Home POLITICA Via del Podismo, Torquati: “M5S non si trinceri dietro tempi della burocrazia”

Via del Podismo, Torquati: “M5S non si trinceri dietro tempi della burocrazia”

casetta-via-del-podismo

Quando stava lì lì per essere sottoscritta, la concessione della “casetta” di via del Podismo all’associazione So.r.t.e è stata rinviata sine die perchè l’edificio presenta delle crepe.

E’ quanto abbiamo raccontato in un articolo odierno, a seguito del quale Daniele Torquati, Capogruppo PD in Municipio XV, così commenta.

“L’attesa per arrivare alla messa al bando del manufatto di Via del Podismo – risultato raggiunto ad aprile 2016 dalla precedente Amministrazione municipale– fu dovuta alla necessità di procedere alla diffida nei confronti dell’inadempiente associazione che allora ne era affidataria; ai tempi occorrenti per ottenere la revoca dell’affidamento (cui con tanta superficialità aveva provveduto chi mi aveva preceduto) e a quelli per la predisposizione – previe complesse verifiche patrimoniali – di un avviso pubblico affinché, in modo finalmente trasparente e secondo criteri equi, la “Casetta” fosse destinata ad attività sociali, culturali o educative”.

“A novembre 2016 – ricorda Torquati – il bando è stato vinto dall’Associazione “So.R.Te. Solidarietà Romana sul Territorio”, ma tuttora i suoi volontari sono in attesa della stipula dell’atto di concessione. Il Presidente dell’Associazione ha spiegato che, dopo le lungaggini dovute ai suoi adempimenti propedeutici, il rinvio dell’atto – che solo consentirebbe l’inizio dei lavori di riqualificazione dello stabile e l’avvio del progetto “Casa Vittorio Trombetti” – è dovuto alla decisione della UOT del XV e del Dipartimento Patrimonio di procedere alla verifica di eventuali danni provocati dagli “eventi sismici dell’Italia centrale”.

“Ciò premesso, il Presidente di So.R.Te ha espresso il timore di dover attendere “almeno altri sei mesi” prima che i cittadini possano iniziare ad utilizzare “uno spazio dalle grandi potenzialità inespresse”.

“Almeno sei mesi: il timore è anche il nostro – sostiene Torquati affermando che “un’attesa simile non ha ragion d’essere.”

“Chiediamo quindi all’attuale maggioranza municipale di non trincerarsi dietro “tempi tecnici” che non siano giustificati e di avere il coraggio di non nascondersi dietro le lunghe tempistiche della burocrazia: il M5S – conclude Torquati – dimostri di avere la capacità di pungolare gli Uffici competenti, affinché si possa finalmente dare il via ad un progetto utile, per il quale il territorio non può più aspettare.”

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Uno scempio di tre legislature municipali e ne sono tutte e tre colpevoli !!!!
    la prima (pdl) che senza molta trasparenza ha fatto spendere circa 200.000 euro di soldi pubblici per affidarla ad una società per i diritti della tutela degli animali (che secondo me neanche loro hanno ben capito nella sostanza che cosa avrebbe dovuto fare)
    Torquati che tanto ne parla adesso che con la sua giunta ci ha messo 3 anni per darla ad un ente senza fine di lucro che da un lato neanche questo ha ben spiegato nella realtà che cosa faranno e dall’altro, essendo senza fine di lucro entro breve tempo non avrà più le risorse per rispettare gli accordi e il parco tornerà in stato di semi abbandono.
    Il m5s : in grande sincerità da quando ha messo piede sul territorio io veramente non gli ho visto fare NULLA !!! nel bene e nel male saranno ricordati come la giunta del niente.
    CRESCENDO MI SONO RESO CONTO CHE LA FRASE “SI STAVA MEGLIO QUANDO SI STAVA PEGGIO ” è UNA GRANDE VERITA’ ….
    pensare di dirla sulla casetta di via del podismo però non lo avrei mai immaginato….

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome