Home ATTUALITÀ Addio discariche, con i rifiuti AMA produrrà l’eco-asfalto

Addio discariche, con i rifiuti AMA produrrà l’eco-asfalto

ecoasfalto240.jpgTrasformare i rifiuti in eco-asfalto, dicendo addio alle discariche. A partire dal 2016, AMA trasformerà la Fos, la frazione di rifiuto smaltita in discarica, in MB (Mineralized Biomass) per strade o piste ciclabili. L’eco-asfalto sarà proposto su tutto il territorio nazionale e non solo per l’impiego nella capitale.

Trasformare i rifiuti in eco-asfalto, dicendo addio alle discariche. Tutto ciò sarà possibile grazie a un procedimento studiato da Ama, che otterrà il brevetto esclusivo a ottobre, e che permette di trasformare la Fos, la frazione di rifiuto smaltita in discarica, in MB (Mineralized Biomass) ed usarla per strade o piste ciclabili. La municipalizzata romana punta a produrla dal 2016. La titolarità esclusiva del brevetto consentirà all’Ama di avviare una linea di produzione di eco-asfalto da utilizzare anche oltre i confini di Roma, in tutta Italia.

Dopo la chiusura del mega sito di Malagrotta a ottobre del 2013, la Capitale è attualmente costretta a trasportare il Fos nelle discariche di Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna. Si calcola che l’invenzione potrebbe produrre risparmi pari a 3-4 milioni di euro l’anno, derivanti dal mancato trasporto della Fos nelle discariche che quindi potrebbero ridurre notevolmente la loro attività oppure, in prospettiva, addirittura chiudere i battenti.

L’MB si ottiene attraverso la mescola “a freddo” tra Fos e pozzolana senza trattamenti chimici o termici. Attualmente gli impianti di Trattamento Meccanico Biologico (Tmb) a Roma producono oltre 90mila tonnellate all’anno di frazione organica che potrà dunque essere riutilizzata in siti idonei per il recupero sostenibile e il presidio ambientale.

“La produzione dell’eco-asfalto da parte di Ama è un altro tassello che si aggiunge al percorso voluto da questa Amministrazione verso l’obiettivo “rifiuti zero” e dimostra l’impegno dell’azienda che, su input del sindaco, sta lavorando per migliorare i servizi tenendo ben presente la sfida dell’efficientamento, della razionalizzazione delle risorse e dell’innovazione tecnologica”.

Così ha commentato la notizia l’assessore capitolino all’Ambiente e Rifiuti, Estella Marino che ha aggiunto: “Tutto ciò comporterà un grosso risparmio economico ma soprattutto una grande beneficio per l’ambiente, oltre che segnare un punto a favore di un’azienda municipalizzata che ha ereditato un passato pesante e che sta facendo, su ferma volontà di questa Amministrazione, grossi sforzi per innovarsi e fornire i migliori servizi.”

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. SAREBBE UNA SOLUZIONE OTTIMA, MI AUGURO ABBIA MAGGIOR FORTUNA DELL’IMPIANTO CHE ANNI FA DOVEVA NASCERE IN SARDEGNA PER LA PRODUZIONE DI INERTI PER ASFALTARE STRADE UTILIZZANDO PNEUMATICI IN DISCARICA. AUGURI!

  2. Tutte le iniziative ama sono destinate a fallire per colpa di un management incapace
    e di personale spesse volte non motivato.

    La strada delle intenzioni di questa pseudo utility è lastricata di insuccessi.
    State pur certi che anche questa iniziativa andrà a fare compagnia alle altre (accertatori, aumento frequenza di svuotamento, attenzione al decoro e mi fermo qui).

    Da chiudere subito.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome