Home ATTUALITÀ Tour de force in XV, 10 punti all’OdG del Consiglio di giovedì

Tour de force in XV, 10 punti all’OdG del Consiglio di giovedì

municipio-xv.jpgNuovo tour de force in XV Municipio. Il consiglio è stato infatti convocato “ad urgenza” con ben dieci punti all’ordine del giorno. La seduta si terrà giovedì 26 giugno con inizio alle 12 e termine alle 16.30 per proseguire, se necessario, alle 11 del giorno successivo. A calendario i seguenti argomenti.

1. Riconoscimento della legittimità del debito fuori bilancio derivante da una sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. A ricorrere contro il Comune di Roma, XV Municipio, è stata la Società Happy Age srl per illegittima aggiudicazione alla società Nika Tour srl della procedura pubblica per l’affidamento dei soggiorni estivi dell’anno 2010. Il danno è stato quantificato in 23.414,63 euro che il Comune dovrà ora “sborsare” alla ricorrente

2. Asfaltatura e messa in sicurezza delle strade nel territorio di Cesano.

3. Agevolazioni imposte comunali per i giovani imprenditori.

4. Aumento dei fondi per progetti inerenti l’Alzheimer.

5. Riqualificazione e riattivazione della Fontana monumentale di Labaro.

6. Iniziative contro il disagio giovanile.

7. Acquisizione e riqualificazione dell’edificio di via Edolo 23 a Prima Porta.

8. Installazione di giochi per bambini nel parco atleti Azzurri d’ltalia in via della Maratona, a Vigna Clara.

9. Realizzazione di un parcheggio in via Santa Giovanna Elisabetta.

10. Realizzazione di una strada e di un ponte di collegamento fra via Conti e via Tieri all’Olgiata.

Visita la nostra pagina di Facebook

10 COMMENTI

  1. Punto 1

    Hanno portato una spesa fuori bilancio (23.000,00) da considerare nel nuovo capitolo di spese per una societa’ che ha vinto il ricorso al TAR .
    La richiedente di diritto partecipava ad un appalto del 2010 arrivava seconda avendone i requisisti , la vincente eseguiva l’appalto .
    L’importo di poco sotto ai 20mila euro . La seconda classificata faceva ricorso perche la prima non aveva i documenti a posto .
    Da cittadino mi chiedo ;
    E’ normale pagare due volte per uno stesso servizio?
    Gl’uffici quale sanzioni ricevono per i loro errori .
    Cosa intendono fare i nostri amministratori.
    Gli errori sono CASUALI o CALCOLATI .
    COSA INTENDE FARE LA POLITICA ?
    HO COGNIZIONE CHE QUEST’anno due fratelli hanno vinto due lotti per i centri estivi con societa’ diverse , CASUALITA’ o CALCOLO politico amministrativo?

    IO E TANTA GENTE PERBENE NON VOGLIONO PIU’ PAGARE PER NEFANDEZZE AMMINISTRATIVE .

    La domanda delle ceto pistole; come regolerete i nuovi appalti ? Sarete piu’ accorti oppure diciamo che puo’ succedere ?

    Punto 5

    Contesto sin da subito i fondi destinati a una pseudo fontana dalla forma Incomprensibile , inadeguata, collocata in maniera casuale, priva di acqua sin dalla sua nascita , Vero luogo di scempio di danari pubblici e zone verdi .

    Proprio perche’ luogo “incomprensibile” utilizzato in maniera Impropria .

  2. Ma se il consiglio municipale è stato convocato “AD URGENZA”, come mai la maggioranza torquatiana ha fatto mancare il numero legale ?? che fine hanno fatto i buoni propositi di questi baldi giovanotti che dicevano meno di un anno fa che avrebbero cambiato il mondo??? come dice il presidente ragazzo “è tutta n’altra storia…” , come no !!! questi sono i risultati…

  3. @ NICO FERRI
    Alla convocazione del Consiglio Municipale provvede il Presidente del Consiglio, sentita la Conferenza dei Capigruppo: Torquati non c’entra niente.

    Piuttosto, mi sento di fare una considerazione: trovo decisamente poco intelligente, da parte della Presidente Chirizzi e dei Capigruppo, riempire all’inverosimile di documenti da votare l’ordine del giorno, tanto più che mi piacerebbe sapere quale “urgenza” possa esserci nel procedere all’esame delle “Iniziative contro il disagio giovanile”! Spacchettare la mole di documenti in attesa di voto non è un reato: giova al dibattito – che non viene appesantito – e forse viene incontro anche ai consiglieri: se cade il numero legale, immagino che sia per le difficoltà, evidenziate ripetutamente, di conciliare le loro esigenze lavorative con quelle dell’Aula.

  4. @ DIAMANTE
    Non sono l’avvocato difensore del signor Nico Ferri, che non conosco, ma lui ha citato soltanto la “maggioranza torquatiana” che ha fatto mancare il numero legale e non ha chiamato in causa direttamente Torquati. Solo alla fine ha citato una frase del presidente del Municipio.
    Sicuramente erano troppi gli argomenti su cui discutere tra le 12 e le 16,30; poteva, invece, essere una convocazione più equilibrata.

  5. Ringrazio la sig.ra Giuliana, che ha detto ciò che tutti hanno capito meno l’addetto stampa e soccorso rosso Diamante…. (appena qualcuno nomina soltanto il presidente municipale, “spara ad alzo zero” senza rendersi conto che molte volte la difesa incondizionata ha effetti contrari).
    p.s. : dato che Diamante conosce “tutte le stanze del palazzo” ci spieghi piuttosto come fa una presidente del consiglio municipale a decidere i tempi e i modi se non si confronta prima con chi l’ha messa su quella sedia… ma cerchiamo di dire le cose come stanno.. La maggioranza di sinistra prima decide di fare un consiglio e poi fa mancare il numero legale !!! ed hanno la faccia tosta di dire che sono persone serie… ma non me la prendo con loro, ma con quel romano su quattro che li ha votati…

  6. Fra soccorso rosso e soccorso nero e’ proprio una bella gara! Se Diamante interviene sempre a difesa c’è qualcuno che interviene sempre in accusa per fare ammuina ! Comunque Diamante quando cade il numero legale a causa della maggioranza e’ un brutto segno politico altro che difficoltà per conciliare lavoro e politica ! E che quando si sono candidati non lo sapevano a cosa andavano incontro ? Se qualcuno ha difficoltà a portare avanti il mandato avuto dagli elettori allora di deve dimettere come ha fatto qualche mese fa Petrungaro, no che fa cadere il numero legale ! Prendete ad esempio Petrungaro cari consiglieri in difficoltà firmate una bella lettera e le difficoltà finiscono subito andandosene a casa ! Diamante questa difesa d’ufficio così barcollante se la poteva risparmiare, se poi arriva soccorso nero e’ perché e’ proprio lei a dargli il motivo !!

  7. @Diamante caliamo un velo pietoso… con ieri siamo arrivati a 9-10 volte (devo controllare per essere preciso) che cade il numero legale… vorrei precisare che ieri (come è purtroppo abitudine) il consiglio è iniziato mezzora dopo perchè la maggioranza non aveva i numeri… e si è chiuso per mancanza del numero legale dopo solo un paio d’ore…

    poi questa storia degli impegni lavorativi deve smettere…. IO lavoro e riesco ad essere presente perchè se prendo un impegno (come eletto) lo mantengo, loro no????? allora si dimettessero da consiglieri e facessero entrare altre persone….
    inoltre sottolineo che i dipendenti sono giustificati lavorativamente parlando…

    in pratica nessuna scusa per questa attuale amministrazione che si sta dimostrando giorno dopo giorno la peggiore che abbia mai governato il nostro Municipio….

  8. @ NICO FERRI
    Mi fa molto sorridere che lei abbia l’idea che io conosca “tutte le stanze del palazzo”…(e mi fa sorridere ancora di più che lei qualifchi “palazzo” il Municipio).
    Detto questo…quindi lei è sicuro che un presidente del consiglio municipale decida “i tempi e i modi” confrontandosi sempre prima “con chi l’ha messo su quella sedia”? E’ convinto, quindi, che fosse proprio questo ad accadere nella precedente consiliatura? davvero?

    @ ERBAGGI
    Condivido quello che ha scritto (anche il velo pietoso), con l’unica eccezione per l’ultima frase del suo post e per i toni risentiti a motivo della mezz’ora di ritardo: da regolamento, la seduta è valida se il suo inizio interviene entro 30 minuti rispetto all’orario della convocazione.

  9. @ Diamante, mi creda, i suoi interventi sono sempre più patetici, se ne convinca… continuare a difendere chi ormai ha dimostrato solo nullità amministrativa offende l’intelligenza dei cittadini romani… ma chiaramente è libera/o di perseverare… io continuerò a dar la colpa di ciò non agli amministratori “torquatiani” , ma sempre a quel romano su 4 che li ha messi in quei posti.

  10. Per il punto 8 suggerirei di sostituire l’ipotesi di giochini con una seria pulizia del parco e della via stessa.
    Via della Maratona appare dimenticata dall’Ama , sporcizia sui marciapiedi ( colpa anche dei “signorili” residenti e relativi collaboratori domestici ) , asfalto sconnesso , buche e trappole. Senza contare i cassonetti che sembrano maleodoranti residuati da un rogo ed il muro della scuola a cui mancano la maggior parte delle lastre di marmo di copertura.
    Non tutto sarà di pertinenza del Municipio , potrebbero però farsi ascoltati portavoce.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome