Home ATTUALITÀ Incontri ravvicinati a Piazza Jacini

Incontri ravvicinati a Piazza Jacini

biscia240.jpg“Segnalo che questa mattina, dopo le 11, mentre salivo la scalinata che da via Pareto porta a piazza Stefano Jacini, negli ultimi quattro gradini, di fronte al cinema multisala, stava scendendo una biscia lunga oltre 150 centimetri. Alla mia vista si è eretta nel tentativo di aggredirmi.”

Così ci scrive un nostro lettore inviandoci copia di una segnalazione subito effettuata al Comando del XV Gruppo di Polizia Locale nella quale racconta di essere riuscito ad allontanarsi, pur cadendo, mentre il rettile ha poi proseguito la sua discesa.

“Segnalo questo – scrive il lettore – perché la presenza dell’animale (e le sue dimensioni) davanti ad un cinema e a pochi metri da un bar sempre affollato può costituire un pericolo per la pubblica incolumità. Una presenza che potrebbe ripetersi stante la vasta area incolta posta accanto a via Pareto e le temperature attuali”.

Visita la nostra pagina di Facebook

19 COMMENTI

  1. La Biscia d’acqua o Natrice dal collare (natrix natrix) è un rettile assolutamente innocuo, l’atteggiamento di difesa non va inteso come volontà di aggredire, ma semplicemente come segnale di paura di fronte ad un pericolo rappresentato da un essere umano, un cane, o qualsiasi altro soggetto interpretato dalla stessa biscia come potenziale aggressore..
    E’ una specie protetta e non va assolutamente uccisa o danneggiata, va semplicemente lasciata in pace e lasciata andare per la sua strada, non costituisce alcun pericolo per le persone.

  2. quindi incontrare un serpente, sia esso innocuo o pericoloso, in città metropolitana…capitale europea…con tradizione millenaria…con propria cultura..civiltà ..tradizione…ect.ect.ect….E’ NORMALE !!….Mah per carità…!!

  3. Tutti i rettili presenti sul nostro territorio sono protetti e non possono essere uccisi o catturati. Quello segnalato dal lettore era sicuramente, come dice giustamente Marco, una Biscia dal Collare (la femmina può raggiungere i 200 cm) proveniente dal Parco Didattico di Via di Villa Lauchli . Trovarsela davanti può forse impaurire ma si tratta di un serpente del tutto innocuo e neppure mordace. Pochi giorni fa un esemplare simile “transitava” in Via Taormina; l’ho semplicemente preso per la coda e rimesso tra gli arbusti del fosso dell’Acqua Traversa.

  4. Jack” leggo solo ora il tuo commento; nel 1975 Fulco Pratesi nel suo bellissimo “Clandestini in Città” descriveva le centinaia di specie (serpenti compresi) presenti nelle nostre città. Roma, oltre alla tradizione millenaria, è la città “più verde d’Europa” e pertanto è del tutto naturale fare di questi incontri. Se mai ci dovremmo preoccupare il giorno in cui determinate specie dovessero sparire.

  5. Caro Jack in questa città di normale c’e’ davvero molto poco.
    Secondo lei è normale in una capitale europea con tradizione millenaria come dice lei trovare la mondezza in mezzo alla strada con i mezzi ama che non passano da giorni ?

    La biscia è veramente l’ultimo dei problemi.

  6. Sei stato fortunato!
    Io e i miei figli se andando al cinema incontrassimo una bella biscia – basta che non sia un biscione 🙂 – saremmo felicissimi!
    😉 una risata è la cosa migliore che si può fare magari dopo uno spavento… perchè uno non è che sa se ha davanti un velenoso serpente o una biscia innocua.

  7. io abito li vicino e le ho viste piu volte sono innocue e molto belle, come aironi, anatre e nutrie. ha ragione chi dice segnalazione ridicola. si hanno novità sulla stazione di vigna clara? son iniziati i lavori? perchè se devono finire entro giugno 2016 come dice Marino dovranno pur iniziare anche nella stazione no? grazie

  8. Io ho incontrato da sempre all’acqua traversa:
    un gruppo di cinghiali sulla strada, una volpe grigia, più volpi rosse, un fagiano, un ratto che lottava con una biscia, numerosi serpenti, cavalli, pecore, capre ecc…ecc… forse sono venuti al loro zoo per vedere gli uomini?

  9. la scalinata incriminata si trova davanti la “riserva naturale dell’insugherata” mi sembra piuttosto normale che si possano incontrare animali selvatici.
    altra questione sarebbe stata se il serpente fosse stato allevato in cattività e poi abbandonato o scappato da un’abitazione!

  10. Basta andare in via Flaminia 872 in occasione della convocazione dell’assemblea consiliare …..ai voglia a incontri ravvicinati !?!?

  11. Dunque, la pelliccia rossa vista nel febbraio 2012 che correva in mezzo alla neve su via dell’acquatraversa era proprio una volpe!

  12. Sono felice di constatare che la maggior parte dei commenti provenga da persone “ecologically correct” ! Per quei pochi ignoranti che non distinguono a prima vista un qualunque serpente da una vipera, l’invito a documentarsi, a studiare (non si rendono conto che “il non sapere” è da poveracci) e a ringraziare il cielo che in Italia non ci siano cobra, crotali o taipan !

  13. chi di voi sa a chi spetta la manutenzione del laghetto di vigna clara vicino al mary mount ?? è pieno zeppo di robbaccia !!! andrebbe pulito dentro da lavatrici e frigoriferi e manutenuto sui bordi dalle “cannucce”….
    Spetta al municipio o al parco di veio ????

  14. Sommessamente mi permetto di dire che, in primo luogo, sarebbe opportuno che i
    componenti della società civile si comportassero civilmente.

  15. @Alfredo: per quanto ne so (come ex-Comitato RH) la manutenzione non spetta nè al Parco di Veio nè al Marymount che cura, come da accordi, la manutenzione del Parco Didattico. Quel laghetto sembra sia generato da una sorgiva (nel parco attrezzato al di là della Cassia ce ne sono altre 2) ma potrebbe essere causato anche una qualche grossa perdita….Ritengo pertanto che la pulizia competa al Servizio Giardini del Comune di Roma non fosse altro per una questione di igiene.
    Piu volte il Marymount ha chiesto di poter sistemare l’edificio fatiscente che affaccia sul laghetto per farne un centro studi/visite ma anche un punto privilegiato per osservare l’avifauna (per questa ragione lo si è chiamato Parco Didattico) ma non sono stati mai concessi i necessari permessi.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome