Home ATTUALITÀ XV, lentocrazia batte trasparenza sei a zero

XV, lentocrazia batte trasparenza sei a zero

trasparenza

Sono stati nominati con un’ordinanza datata 11 luglio e nello stesso giorno presentati alla cittadinanza dal presidente del XV, Stefano Simonelli, nel corso della prima seduta di Consiglio. Ma di loro ancora oggi si sa poco, anzi nulla. Nulla delle loro esperienze, della loro formazione, nulla della loro professionalità.

Parliamo di Alessia Vivaldi (Vice presidente del Municipio e assessore al Commercio, al Turismo e alla Cultura); di Paola Chiovelli (Assessore alle Politiche Sociali, alla Salute e alle Pari Opportunità); di Claudio Bollini (Assessore ai Lavori Pubblici, Urbanistica, alle Periferie, alla Mobilità e ai Trasporti); di Andrea Pagano Mariano (Assessore al Bilancio, Patrimonio, alla Semplificazione amministrativa, alla Trasparenza e all’Anticorruzione) e di Pasquale Annunziata (Assessore all’Ambiente, al Decoro Urbano, ai rapporti con l’AMA).

E a loro, con un’ordinanza datata 1 agosto, proprio oggi si è aggiunto Pasquale Russo (Assessore alla Scuola, allo Sport e alle Politiche giovanili) andando a completare la squadra di governo con il numero massimo possibile.

Fino a prova contraria tutti certamente degni, per carità, di ricoprire questi incarichi ma nel nome della trasparenza tanto invocata dal Movimento 5 Stelle perchè non presentarli comme il faut alla cittadinanza rendendo noti i loro curriculum per dimostrare quanto siano adatti a gestire le deleghe loro assegnate?
La stessa Virginia Raggi, sindaco della capitale, si è premurata di farlo diffondendo sulla rete un video per ogni assessore capitolino nel quale l’interessato racconta di sé e del suo programma di lavoro.

In quel del XV invece, sulla pagina del sito web istituzionale dedicato alla giunta un laconico messaggio postato il 13 luglio avverte che la  “pagina è in fase di aggiornamento” e che “i dati e le informazioni mancanti verranno pubblicati appena disponibili“. E accanto al nome di ogni assessore la parola curriculum è priva di contenuto, non è infatti cliccabile.

Dal 13 luglio ad oggi, 1 agosto, sono trascorsi 18 giorni, un lasso di tempo più che sufficiente per pubblicare non 500, non 50 ma solo 5, anzi da oggi 6 CV.  Risultato: lentocrazia batte trasparenza 6 a 0.

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. Allora, assessore Pagano Mariano (alias assessore per la Trasparenza) che ci dice? Quale arcano marchingegno sta meditando per il suo mandato? La commissione Trasparenza che fa? Tutto rimandato a dopo le ferie?

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome