Home ATTUALITÀ Natale a Roma fra sporcizia e rifiuti

Natale a Roma fra sporcizia e rifiuti

natale-mondezza240.jpgProprio come un anno fa, il Natale romano 2014 è stato all’insegna della sporcizia. Cassonetti stracolmi assediati da buste, cartoni e sacchetti d’immondizia abbandonati, strade sporche. Sia in periferia che in centro. Lo denuncia il Codacons, che in queste ore ha deciso di presentare un esposto alla Procura e alla Corte dei Conti vista la “situazione fuori controllo” da parte dell’Ama.

“Mai come quest’anno i cittadini patiscono la mancanza di pulizia nella capitale – spiega l’associazione – Strade e marciapiedi appaiono in questi giorni di Natale in uno stato di incuria inaccettabile, con cartacce, bottiglie e altri rifiuti lasciati a terra da giorni senza che nessuno intervenga a rimuoverli.
Una situazione che caratterizza le periferie più estreme come il centro storico, e crea un danno evidente non solo agli utenti ma anche all’immagine della città, considerata l’affluenza di turisti stranieri a Roma in questo periodo dell’anno.”

“L’Ama – incalza il Codacons – invece di spendere soldi per le campagne di informazione sulla raccolta differenziata pensi ad investire sulla pulizia regolare delle strade incrementando il numero di mezzi e operatori, considerata la maggior presenza di cittadini e turisti in giro per la capitale nei giorni di festa e, quindi, una maggiore produzione di rifiuti.”

“Mai Roma è stata così sporca a Natale – ha aggiunto il Presidente Carlo Rienzi – abbiamo quindi deciso di denunciare tale situazione alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti, affinché sia aperta una apposita indagine per capire i motivi di tanto degrado”.

L’AMA non ci sta e, intervenendo in merito alla denuncia dell’associazione, rende noto di aver invece potenziato il servizio e il numero di operatori in attività nel periodo natalizio.

Sarcastica la replica di Rienzi: “Il servizio di pulizia delle strade sarà stato pure potenziato, ma di sicuro i cittadini non se ne sono accorti. E basta fare un giro per la città per trovare non solo cassonetti stracolmi, ma anche rifiuti di ogni tipo su strade e marciapiedi. Addirittura alcuni di questi, dal momento che stazionano da giorni, sono monitorati dal Codacons allo scopo di verificare quanti giorni impiegherà l’Ama a rimuoverli. Consigliamo all’azienda di svolgere una indagine interna per accertare come e dove abbiano operato i dipendenti “extra” assegnati alla pulizia della capitale nel periodo natalizio e invitiamo i cittadini che nelle prossime 24 ore dovessero vedere operatori Ama intenti a rimuovere i rifiuti in strada, a segnalarli alla nostra associazione.”

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Il cittadino romano non può che sorridere difronte alle surreali proteste del CODACONS. Il Comune di Roma, oramai da anni, non fa pagare la Tassa sui rifiuti (nelle sue varie declinazioni: TARSU, TARI… etc.) e, ciononostante, la città è sempre più linda e pulita, a riprova del fatto che i miracoli esistono!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome