi della compagnia del Teatro Patologico, si è trasformato in un folle uscito da un manicomio che viene immobilizzato su un letto di contenzione, lo stesso che si usava per i malati di mente prima dell’approvazione della Legge.

Una ricorrenza importante per celebrare la quale la sindaca di Roma Virginia Raggi ha accolto nella sala Piccola Protomoteca Dario D’Ambrosi e i ragazzi del Teatro Patologico che a ottobre saranno protagonisti al Teatro Eliseo del Festival del Teatro Patologico che avrà come titolo “1978 Legge 180 – 2018 illusioni sogni speranze” e comprenderà un fitto calendario tra spettacoli, concerti, mostre e convegni.

A Roma abbiamo un’eccellenza di cui essere orgogliosi, un’eccellenza a livello mondiale che, indirettamente, è erede di quello spirito e di quella esperienza rivoluzionaria: è il Teatro Patologico. Un progetto importantissimo che unisce crescita, passione per la recitazione e integrazione. E vede attori professionisti e persone con disabilità lavorare insieme sul palco“.
Con queste parole la sindaca Virginia Raggi ha elogiato l’esperienza in atto in via Cassia 472 sottolineando che quella di stamani è stata “una rappresentazione molto forte e toccante” e ribadendo che “è un grandissimo vanto ospitare a Roma questa realtà“.

Vogliamo che questa esperienza possa esprimere al meglio tutte le sue potenzialità. Siamo orgogliosi di vedere come questi ragazzi portino questi valori con i loro spettacoli in giro per il mondo. A loro dico con tutto il cuore continuate così, con la vostra arte fate bene alla comunità intera” ha concluso.

E in effetti, tanto per non farsi mancare nulla, Dario D’Ambosi e la compagnia del Teatro Patologico il 7 maggio torneranno a New York per partecipare alla VI edizione del “Festival Italy in scena” con lo spettacolo “Tutti non ci sono” per poi volare a Bruxelles dove il 16 maggio saranno al Parlamento europeo.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome