Home POLITICA Centrodestra del XV: “Torretta Valadier deve essere riaperta, PD e M5S immobili”

Centrodestra del XV: “Torretta Valadier deve essere riaperta, PD e M5S immobili”

flash-mob-torretta-valadier

Riaprire subito Torretta Valadier, chiusa senza motivo da quattro anni. È inammissibile che, nonostante i lavori sulla struttura siano terminati dal 2013, non abbia ancora riaperto i battenti. Nel passaggio dalla Giunta Pd a quella del Movimento 5 Stelle nulla è cambiato. Tanto l’Amministrazione del Municipio XV, quanto quella del Comune di Roma, hanno deciso di non muovere un dito per risolvere questa incresciosa situazione“.

Con un flash mob organizzato stamattina a Ponte Milvio i partiti di Centrodestra hanno chiesto la riapertura della Torretta Valadier chiusa da quattro anni e la conseguente restituzione della stessa al territorio, a Roma e ai cittadini.

Le Giunte PD e M5S si sono dimostrate facce della stessa medaglia, una moneta fatta di parole, promesse e pochi fatti concreti. Dall’una all’altra Amministrazione, Roma e il nostro Municipio XV sono abbandonati alla mercé di chiacchieroni e comici“.

A sostenerlo sono Giuseppe Mocci, Stefano Erbaggi, Marco Perina, Antonio Scipione, Giorgio Mori e Simone Ariola, Isabella Foglietta ed Andrea Imbimbo, esponenti del Centrodestra locale.
Il Consigliere Mocci ha inoltre presentato una proposta di risoluzione allo scopo di mettere la parola fine a questa situazione.

Visita la nostra pagina di Facebook

5 COMMENTI

  1. Pienamante d’accordo con la riapertura della torretta valadier e con l’utilizzo che ne è stato fatto fino alla sua chiusura.

    Suona strano però che si faccia riferimento solo alle amministrazioni PD e 5 stelle quando, se la memoria non mi inganna, la torretta rimase chiusa benché il lavori fossero già terminati e non più riaperta quando era sindaco Gianni Alemanno.

  2. Tutti conoscono un qualcosa di speciale e indefinibile che appartiene ed avvolge specificatamente un luogo un posto, atmosfere particolari che predispongono l’animo delle persone in visita come è accaduto per gli eventi mostre ed incontri con artisti e giovani artisti che hanno avuto la Torretta Valadier a disposizione.
    La mobilitazione degli Esponenti del C.destra Locale tra i quali G. Mori di FDI-AN che invita questo governo a ritornare sull’argomento riapertura, è inserita nel processo politico FDI-AN di ricostruzione di un rinnovato rapporto delle persone con il territorio, la conoscenza. (Mori è un vero grande!) Essendo tale pubblica manifestazione realizzata in prima persona dagli esponenti locali non può essere liquidata come una notizia come un altra, conosco Giorgio e ripenso alle battaglie che ha svolto in prima persona la gestione dei “migranti” sottratti dalle mani di una popolazione inviperita dalla presenza di gente che gli ronza in torno da anni, gente esasperata e cinica vittima di scelte sciagurate e irresponsabili.
    Mentre il Tema dell’accoglienza è cruciale per l’Italia e per l’Europa e non può essere eluso, contrastato o peggio ignorato e non di meno consegnato a chiunque. Costituire processi d’integrazione alla realtà Italiana ed Europea sempre più rispondenti alle reali necessità è tra gli obbiettivi principali del nostro Paese e dell’Europa, è un pò diverso da quello che ci si aspettava ed ancora diverso dalle politiche di qualche anno fa ma resta ai primi posti come destino prossimo futuro.
    leosc

  3. Per concludere, preferire di riproporre l’esistente, non liquidare l’esistente abitua a mio modesto avviso, per carità, a gestire situazioni anche gravi come quella della convivenza con i migranti attingendo dal passato e dal presente ispirazione come solo è in grado di fare l’incontro con l’arte ad esempio anche quella dei giovani artisti.
    Investimenti più a lungo termine che ritroviamo poi nella società.
    Per questa ed altre ragioni ho scelto di iscrivermi a Fratelli d’Italia Alleanza Nazionale ma senza ambizioni di sorta, in tutta onestà, difronte alla storia nota personale della bellissima Giorgia Meloni nostro amatissimo segretario che milita in politica da quando era un’adolescente difficile credere di avere altro da aggiungere. Seguo Giorgio ed il suo slogan più felice ” Io sto con gli Italiani”
    Leosc
    p.s. a proposito di tolleranza……..Grazie!

  4. Possibile che ogni occasione serve per buttarla in politica? Se la mettiamo così quando mai la destra si è interessata alla Cultura, all’Arte e quant’altro?

  5. @Marcella Mariani, mi corre l’obbligo di risponderele visto che non l’ha ancora fatto nessuno. Come ha potuto constatare il flash Mob di Mori, Mocci e gli altri ha avuto successo proprio perchè sono state accolte le ragioni politiche della protesta che nel caso appartengono ad un progetto/programma politico specifico del Centro Destra ovvero contrastare fenomeni di estraneazione e disinteresse della popolazione dalle proprie realtà locali territoriali (destra) dalla propria storia (destra) e dalla propria memoria (sempre destra “Patria come concetto base”). In questi ultimi anni la cosidetta destra è interessata da un processo interno doloroso e straziante quanto quello che ha interessato il Partito Comunista Italiano che oggi è il PD, avviato nel 1995 da G. Fini e culminato nei governi Berlusconi successo politico degli “uomini del Fare” se ricorda, questo popolo è il popolo di destra per questo da sempre meno riconoscibile rappresentato dagli amanti della cultura e del pensiero, ma le cose cambiano e sempre più il popolo di destra si sta avvicinando alla cultura al sapere al pensiero a partire da quello che ha a disposizione. Lo stesso popolo di destra ha mancato di riconoscere nel progetto PDL gli elementi nuovi contenuti riferiti proprio alla conoscenza all’incontro con le esperienze politiche e le idee dei tanti soggetti che componevano la galassia PDL ormai un mero ricordo, oggi c’è FDI-AN che raccoglie questa eredità e fa tesoro del recente passato e come vede a volte ha successo.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome