Home AMBIENTE La Storta, Francigena ancora un miraggio. Al via una petizione on-line

La Storta, Francigena ancora un miraggio. Al via una petizione on-line

segnale-francigena.jpgLa Francigena a Roma Nord resta ancora un miraggio. Eppure esiste un percorso ufficiale e ben definito attraverso i parchi dell’Insugherata e di Monte Mario per il cui perfezionamento sono state stanziate risorse non utilizzate. E’ ciò che chiede una petizione on-line: un passaggio degno di questo nome per i camminatori che vanno da La Storta verso Roma.

La petizione nasce nell’ambito di Cammini del Lazio-Focal Point, momento di incontro, promosso dall’Unione Europea tra cittadini, associazioni e soggetti pubblici interessati allo sviluppo dei cammini, ciclovie e ippovie del Lazio e dedicato al coinvolgimento delle organizzazioni e dei cittadini interessati, ed in particolare dei giovani che non studiano e non lavorano.

Il testo

“Nella Bolla che indice il Giubileo con inaugurazione l’8 dicembre prossimo e conclusione il 20 novembre 2016, Papa Francesco – si legge nella petizione – scrive: La vita è un pellegrinaggio e l’essere umano è viator, un pellegrino che percorre una strada fino alla meta agognata. Anche per raggiungere la Porta Santa a Roma e in ogni altro luogo, ognuno dovrà compiere, secondo le proprie forze, un pellegrinaggio.
L’accesso di camminatori e pellegrini che, già oggi numerosi, seguono la Via Francigena nel tratto La Storta-Roma avviene in maniera estremamente disagiata e rischiosa, lungo un percorso privo di indicazioni, di marciapiedi, in mezzo a traffico pesante e ad una periferia deturpata dalla speculazione. Diverse guide turistiche consigliano di terminare il percorso a La Storta per poi proseguire in bus fino a Roma per mancanza di un tratto protetto. Una vergogna per la capitale e un chiaro segno di inospitalità.”

“Esiste un percorso alternativo, ufficiale e ben definito , attraverso i bellissimi parchi dell’Insugherata e di Monte Mario” dichiarano gli organizzatori della petizione spiegando che “Per il perfezionamento del percorso bastano poche risorse che, a quanto ci risulta, sono già state stanziate. Si tratta solo di rendere il tutto pienamente fruibile. L’apertura di questo cammino sbloccherebbe l’accesso a Roma per decine di migliaia di pellegrini, ma anche, più in generale, per numerosissimi camminatori e turisti, o anche semplicemente per i cittadini desiderosi di fare il percorso di un giorno. Consentirebbe al contempo la valorizzazione di una parte preziosa del territorio della Capitale, con un impatto positivo sullo sviluppo economico e sulla coesione sociale. In altri termini, avrebbe un effetto non solo a breve, ma anche a medio e lungo termine.”

“Il percorso della Francigena è, nell’insieme, relativamente ben attrezzato a Nord de La Storta, benché molto carente nella segnaletica e purtroppo costellato da discariche abusive. Esiste poi un problema di collegamento del percorso tra Toscana e Lazio. Ci sono altri cammini da valorizzare, quelli che convergono su Roma in parallelo o intersecando la Francigena e che attraversano zone di altissimo valore storico, culturale e paesaggistico. Tuttavia, il vero tassello mancante, anche per chi volesse continuare verso Sud, è proprio il percorso La Storta-Roma.”

Cosa chiede

Con la petizione si chiede quindi la realizzazione di un tavolo permanente di coordinamento, nonché la comunicazione urgente al pubblico, del nome di un referente istituzionale unico, dotato degli opportuni poteri, per il perfezionamento degli accessi dei camminatori a Roma in vista del Giubileo e oltre; la pubblicità dei programmi e delle misure che si intendono mettere in opera per la realizzazione di questo obiettivo e la loro tempistica e, infine, l’indicazione dei momenti di coinvolgimento dei soggetti privati e del volontariato per segnatura e manutenzione dei percorsi, nonché per lo sviluppo dei servizi turistici e di accoglienza”.

Dove firmare

La petizione è stata pubblicata sul sito Change.org il 23 luglio e resterà aperta fino al 30 novembre; per sottoscriverla è sufficiente cliccare qui

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome