Home ATTUALITÀ Via di Santa Cornelia, Paris: “Aggiornamenti sulla chiusura della strada”

Via di Santa Cornelia, Paris: “Aggiornamenti sulla chiusura della strada”

A seguito delle numerose perplessità espresse dai residenti all’improvvisa notizia della chiusura di un tratto di via Santa Cornelia per rischio caduta massi, Elisa Paris, assessore ai lavori pubblici del XV Municipio, fa il punto della situazione ed annuncia alcune iniziative.

Nel pomeriggio di ieri – fa sapere Paris – abbiamo contattato l’impresa del Dipartimento Lavori Pubblici del Comune di Roma che effettuerà i sondaggi geologici (carotaggi) sul costone, per capire la tipologia di intervento di messa in sicurezza da realizzare. Nella mattinata di oggi invece, grazie al proprietario dell’area sovrastante il costone, che molto gentilmente si è messo a disposizione per far entrare i mezzi, abbiamo svolto un sopralluogo con l’impresa e l’Ufficio Tecnico del Municipio ai fini dell’organizzazione del cantiere che partirà già da lunedì per i sondaggi. Entro la prossima settimana – continua Paris – dovremmo infine avere i risultati in base ai quali potremo fornire una stima, sia dei lavori da fare sia dei tempi. Il Municipio si sta già attivando per fare in modo che durante i lavori sia autorizzato il senso unico alternato nel tratto interessato dall’intervento.”

Per quanto attiene ai trasporti pubblici, “abbiamo inoltre chiesto a TPL (azienda che gestisce la linea 033) e al Dipartimento Mobilità di Roma Capitale di poter deviare il percorso dello 033 e farlo arrivare a Santa Cornelia passando dalla Cassia Bis, individuando già delle aree sia pubbliche che private dove poter far girare il mezzo. TPL – spiega l’assessore – ci ha risposto che saranno necessarie le verifiche di rito poiché, dovendo utilizzare una strada ad alto scorrimento, dovranno analizzare le autorizzazioni per effettuare il servizio. Lunedì dovrebbero pervenirci le informazioni definitive.”

“Siamo tutti consapevoli del disagio che la situazione ha comportato, ma possiamo assicurare – conclude Paris – che il Municipio sta facendo tutto il possibile per ripristinare la normalità e mettere in pratica il senso unico alternato.”

Visita la nostra pagina di Facebook

5 COMMENTI

  1. Grazie assessore delle notizie che sembrano confortanti.
    Poichè è necessario utilizzare la cassia bis in alternativa, vorrei ribadire, cogliendo questa occasione, che la cassia bis ha bisogno di un rifacimento del manto stradale (ho notato alcuni tratti sono stati appena fatti ma non bastai); un rifacimento delle corsie di accelerazione perchè sono troppo corte, vanno quindi allungate. E poi questa mattina ho notato che le carreggiate dello svincolo di castel de ceveri sono invase da erba, i lati sono invasi da rovi, la visibilità perciò è limitatissima.
    Grazie dell’attenzione.

  2. Sarà, ma non ho visto alcun mezzo che sta effettuando lavori fino ad oggi, faccio presente che tale inibizione allla circolazione crea problemi sia hai residenti che non, MA IN CASO DI PRONTO INTERVENTO DEI MEZZI DI SOCCORSO , AMBULANZE, POLIZIA ,VIGILI DEL FUOCO , dovranno effettuare il giro sulla cassia bis con tempi di intervento ovviamente pià lunghi, anche questo fa parte dellla sicurezza per i cittadini.
    lei è consapevole che via di santa cornelia è l’unico svicolo dispoinibile in caso di incidente sulla cassia bis?Nel caso si verificasse tale evento gli automobilisti rimarrebbero intrappolati per ore nel traffico bloccato.Ancora i residenti debbono raggiungere a piedi via della giustiniana per prendere l’autobus, quando è prevista muna navetta?

  3. Anche oggi, 25 Giugno, nessuno stava lavorando in via di Santa Cornelia. Il disagio è enorme e diventa insopportabile non avendo notizie su come e in che tempi si voglia procedere. Le previsioni di Elisa Paris sono evidentemente non corrispondono alla realtà.

    Laura Sasso

  4. Gent.le Assessore, ci tengo ad informarLa che:
    1) il tratto stradale in questione è nelle medesime condizioni da anni e quindi il pericolo “frane” è evidentemente costante da tempo e questo testimonia l’assenza di prevenzione e manutenzione che è stata fatta dai suoi e dai precedenti amministratori.
    2) Il costone “pericolante” in esame è alto appena qualche metro e al massimo si staccherebbe qualche piccola scaglia di materiale contenibile con una piccola opera di contenimento che permetterebbe un senso unico alternato almeno per le autovetture
    3) le persone continuano a transitare a piedi e con i motocicli esauste e discretamente adirate per la totale mancanza di considerazione dei bisogni e delle esigenze umane dei cittadini
    4) Per togliervi dalle RESPONSABILITA’ (che credo sia la sola cosa che vi preoccupa a tutela del vostro bel caro posto di amministratori pubblici) riaprite la strada e mettete la segnaletica “PERICOLO DI FRANA” così noi continueremo a vivere A NOSTRO RISCHIO E PERICOLO COME FACCIAMO DA SEMPRE e Lei avrà tutto il tempo con i suoi tecnici di valutare le lungaggini burocratiche e le commistioni di interesse che come al solito la faranno da padrone considerata l’efficienza della classe amministrativa.
    5) L’INTERRUZIONE DI PUBBLICO SERVIZIO con LA SOSPENSIONE DELLA LINEA 033 NON VIENE CONTEMPLATA nel quadro delle RESPONSABILITA’ OGGETTIVE?

    Grazie
    Un comune cittadino di Santa Cornelia

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome