Home TEMPO LIBERO Il commissario Ricciardi a Ponte Milvio

Il commissario Ricciardi a Ponte Milvio

maurizio-de-giovanni

Sarà una “grande festa per il commissario Ricciardi” quella che “Libri a Mollo“, il salotto letterario di Ponte Milvio, sta organizzando per giovedì 14 luglio alle ore 21. Ospite della serata sarà infatti lo scrittore partenopeo Maurizio de Giovanni, che ha pubblicato di recente “Serenata senza nome – Notturno per il commissario Ricciardi“, il nono, appassionante, capitolo della serie noir ambientata nella Napoli degli anni trenta.

Nato a Napoli il 31 marzo 1958, sposato e padre di due figli, innamorato visceralmente della propria città e tifosissimo della squadra di calcio guidata da Sarri, Maurizio de Giovanni è l’eccellente autore non solo dei libri dedicati a Luigi Alfredo Ricciardi della Regia Questura di Napoli, ma anche dei cinque romanzi incentrati sull’ispettore Lojacono e sui Bastardi di Pizzofalcone.

I romanzi noir di de Giovanni, che presentano una prosa asciutta e scorrevole abbinata a momenti poetici molto profondi, sono libri che si divorano rapidamente e che danno una forte dipendenza senza che vi sia alcuna contro-indicazione, se non un’astinenza troppo prolungata.

Accanto alla vicenda principale (un delitto e l’indagine che ne scaturisce) scorrono e si intrecciano diverse sotto-trame, che approfondiscono la psicologia di personaggi ormai familiari e la natura dei loro rapporti reciproci: è questo il tratto che caratterizza tutti i volumi di de Giovanni e che li rende avvincenti dal principio alla fine.

Il suo ultimo lavoro, “Serenata senza nome – Notturno per il commissario Ricciardi”, che l’autore presenterà a “Libri a Mollo”, non fa certo eccezione.

All’incontro, alla “festa”, parteciperanno anche il giornalista de “La Repubblica” Gino Castaldo e Severino Cesari, fondatore e direttore della collana Einaudi Stile Libero, che pubblica tutti i libri di de Giovanni.

Appuntamento, dunque, giovedì 14 luglio alle ore 21 a piazzale Ponte Milvio, 22, a Libri & Bar Pallotta.

Giovanni Berti

 

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome