Home ATTUALITÀ Grottarossa, bambino ferito da un tubo nel Parco Papacci

Grottarossa, bambino ferito da un tubo nel Parco Papacci

elisoccorso

Il bambino è stato trasportato con l’elisoccorso al pronto soccorso del policlinico Gemelli dove è giunto in codice rosso. Sul posto agenti della Polizia di Stato del del XV Gruppo della Polizia Locale di Roma. In corso la ricostruzione dei fatti per risalire alle responsabilità.

L’incidente è accaduto intorno alle 13 nel Parco Papacci di via di Grottarossa. La vittima è un bambino di otto anni sulla cui testa è improvvisamente caduto un tubo di un’impalcatura.

A quanto si apprende, pare che il bambino fosse in un campo di basket interno al Parco quando un tubo di un’impalcatura provvisoria dell’area gli sarebbe caduto sulla testa. A seguito del colpo il bambino è caduto a terra sbattendo la testa con forza.

Con l’augurio che la vicenda si risolva presto e bene, al momento, oltre al fatto che è stato ricoverato in codice rosso, non si conoscono le sue condizioni di salute.

AGGIORNAMENTO delle ore 00.40 del 29 luglio: Il bambino è stato operato alla testa. Ricostruita la vicenda: leggi qui

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. E’ una vergogna vi dovete vergognare tutti dai politici,giornalisti e cittadini ….è inammissibile una cosa del genere ora si vanno a cercare le responsabilità e al momento dei lavori dove era l’ingegnere architetto responsabile dei lavori che ha firmato il lavoro? e la ditta che se ne e andata senza finire il lavoro? però i soldi li hanno presi …..bravi bravi. e ora ? e l’unico parco di roma che rimane incostudito aperto giorno e soprattutto la notte in balia di tutti ……ma chi deve sorvegliare dove è?e sopratutto perchè quando vengono chiamati non arriva mai nessuno? come ci dobbiamo regolare noi cittadini?è mai possibile che dobbiamo pulire noi le bottiglie e i bisogni dei cani sparsi ovunque ? io capisco la maleducazione della gente ma se ci fosse ogni tanto qualcuno a vedere forse tante cose si potrebbero evitare ?voi che dite?

  2. Tutti dicono impalcatura provvisoria ma quale provvisoria se lo fosse stata sarebbe stata recintata e inaccessibile a dei bambini. Quando se ne sono andati gli operai che hanno fatto quello schifo di lavoro hanno dichiarato di aver finito i lavori altrimenti non si lascia alla mercé di centinaia di bambini del quartiere nel periodo estivo che è quello di maggior affluenza. Quella recinzione è da una vita che è pericolosa ma hanno fatto una serie di lavori inutili ma non hanno messo nulla in sicurezza è questa la verità chiedetelo alle mamme di grottarossa che ve lo sapranno dire vediamo cosa succede ora che hanno un bambino sulla coscenza ma tanto si sa come vanno le cose in Italia recinteranno la zona vietando l’accesso senza pensare che quello è l’unico punto di sfogo per i ragazzi del quartiere e ripararlo finalmente sarebbe troppo semplice. É una vergogna comunque i lavori erano finiti e nulla di provvisorio anche perché gli operai sono mesi che non si vedono più

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome