Home ATTUALITÀ L’AMAta “monnezza” taggata SPQR

L’AMAta “monnezza” taggata SPQR

monnezza240.jpgSPQR sta per Senatus Populusque Romanus o per ….? E’ il dubbio che assale quando montagne di rifiuti abbondano nelle strade della Capitale. L’AMA ha le sue responsabilità, come dimostreremo dopo, ma anche i romani non sono da meno. Da chi ha ribrezzo toccare il cassonetto e lascia la busta a terra, ai negozianti si liberano dei cartoni buttandoli sul marciapiede. Breve tour nella zona Farnesina-Vigna Clara.

Dicevamo che l’AMA ha le sue responsabilità, e lo dimostriamo con questo cassonetto rovesciato e stracolmo di rifiuti che in via Orti della Farnesina giace a pancia all’aria dal 19 novembre, giorno in cui postammo una foto sulla pagina facebook di VignaClaraBlog.it. E’ trascorso un mese ed è ancora lì.

foto1.jpg

Ci trasferiamo nella vicina via dei Giochi Istmici. Nel giro di duecento metri ben quattro postazioni di cassonetti da giorni assediati da montagne di rifiuti che crescono di notte in notte. E già qui vediamo come un negozio faccia la sua parte nel contribuire al degrado…

collage1.jpg

Torniamo in via Orti della Farnesina, lo spettacolo non cambia. E soprattutto, avvicinandosi le festività, sono le confezioni vuote nei pressi dei negozi a farla da padrone.

collage2.jpg

Salutiamo con affetto invece un nuovo residente in via del Nuoto che al termine del trasloco, lui o chi per lui, ha lasciato cartoni e materiali di imballaggio sulla strada mentre poco distante, sulla parte alta di via della Farnersina, qualcun altro ha omaggiato la via con una lavatrice, dimenticando però che i panni sporchi si lavano in famiglia.

collage3.jpg

Finiamo il breve tour taggato SPQR scendendo a valle della Farnesina, nei dintorni di via Ranuccio Farnese. Anche qui oggetti di ogni tipo nonché decine di cassette, questa volta ordinatamente accatastate.
Che diamine, un po’ d’ordine nel disordine non guasta. (red.)

collage4.jpg

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Ieri mattina l’Assemblea Capitolina ha convertito in delibera la Proposta n. 147/2014 concernente «Indirizzi per l’avvio del percorso ‘verso rifiuti zero’ attraverso l’introduzione di un programma di gestione dei rifiuti urbani e dei servizi di decoro ed igiene urbana, tra cui la raccolta differenziata ‘porta a porta spinta’ dei rifiuti urbani».
    La delibera prevede l’avvio del percorso verso «rifiuti zero», stabilendo il raggiungimento nel più breve tempo possibile degli obiettivi di legge e il conseguimento del 65% di raccolta differenziata entro il 2016 e del 75% entro il 2020, con almeno il 50% di effettivo riciclo.

  2. Ho letto l’articolo, ho visto le foto, lo scoramento è completo. Poiché spesso e troppo spesso, sono alcuni cittadini ad essere dei veri maiali (chiedo scusa ai maiali per aver utilizzato il loro nobile nome) l’unica possibilità di indurre questi individui ad evitare di lasciare frigoriferi, materassi od altro sulla pubblica via e ad indurli una separazione corretta dei rifiuti, sono solo sonore multe.

  3. Ho fatto richiesta all’ Ama tramite il numero 060606 per il posizionamento di cestini per i rifiuti in piazza Guglielmo Ceroni e la pulizia della piazza.
    Richiesta vana!
    Ma siamo in Italia, sarebbe stato strano se fossero intervenuti.
    Pero’, con quale celerita’ arriva la richiesta di pagamento della tassa sui rifiuti!!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome