Home ATTUALITÀ Omicidio Camilluccia, fermati altri due presunti killer

Omicidio Camilluccia, fermati altri due presunti killer

ps1.jpgFermate due persone sospettate dell’omicidio di Silvio Fanella avvenuto in via Gandolfi, alla Camilluccia, lo scorso 3 luglio. I due avrebbero fatto parte del commando che ha tentato il sequestro della vittima conclusosi poi con l’omicidio a colpi di arma da fuoco. Nell’agguato era rimasto ferito un terzo componente della banda, già in carcere con la stessa accusa.

Lo rende noto un comunicato odierno della Questura di Roma nel quale si spiega che ad effettuare il fermo è stata la Squadra Mobile romana sulla base di un provvedimento emesso dalla Procura della Repubblica.

Nel comunicato si ricorda che Silvio Fanella era stato coinvolto nello scandalo Telecom-Sparkle ed era stato ucciso a colpi d’arma da fuoco il 3 luglio scorso nella sua abitazione della Camilluccia da un commando formato da tre finti Finanzieri. Tra i possibili obiettivi dei killer il provento della truffa Telecom-Sparkle, parte del quale era stato ritrovato pochi giorni dopo il delitto in un vano nascosto della villa di campagna della vittima. Si trattava di denaro, orologi di pregio e diamanti.

I fermati, spiega ancora la nota, “sono due soggetti italiani pregiudicati, residenti in Piemonte e gravitanti nel mondo dell’eversione di destra. In particolare, uno di essi, ex terrorista della destra eversiva e già appartenente ai NAR (Nuclei Armati Rivoluzionari) è stato pedinato e bloccato in zona Prati, al termine di un delicato servizio di pedinamento. Il secondo complice è stato sottoposto a fermo dagli agenti della Squadra Mobile di Roma e della Questura di Novara, dopo essere stato sorpreso all’interno di un appartamento in quel capoluogo. “

I particolari dell’operazione saranno resi noti nel corso della conferenza stampa che si terrà alle 12 di oggi a San Vitale.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome