Home ATTUALITÀ Fleming, alla Nitti il giardino in ricordo di Mia

Fleming, alla Nitti il giardino in ricordo di Mia

nitti240.jpgUn nuovo albero per una piccola anima che se ne va. Lunedì 22 settembre, alla scuola media Nitti, è stato inaugurato il “Giardino di Mia”: un angolo verde e rigoglioso, all’entrata della scuola, dedicato a Mia Neri, portata via lo scorso agosto da una malattia devastante a soli undici anni. Inoltre, in suo ricordo e affinché la medicina possa trovare nuove cure è stata fondata la Onlus Mia Neri Foundation.

Sulle note di Dolce Sentire, suonata dai compagni di classe di Mia, sono state piantate un alberello d’ulivo e altre numerose piantine. I ragazzi hanno, poi, posto ognuno un sasso bianco, con scritti sopra i loro nomi, per fare da contorno al fazzoletto di verde.

“Questo luogo, da oggi, è un luogo speciale per tutti noi” ha spiegato, davanti a professori, genitori e alunni, la Dirigente Scolastica Elisamarzia Vitaliano.
“Ce ne prenderemo cura, affinché sia per tutti noi un modo per non dimenticare e riflettere allo stesso tempo. La scuola è scuola di vita, è condividere questi momenti difficili insieme, ma anche ricordare che la vita continua, come vogliono simboleggiare queste piante, attraverso le quali Mia sarà sempre fra noi.”

Mia è stata colpita dal Glioblastoma, un tumore celebrale molto aggressivo e ancora oggi incurabile. Nonostante i pochi i mesi che ha trascorso nella scuola, la sua dolcezza e simpatia è rimasta nel cuore di molti compagni e professori.
“Era una bambina sorridente, socievole e generosa, alla quale era impossibile non legarsi da subito”, così l’ha voluta ricordare la sua professoressa di Lettere, Maria Cristina Battelli.

mia1.jpg

La Fondazione

Il nonno, il professor Giovanni Neri, direttore dell’istituto di Genetica Medica al Policlinico Gemelli, insieme ad altri colleghi, ha costituito un associazione, la Onlus Mia Neri Foundation, che si prefigge il compito di raccogliere fondi per la ricerca nel campo dell’oncologia pediatrica.

“Tante persone hanno pregato perché si compisse il miracolo della sua guarigione. Questo non è avvenuto. – ha spiegato il professor Neri – È avvenuto, però, un altro miracolo grazie a Mia. Credo che tanti siano stati toccati dal coraggio con il quale lei ha vissuto questa esperienza difficile e dolorosa e che molti si siano sentiti impegnati a fare qualcosa di più e di meglio nella loro vita, certamente questo vale per noi che abbiamo voluto avviare questa iniziativa. Lo faremo tenendo come sito privilegiato il Policlinico Gemelli, dove io ho lavorato per tanti anni, dove continuo a stare e dove Mia è stata assistita nei mesi della malattia.”

Tra i presenti, vi era anche il professor Riccardo Riccardi, primario della Divisione di Oncologia Pediatrica del Policlinico Gemelli, che ha aggiunto: “Si tratta di una ricerca molto particolare e, se ci affidassimo solo alla case farmaceutiche, rischierebbe tempi molto lunghi. Il nostro obiettivo è, quindi, di riuscire ad avere farmaci specifici e in breve tempo, attraverso contatti con gli Stati Uniti e con i migliori centri europei. Ci sarà una commissione specifica per poter perseguire nel tempo più rapido possibile gli studi applicati alla clinica, cioè direttamente al paziente.”

mia2.jpg

“Da oggi, come scuola, abbiamo preso un impegno importante e abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti. Ogni qual volta faremo una manifestazione aperta al pubblico, come i nostri concerti, i proventi verranno devoluti per intero alla Onlus in ricordo di Mia. Sarà nostra cura diffondere l’iniziativa nel quartiere, anche grazie alla collaborazione dei genitori rappresentanti di classe, e sul nostro sito www.icvianitti.it ci sarà il link di riferimento all’associazione.”, ha concluso la dott.ssa Vitaliano.

Una sfida importante e impegnativa, quindi, fortemente voluta e promossa dalla Scuola Nitti e dalla famiglia di Mia, e alla quale anche VignaClaraBlog.it si unisce, affinché la medicina possa raggiungere presto nuovi traguardi.

Per maggiori informazioni e per contribuire nel sostegno della Onlus basta accedere al sito www.mianerifoundation.com

Giulia Vincenzi

riproduzione riservata – proprietà EdiWebRoma

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome