Home CASSIA Dura un attimo la neve ed è subito un “ciak” sulla Cassia...

Dura un attimo la neve ed è subito un “ciak” sulla Cassia Bis

neve-cassia-bis
Percorso obesità: Centro per la cura dell’obesità

Il silenzio diventa problematico nella Valle del Baccano, metà strada fra Roma e Viterbo, no, più verso la capitale che direzione-Tuscia, quando, lunedì 7 marzo, comincia a fioccare la neve. Che fortunatamente non s’attacca sulla spianata veloce della Cassia Veientana, altrimenti staremmo già a reclamare lo stato di calamità naturale, che da buoni capitolini ci esaltiamo per la neve ma non sappiamo gestirla.

Sgusciano velocemente gli sms di quelli che avvisano gli amici e gli amici degli amici e accostano la macchina sulla destra per raccogliere giusto una palla di neve e scagliarla nel prato adiacente la strada statale, vagheggiando chessò… la più epica delle battaglie (a palle di neve) stile quelle che osserviamo nei film di stampo newyorchese e fanno tanta invidia più ai cinemaniaci che agli spaparanzati da poltrona.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

Selfie in sequenza per moglie e amante, romanticoni che s’immortalano mentre cala il sole alle loro spalle e c’è pure quello che sguinzaglia il labrador perché “quando mi ricapita di farlo giocare così”; e frenate improvvise di chi non sa guidare, o forse sa guidare ma non ha i pneumatici invernali e gli viene il grattacapo che se tampona qualcuno, poi la paga cara.

Dura un amen la coltre bianca sull’asfalto, con buona pace di pendolari pronti a giurare che “se stanotte nevica domani non vado a lavorare” e studenti che esultano neanche fosse finita la scuola.

Sì, fa uno strano effetto la neve, beninteso, quella che cade dal cielo e non quella che si sniffa in certi salotti-bene d’una Roma che caldeggia (oddio che eufemismo) un pomeriggio bianco così, tanto per vedere l’effetto che fa, come cantava Enzo Iannacci.

Rimetti in moto e parti, l’euforia è già il passato e ringrazi il cielo che non sia comparso il genio di turno pronto a giurare che “’sta nevicata fa bene ai campi”.

Massimiliano Morelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome