Home ATTUALITÀ Scelta Civica: “con Malagò il Foro Italico è rinato”

Scelta Civica: “con Malagò il Foro Italico è rinato”

foro-italico-big240.jpgNon è passata inosservata la lettera aperta di Marco Perina, esponente del neo movimento politico “Cuori Italiani”, al presidente del Coni Giovanni Malagò in difesa del quale scende in campo Marcel Vulpis, responsabile nazionale del dipartimento Sport di Scelta Civica, movimento politico fondato nel 2013 da Mario Monti.

E’ giusto tutelare i mosaici e lottare contro il degrado, ma con Malagò l’area del complesso del Foro Italico è rinata.

E’ questa la sintesi della nota a firma Marcel Vulpis che così inizia: “Ho letto con attenzione la lettera aperta di Marco Perina al presidente del CONI (ndr: leggi qui) sul progetto “Walk of Fame” al Foro Italico, complesso sportivo-monumentale, da sempre sotto l’egida dello stesso CONI.
Perina è uomo di sport come il sottoscritto, ma non capisco sinceramente questa polemica sterile con Malagò, che guida il CONI da appena due anni e che, in appena due anni, è riuscito a fare e/o a modificare tanti aspetti (funzionali e non) di questa grande galassia sportiva.”

“Non credo che il tema della tutela dei mosaici non sia nella sua agenda – sostiene Vulpis – ma è altrettanto vero che tante sono le cose da fare e le giornate lavorative sono ancora purtroppo di 24 ore. Devo dire che la forte attenzione al tema dei mosaici o la lotta al degrado dell’area in esame, doveva, però, avvenire anche nelle gestioni precedenti, perché i mosaici o il degrado erano già presenti in quei periodi storici, mentre non mi pare che, precedentemente, a Malagò siano state lanciate idee celebrative come la Walk of Fame, omaggio doveroso a chi ha illustrato il paese da un punto di vista sportivo.”

Giusto fare critica, ma cambiamo destinatari e ricordiamoci del passato, soprattutto. Non mi sembra che Malagò abbia le caratteristiche di un presidente “immobilista”. Forse Marco Perina, che ha lavorato per anni nella destra romana, dovrebbe aprire una porta mentale nel passato indirizzando ad altri alti dirigenti sportivi italiani la lettera aperta che adesso ha indirizzato a Malagò.”

“A Perina, piuttosto, chiedo di supportare con forza, da italiano e politico appassionato di sport, quale è, il progetto italiano di Roma2024. Concentriamoci sulle opportunità, non sulle contestazioni di principio.
Questa città ha bisogno di una rivoluzione mentale ed economica e l’assegnazione eventuale dei Giochi può essere il booster che questo territorio merita. Dobbiamo crederci tutti senza se e senza ma, uscendo dalle divisioni politico-ideologiche che fanno solo male allo sport e allo sviluppo di questa meravigliosa metropoli europea.”

“Come responsabile nazionale del dipartimento Sport di Scelta Civica (oggi partito di coalizione governativa) plaudo alla iniziativa denominata Walk of Fame e do il pieno appoggio alla politica di riforma del Coni, sotto la guida di Giovanni Malagò, che passa anche attraverso queste iniziative celebrative. Ricordare con orgoglio il passato è doveroso, oltre che altamente evocativo. Cento mattonelle che ci auguriamo possano aumentare nel tempo. Vorrebbe significare che come movimento sportivo siamo stati in grado di valorizzare nuove eccellenze del sistema sport tricolore. Detto questo credo che Malagò risolverà, nel tempo, anche il tema della migliore tutela dei mosaici del complesso del Foro Italico.”

“Nel frattempo, però – conclude Vulpis – concentriamoci sulla scommessa della candidatura olimpica capitolina e sulla visita di Thomas Bach (presidente del CIO) a Roma il prossimo 21 maggio a Roma. E’ l’inizio di una cavalcata lunghissima, che ci porterà a conoscere, nell’autunno 2017, il nome della prossima host-city a cinque cerchi per l’edizione estiva 2024.”

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome