Home ATTUALITÀ A Vigna Clara l’ultimo saluto a Maria Grazia Capulli

A Vigna Clara l’ultimo saluto a Maria Grazia Capulli

capulli.jpgE’ morta all’alba di oggi Maria Grazia Capulli, volto noto del Tg2. La giornalista, 55 anni, era malata da tempo ma aveva lavorato fino all’ultimo. Domani, giovedì 22 ottobre, amici e colleghi le daranno l’ultimo saluto alle 12, nella parrocchia di Santa Chiara, in piazza dei Giuochi Delfici a Vigna Clara. I funerali si terranno venerdì a Camerino, sua città d’origine.

Ci ha lasciato Maria Grazia. Era intelligente e sensibile. Una grande amica che fino all’ultimo ha amato la vita”, ha annunciato questa mattina su Twitter il direttore del Tg2 Marcello Masi.

Maria Grazia Capulli si era laureata cum laude in Lettere all’Università di Macerata, la sua città natale, e da anni conduceva l’edizione delle 13 del Tg2 (in precedenza aveva condotto anche quella delle ore 20.30, nonché ‘Costume e Società’ e ‘Tg2 Salute’). Ha curato inoltre per la testata giornalistica della seconda rete Rai le rubriche culturali ‘Tg2 Neon Libri’ e ‘Achab Libri’. Nel 2004 aveva lavorato anche per alcuni mesi come corrispondente Rai dalla sede di Parigi.

La sua carriera giornalistica, era iniziata, dopo un corso di giornalismo a Camerino, nella carta stampata: aveva infatti scritto per l’edizione marchigiana del ‘Messaggero’ e per il ‘Corriere Adriatico’.

In Rai era entrata alla fine degli anni Ottanta. Ad assumerla fu nel 1996 Clemente Mimun, che le affidò la conduzione del Tg delle 13. Proprio Mimun oggi le ha dedicato un tweet. “Ciao Maria Grazia rip”.

Una professionista seria, forte e determinata” ricordano l’Usigrai e il Cdr del Tg2. “La sua profonda dedizione per il lavoro, con un occhio speciale e sensibile ai temi del disagio e degli ultimi, e l’attenzione al mondo della cultura, l’hanno sempre accompagnata anche nei momenti più difficili. Un impegno professionale portato avanti con scrupolo, discrezione e rigore”, sottolinea il sindacato.

“Negli ultimi mesi ha fortemente sostenuto nel Tg2 la realizzazione di una nuova rubrica ‘Tutto il bello che c’è’, progetto editoriale nel quale ha voluto mettere tutto il suo desiderio di futuro, di raccontare storie positive, e di speranza. L’Usigrai, le giornaliste e i giornalisti Rai, il Comitato di Redazione del Tg2 si stringono alla mamma e alla famiglia tutta di Maria Grazia”, conclude il sindacato.

Aggiornamento: la cronaca dell’ultimo saluto, clicca qui

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Maria Grazia , definita da Clemente Mimun “un diamante nella polvere” ,
    ha lottato con tutte le sue forze contro la malattia e senza lamentarsi
    ha continuato a lavorare fino all’ultimo con quell’eleganza , quella
    dolcezza,quella sensibilità , quella bontà ,quella voglia di raccontare solo
    le cose belle,quella nobiltà d’animo e quella voglia di vivere che solo poche
    persone hanno !
    Ci hai lasciato soli all’improvviso , ci mancherai moltissimo : ma noi continueremo a cercare altri diamanti , nascosti in mezzo alla polvere !

    Paolo

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome