Home ATTUALITÀ Ci scrive una lettrice… un po’ di parte :-)

    Ci scrive una lettrice… un po’ di parte :-)

    in occasione del decennale di VignaClaraBlog.it, abbiamo ricevuto una lettera che ne ripercorre la genesi... oltre a disegnare un inusuale profilo dei fondatori

    lettera-da-lettrice

    “La prima volta che incontrai Claudio e Fabrizio, con le loro rispettive consorti, ancora me la ricordo, anche se è passato tanto tempo. Accadde in una serata invernale di inizio gennaio, piazza dei Giuochi Delfici a far da sfondo, in attesa degli amici di mio marito, quelli con i quali aveva deciso di condividere il progetto VignaClaraBlog.it”

    Così ci scrive una lettrice…un po’ di parte 🙂 nell’inviarci gli auguri per il decennale di questa testata.

    “Serata simpatica, finita a pizza e nutella, io che guardavo quei tre uomini, maturi ma non attempati si intende, che parlavano di una creatura che sembrava da poco partorita, ma intorno alla quale già avevano confezionato un futuro splendente. Mai ho visto una esitazione, un dubbio, una incertezza, nei loro occhi o nelle loro parole, per quanto ai probabili successi di quella “pazza idea”. Erano già cyberfagocitati, e dopo dieci anni dico non a torto”.

    “Non ch’io abbia avuto dubbi quella sera: li sentivo parlare, progettare, immaginare, pianificare, e mi sono detta “sono uomini, non sono capaci di sogni, stanno parlando di qualcosa che c’è, che è o diventerà presto qualcosa di tangibile, di importante, di concreto”. Non mi sbagliavo, ma soprattutto loro non si sbagliavano.”

    “Al loro entusiasmo, si contrappose la mia disarmante certezza che quel trio apparentemente scanzonato e giuggiolone, forse stava davvero ragionando su qualcosa di solidamente fattibile. E guardavo Loredana e Susanna, e forse loro, più dei tre diabolici amici, mi hanno convinta senza parole ma con una palpabile fiducia da accordare a quei “geni del male”, senza accenno alcuno al futuro di quel giocattolo che i nostri uomini stavano costruendo. Come un Lego, mattoncino dopo mattoncino.”

    “Si sono buttati a capofitto nella loro impresa, non senza problemi ma con la forza e la voglia di andare oltre, e tagliare il traguardo. Che non credo sia arrivato con i dieci anni di vita”.

    “Il perché è racchiuso, riavvolgendo il nastro, negli occhi di Claudio, all’evento organizzato per i sette anni di VCB. Quegli occhi, quella sera, l’hanno raccontata più delle sue parole. Gli occhi di una persona non mentono, mai, e i suoi quella sera esprimevano passione, emozione e soddisfazione, ma soprattutto la voglia di continuare per migliorarsi ancora”.

    “Non c’è stata la crisi del settimo anno, per lo strano trio. Quelle sette candeline hanno generato quel soffio ulteriore, quella ennesima grande spinta ad andare avanti, e a crescere ancora. La forza di VCB è racchiusa nella radicata convinzione che c’è sempre da migliorarsi, che c’è sempre una virgola da sistemare”.

    “Sono trascorsi altri tre anni, da quel settimo genetliaco, VCB continua a mietere traguardi, grazie a una squadra solida e consolidata, che i più curiosi possono conoscere cliccando su “redazione”.

    “Quanto, invece, ai nostri tre Peter Pan, invito i curiosi di cui sopra a non leggere i loro profili, peraltro solamente da poco riveduti ed edulcorati intelligentemente da anno di nascita o da dichiarata ma mai rivalutata età (tranne un piccolo accenno alla classe di appartenenza di Fabrizio, ma lui è il bel tenebroso del gruppo, se lo può permettere), ma a vedere, o rivedere, un video che risale al 24 dicembre 2012… il segreto di VCB è tutto in quel video. Buon compleanno VignaClaraBlog.it!”

    Visita la nostra pagina di Facebook

    1 commento

    1. Non sono daccordo, è riduttivo, tutto questo è molto di più, sopratutto per il periodo ed il contesto in cui ha avuto avvio VCB.
      Sfida delle sfide vinta e stravinta con i cittadini, con questi cittadini, tra cui il sottoscritto.
      Lettrice di parte romantica, molto affascinante.
      Leosc

    LASCIA UN COMMENTO

    inserisci il tuo commento
    inserisci il tuo nome