Home FORO ITALICO Derby Lazio-Roma, con artificieri e unità cinofile mille agenti in campo

Derby Lazio-Roma, con artificieri e unità cinofile mille agenti in campo

juventus stadio olimpico foro italico
foto di repertorio

Messe a punto le misure di sicurezza contenute nel piano varato dalla Questura per il derby Lazio-Roma con fischio d’inizio alle 20.45 di mercoledì 1 marzo.

Nella giornata odierna si è tenuto il tavolo tecnico al quale hanno partecipato, oltre alle forze di polizia, rappresentanti del Coni, delle due squadre, del Comune di Roma,  Polizia Locale di Roma Capitale e i responsabili dell’Atac.

Particolare attenzione degli addetti ai lavori è stata posta sul sistema di afflusso e deflusso degli spettatori, organizzati su due diverse direttrici: area Ponte Milvio e Ponte Duca d’Aosta per i laziali, padroni di casa in questa gara, ed area Clodio ponte della Musica per i romanisti.

Nella circostanza è stato richiesto ad Atac un potenziamento dei servizi di trasporto pubblico dedicato allo stadio, in modo da contenere il numero delle auto nell’area dell’Olimpico.

Sicurezza

I servizi di sicurezza scatteranno da questa sera allo scopo di bonificare l’intera area mentre domani saranno concentrati sul prevenire ogni tipo di illegalità anche a largo raggio.

Meticolosi i controlli all’interno dello stadio, anche alle spalle degli spettatori in attesa, in un’ottica di antiterrorismo, tenuto conto anche delle recenti valutazioni dei servizi di intelligence che hanno ribadito l’esigenza di mantenere alta la guardia.

In campo anche artificieri e unità cinofile nonché raparti a cavallo specializzati nel controllo delle folle. L’intero complesso del Foro Italico sarà sottoposto a misure di video sorveglianza con l’utilizzo delle tele camere fisse già esistenti, implementate nelle aree non coperte da personale specializzato della polizia scientifica.

Oltre mille gli agenti impiegati nel piano di sicurezza, mentre sono 770 gli steward dedicati al controllo ed all’indirizzamento degli spettatori all’interno dello stadio.

La sfida condivisa da tutti i partecipanti al tavolo è di garantire la sicurezza del primo derby in serale dopo tanti anni, senza però determinare cambiamenti nel quotidiano dei residenti della zona.

Viabilità

Dalle 18 di mercoledì, per facilitare l’afflusso pedonale saranno chiusi al traffico Ponte Duca d’Aosta e via dei Robilant.

I divieti di sosta scatteranno in parte di piazzale Clodio e largo Livatino, un tratto di via della XVII Olimpiade, via Austria, via Svezia, via Norvegia, via Belgio, via Dorando Petri, via dei Robilant, un tratto di viale di Tor di Quinto, viale dello Stadio Flaminio e piazzale Ankara, via Angelo Emo angolo via Cipro.

I parcheggi a disposizione dei tifosi saranno a Clodio, Cipro, XVII Olimpiade e Tor di Quinto, dalle quali si potrà raggiungere lo stadio a piedi o utilizzando i bus che collegano con lo stadio.

Allo stadio senza auto

Chi vuole andare allo stadio senza ricorrere al mezzo privato può utilizzare il tram 2, dalla fermata Flaminio della metro A fino a piazza Mancini, o una delle seguenti linee di bus: 23 (da viale Marconi) 31 (da Laurentina), 32 (da piazza Risorgimento), 69 (largo Pugliese), 70 (da via Giolitti), 200 (da Pirma Porta), 201 (dalla Cassia), 226 (da Grottarossa), 280 (da piazza dei Partigiani), 301 (da Grottarossa), 446 (da Cornelia), 628 (da Furio Camillo), 910 (da Termini) e 911 (da San Filippo Neri).

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. E’ normale organizzare un derby in uno stadio in città di mercoledì sera blindando la città già dal pomeriggio?
    In quale paese serio e civile ciò accade? Solo a Roma dove rimane fondamentale accontentare tifosi e tassisti.

    Ma nessuno pensa a tutti i cittadini che lavorano e che hanno il diritto di non rimanere imbottigliati nel traffico per ore?

    E’ una grande vergogna!!!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome