Home ATTUALITÀ Babbo Natale un po’ confuso: non sa dove andare nel XV

Babbo Natale un po’ confuso: non sa dove andare nel XV

babbo-natale-xv

Da un lato si lancia un bando ad evidenza pubblica dal titolo Natale in XV dall’altro si manda in onda una procedura negoziata (quindi non pubblica) per eventi natalizi dal titolo Viviltuoquartiere.

Il primo viene pubblicato il 17 novembre con scadenza undici giorni dopo, la seconda viene protocollata il 23 novembre con scadenza sei giorni dopo. Ma prima di queste due iniziative un’altra era stata già annunciata, addirittura sotto ferragosto.

Il Babbo Natale pentastellato è in affanno e confuso: su quante e quali piazze dovrà indirizzare le renne la notte del 24 dicembre?

Per evitargli di fare confusione riepiloghiamo le tre vicende parallele, così come si stanno svolgendo in questi giorni, cercando di fare chiarezza a suo uso e consumo.

Natale a Ponte Milvio

Per il secondo anno consecutivo, dall’8 dicembre al 6 gennaio nello spazio adiacente la Torretta Valadier si terrà la manifestazione “Natale a Ponte Milvio“.
Così ha deciso la Giunta del XV Municipio dando il via, lo scorso 12 agosto, ad un bando di gara il cui vincitore si aggiudicherà l’organizzazione dell’evento che, avendo finalità “socio-culturali”, sarà così articolato: “il 30% dell’area riservata ad attività istituzionali, di volontariato e di solidarietà; il 50% ad attività socio-culturali-commerciali relative alla vendita nel settore non alimentare di categorie merceologiche riferibili alla tradizione; il 20% ad attività socio-culturali-commerciali relative alla vendita nel settore alimentare di categorie merceologiche riferibili alla tradizione.”

Proprio così diceva il bando, resta da capire cosa ci sia di socio-culturale nella vendita di gadget natalizi o di panettoni e dolcetti. Ma per dovere di cronaca dobbiamo dire che il mantra “socio-culturale” per poter giustificare il “commerciale“ era presente anche nell’analogo bando 2015.

Al bando 2016 potevano partecipare società, associazioni, cooperative e imprese individuali e il progetto andava presentato entro venerdì 14 ottobre.  
Ad oggi non si sa nulla sull’esito della gara.

Natale in XV

Il 2 novembre le note di Jingle Bells hanno fatto da sottofondo al Consiglio del XV che ha deliberato di emettere un un bando di gara con il quale cercare organizzatori per la manifestazione “Natale in XV” da tenersi dall’8 dicembre all’8 gennaio a Cesano, in piazza Antonio Basso; a La Storta, in via Vincenzo Tieri; a Labaro, in viale Gemona del Friuli e a Corso Francia, nel giardino di via Viti de Marco.

Ognuna delle quattro aree deve essere attrezzata al 30% per attività istituzionali, volontariato e solidarietà e al 45% come settore commerciale di articoli natalizi, di artigianato e giocattoli. Nel restante 25% troverà posto il settore alimentare. Possono partecipare società, associazioni, cooperative e imprese individuali che devono inviare la loro offerta entro il 28 novembre.

Peccato che il bando è stato pubblicato il 17, quindici giorni dopo la delibera di consiglio e undici giorni prima della scadenza mettendo veramente in difficoltà i partecipanti. Progettare un evento della durata di un mese in una manciata di giorni non è certo cosa facile.

Viviltuoquartiere

Ed ecco che, probabilmente in soccorso del secondo, arriva Viviltuoquartiere. Non è un bando ma un “invito a procedura negoziata” inviato alle associazioni culturali del territorio.

“L’iniziativa – si legge nell’invito – prevede iniziative culturali ed artistiche (sì, l’iniziativa prevede iniziative, è scritto proprio così) del genere più vario e coerenti con la tradizionale atmosfera natalizia al fine di comporre un palinsesto di eventi ricco, articolato e diversificato … da realizzare in un minimo di quattro giornate” da svolgersi entro il 31 dicembre.

Dove? A Cesano, Isola Farnese, Labaro e Ponte Milvio andando in parallelo (per non dire in conflitto) con alcune sedi dei due precedenti bandi, pur essendo il XV sì vasto da comprendere altri quartieri.

L’invito, protocollato 23 novembre, impone la presentazione delle offerte entro il prossimo 29. Sei giorni di calendario per progettare un evento, redigerlo, raccogliere tutti i documenti necessari e presentare un’offerta. Una roba per la quale serve la bacchetta magica.

Babbo Natale ci ha riferito di essere disorientato e anche un po’ confuso. Ma non lo sarà anche il XV?

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome