Home ATTUALITÀ E se nevicasse a Roma?

E se nevicasse a Roma?

pmneve.jpgQuesta fase di tempo mite e gradevole è destinata a cambiare nel corso delle prossime ore nelle quali sono attese temperature in calo e aria gelida che spazzerà la cappa di smog che da settimane ammorba la capitale. E se per caso a Roma nevicasse pure? Pronto il piano di emergenza del Campidoglio nell’eventualità di caduta neve, formazione di ghiaccio e ondate di grande freddo.

Il provvedimento, firmato nei giorni scorsi dal Commissario Straordinario Tronca, è finalizzato a ridurre e mitigare gli eventuali fattori di rischio connessi al verificarsi di eventi tipici della stagione invernale quali ondate di grande freddo, formazione di ghiaccio e precipitazioni nevose, e con lo stesso si ordina alle strutture competenti, interne ed esterne all’Amministrazione, l’attivazione dei Piani di intervento a salvaguardia della pubblica incolumità.

In particolare al verificarsi di ondate di grande freddo, Il Dipartimento Politiche Sociali dovrà adottare interventi e iniziative atti a mitigare le difficoltà delle “fasce sociali più deboli, con particolare riguardo alle persone senza fissa dimora”.

In caso di precipitazioni nevose e conseguente formazione di ghiaccio, invece, tutte le Strutture, coordinate dall’Ufficio Extradipartimentale Protezione Civile di Roma Capitale e in collaborazione con i Municipi dovranno attenersi a quanto previsto e descritto nel Piano speditivo per rischio neve e ghiaccio, parte integrante del Provvedimento.

L’Ordinanza commissariale si rivolge infine alla cittadinanza e in particolare, tra le altre disposizioni, rammenta a tutti i proprietari e gestori di stabili l’obbligo, durante e dopo le nevicate, di tenere sgomberi dalla neve dalle ore 8.00 alle ore 20.00, i marciapiedi antistanti gli stabili stessi, per una larghezza di due metri.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome